Alla scoperta di un'antica specialità ligure, nonché piatto tipico del borgo marinaro delle Cinque Terre
 
Diventa partner
CERCA PER ZONA

Ricetta: la torta di riso salata di Riomaggiore

Ricetta: la torta di riso salata di Riomaggiore

La torta di riso salata è una ricetta tipica della Liguria, in particolare di Riomaggiore, uno dei borghi marinari appartenenti alle Cinque Terre. La torta di riso salata ha origini antiche. Per studiarle, dobbiamo tornare al 1500, quando il letterato Ortensio Lando compilò il Commentario delle più notabili et monstruose cose d’Italia, al quale aggiunse un Catalogo delli inventori delle cose che si mangiano et si bevano, in cui Lando menziona le «torte pasqualinhe, di verdure o d’altro vario contenuto», soprannominate «torte gattafure» perché le gatte volentieri «le furano, et vaghe ne sono», ovvero "ghiotte". Le torte salate nacquero per motivi economici, o meglio, parsimoniosi. Tanto che molti collegano questa parsimonia al presunto senso del risparmio comunemente associato ai liguri che, con poco materiale, riuscivano a creare un piatto unico, appetitoso e nutriente, buono da mangiare a tavola oppure seduti su uno scoglio.

Ingredienti

Per la pasta
  • 250 gr di farina
  • 2 cucchiai d’olio
  • 1 pizzico di sale
  • 100 ml circa di acqua tiepida
Per il ripieno
  • 300 gr di riso
  • 2 uova
  • 4 cucchiai di grana grattugiato
  • 150 g di prescinseua
  • o stracchino
  • 1 cucchiaio di olio
  • noce moscata
  • sale

Procedimento

Lavorare l’impasto a lungo. Aggiungere acqua finché si ottiene una pasta morbida. Dividere l’impasto in pezzi della grandezza di un limone, infarinarli e metterli in una pirofila coperta, poi con un canovaccio bagnato e ben strizzato. Lasciare riposare almeno per 6 ore. Ungere una teglia bassa (come quella da crostate, perfetto il pirex) e foderarla con la pasta, lasciando che ne escano 3 dita circa dal bordo. Mettere a bollire il latte con un pizzico di sale, unire il riso e cuocere al dente, lasciandolo poi a riposare nel latte stesso. In una terrina a parte, sbattere la ricotta, un uovo intero più il bianco dell’altro, il grana e una grattata di noce moscata. Unire il composto nel riso e latte tiepidi. Mescolare molto bene e versare la crema nella teglia. Ripiegare i bordi della pasta all’interno per tener fermo il ripieno. In una tazzina mescolare il rosso d’uovo rimasto insieme a un filo d’olio, spennellandolo delicatamente sul riso. Infornare a 200° per 30 minuti. Consumare tiepida o fredda.

Foto da www.ricettaidea.it

...buon appetito!

COMMENTI :

Notizie correlate

Ricetta: I Tortellini di Valeggio
Ricetta: I Tortellini di Valeggio
In onore del tortellino di Valeggio, conosciuto anche come "Ombelico di Venere" o "Nodo d'amore", annualmente a giugno viene celebrata a Valeggio sul Mincio la “Festa del Nodo d'Amore”
By Redazione
Ricetta: Is Arrubiolus
Ricetta: Is Arrubiolus
Tra i dolci di Carnevale più amati in Sardegna, gli arrubiolus ogliastrini si aggiudicano il podio. Si tratta di dolcetti fritti molto deliziosi, realizzati con un goloso impasto a base di ricotta fresca
By Redazione
Ricetta: I Tozzetti alle nocciole
Ricetta: I Tozzetti alle nocciole
Un dolce tipico della tradizione viterbese che ricorda i famosi “cantucci” ma che si differenziano per l’uso delle nocciole tostate
By Redazione
Prelibatezze dei parchi da nord a sud
Prelibatezze dei parchi da nord a sud
Un percorso enogastronomico che seduce le papille gustative, andando alla scoperta dei migliori parchi d'Italia
By Renata Giolli
Ricetta: spaghetti alla colatura di alici, un piatto tipico della Costiera Amalfitana
Ricetta: spaghetti alla colatura di alici, un piatto tipico della Costiera Amalfitana
La Colatura di Alici è un prodotto tradizionale che negli anni ha caratterizzato gastronomicamente il piccolo borgo di pescatori di Cetara
By Redazione
Ricetta: Le Sfogliatelle di donna Anna
Ricetta: Le Sfogliatelle di donna Anna
Le sfogliatelle di Lama dei Peligni sono decisamente le dirette discendenti delle note sfogliatelle napoletane
By Redazione

Piú letti del mese

Genga, natura da record
Genga, natura da record
Per gli appassionati di arte e cultura il borgo marchigiano di Genga racconta la sua storia attraverso i suoi edifici storici, le sue chiese e i musei
By Luca Sartori
L’altra Toscana: viaggio nei borghi dell’immediato entroterra e sulle isole
L’altra Toscana: viaggio nei borghi dell’immediato entroterra e sulle isole
La Toscana è una regione ricca di infiniti tesori storico-architettonici e naturali, dove si incontrano borghi di rara bellezza
By Simona PK Daviddi
Ricetta: I Tozzetti alle nocciole
Ricetta: I Tozzetti alle nocciole
Un dolce tipico della tradizione viterbese che ricorda i famosi “cantucci” ma che si differenziano per l’uso delle nocciole tostate
By Redazione
Itinerario tra 5 dei più suggestivi borghi della Sardegna settentrionale
Itinerario tra 5 dei più suggestivi borghi della Sardegna settentrionale
Da Olbia a Porto Torres, un itinerario che ci porterà alla scoperta di cinque fantastici borghi sardi tra mare ed entroterra
By Redazione
Itinerario tra borghi e paesaggi lungo le coste dell'Isola d'Elba
Itinerario tra borghi e paesaggi lungo le coste dell'Isola d'Elba
Da Cavo a Cavo, un itinerario lungo le coste e i centri abitati della più importante isola della Toscana
By Redazione
Ricetta: Is Arrubiolus
Ricetta: Is Arrubiolus
Tra i dolci di Carnevale più amati in Sardegna, gli arrubiolus ogliastrini si aggiudicano il podio. Si tratta di dolcetti fritti molto deliziosi, realizzati con un goloso impasto a base di ricotta fresca
By Redazione
e-borghi travel - la rivista per chi ama viaggiare tra borghi e turismo slow

Sfoglia gratuitamente e-borghi travel, la tua nuova rivista di viaggi

Con il patrocinio di