La più grande risorsa online su borghi e turismo
Accedi alla community

Ricetta: La leggenda natalizia dei mostaccioli nei borghi del Molise


Venerdì 30 novembre 2018

A forma di rombo, ricoperti di glassa al cioccolato e con un cuore tenero a base di mele cotogne. Sono i mostaccioli, che rallegrano nelle festività natalizie i borghi della regione anche con la curiosa leggenda che aleggia intorno al loro nome.

Condividi
Ricetta: La leggenda natalizia dei mostaccioli nei borghi del Molise

Secondo la leggenda, i mostaccioli furono regalati secoli fa ai contadini molisani da un monaco misterioso, apparso all’improvviso e poi scomparso nel nulla. Prima di far perdere le sue tracce, però, il monaco rivelò a un coltivatore curioso gli ingredienti di questi dolcetti assicurandogli che, preparandoli, avrebbe trovato loro un nome appropriato. Il contadino, tornato a casa, chiese alla moglie di realizzare i biscotti seguendo la ricetta che il monaco gli aveva donato aggiungendovi, però, il mosto. Ed ecco che arrivò l’idea del nome, “mostacciolo”, dal latino “mostacea”, ovvero mosto. Tipici dolci natalizi dei borghi molisani, i mostaccioli al giorno d’oggi vengono preparati la sera della Vigilia di Natale. Anche all’aria aperta e davanti a numerosi falò accesi per l’occasione nelle piazze dei borghi della regione.

Ingredienti

  • 1 chilogrammo di farina
  • 600 grammi di miele (in alternativa 300 grammi di miele e 300 grammi di zucchero)
  • 4 uova intere
  • 500 grammi di mandorle tritate (in alternativa 300 grammi di mandorle e 200 grammi di nocciole)
  • 100 grammi di cacao amaro
  • un bicchiere di olio di semi
  • una tazzina di caffè
  • un bicchiere di mosto cotto (in alternativa si può utilizzare del Marsala)
  • buccia grattugiata di un limone e di un’arancia
  • un pizzico di cannella
  • polvere di chiodi di garofano

Procedimento

Far scaldare il miele a bagnomaria aggiungendovi le mandorle e le nocciole tritate, la cannella, i chiodi di garofano, la buccia del limone e dell’arancia. A questo punto mescolare la farina insieme a tutti gli altri ingredienti in un recipiente abbastanza capiente, versando gradualmente il mosto cotto fino a quando non si otterrà un composto omogeneo. Stendere la pasta ottenuta lasciando uno spessore di circa un centimetro e tagliare a rombi, quindi disporre su una teglia ricoperta di carta da forno e infornare per una ventina di minuti a 170 gradi, in forno già caldo. Per preparare la glassatura, invece, occorrono il cioccolato fondente e mezzo bicchiere di olio da unire in un pentolino scaldandoli a bagnomaria, fino a quando non si otterrà una crema al cioccolato fluida e senza grumi. A questo punto, dopo averli fatti raffreddare, immergere i mostaccioli nel cioccolato - uno per volta - oppure versare direttamente il cioccolato sciolto sopra i biscotti. Lasciar raffreddare completamente ed ecco che i mostaccioli sono pronti per essere gustati.

 Foto principale: lamiacucinacasalinga.forumcommunity.net

...buon appetito


Condividi

Dormire, mangiare, comprare...

Locanda La Campana
Vico Polito, 15 - 86081, Agnone
cos'altro vuoi scoprire?
e-borghi 2019-2020 Tutti i diritti riservati • 3S Comunicazione - P. IVA 08058230965
Corso Buenos Aires, 92 - 20124 Milano | 02 87071950