Un primo piatto sostanzioso, un tempo preparato con gli ingredienti reperibili nel territorio durante i mesi invernali. Oggi si possono gustare in tutte le stagioni in questo borgo che con le “turle” mette in tavola le sue tradizioni

 
CERCA PER ZONA

Ricetta: Le turle, la cucina bianca del borgo di Mendatica
Fri, 05 Oct 2018

Ricetta: Le turle, la cucina bianca del borgo di Mendatica

Nelle alpi liguri, nell’alta Valle Arroscia e in provincia di Imperia, è incastonato il borgo di Mendatica. Duecento abitanti e montagne, distese di larici, felci e rododendri. Pace e silenzio, natura incontrastata e antiche tradizioni, il ritmo della vita scandito dallo scorrere della stagioni e una gastronomia genuina che attinge dal passato. Il risultato sono piatti unici, difficili da trovare oggi se non alla festa della “Cucina bianca di Mendatica”, che si tiene annualmente ad agosto. Per provare le specialità tutto l’anno, vi proponiamo questa sfiziosa ricetta: le turle, ovvero ravioli ripieni di formaggio, patate e menta il cui nome, “turla”, deriva da quello di una grossa mandorla di legno che un tempo aveva il compito di fermare le ante di armadi e mobiletti. La forma dei ravioli, infatti, rimanda a quella delle mandorle.  

Ingredienti

Per la sfoglia: 

  • 500 grammi di farina
  • 2 uova
  • sale

Per il ripieno: 

  • 700 grammi di patate
  • 4 uova
  • 100 grammi di crema di latte o panna
  • formaggio grattugiato
  • foglioline di menta
  • olio
  • sale

Per il condimento: 

  • burro
  • foglie di menta
  • formaggio
  • gherigli di noci e nocciole
  • crema di latte e formaggio

Procedimento

Far bollire le patate con la buccia e, una volta cotte, spellarle e passarle con lo schiacciapatate. Unire alle patate schiacciate i tuorli d’uovo, il formaggio grattugiato e qualche foglia di menta tritata finemente. Preparare quindi la pasta unendo le uova e la farina, avendo cura di aggiungere un cucchiaio di acqua alla volta fino a ottenere un composto elastico e omogeneo. Tirare la pasta con l’apposita macchina per tirare la sfoglia e successivamente ritagliare dei grossi ravioli piuttosto bombati, all’interno dei quali va inserito un abbondante ripieno. Portare a ebollizione l’acqua salata e cuocere le turle per pochi minuti, quindi scolarle e metterle in una padella con burro e qualche fogliolina di menta per farle insaporire. Le turle sono ottime servite calde e con una spolverata di formaggio parmigiano.

 

Immagine principale: agrodolce.it

Notizie correlate

Ricetta: la torta di riso salata di Riomaggiore
Alla scoperta di un'antica specialità ligure, nonché piatto tipico del borgo marinaro delle Cinque Terre
By Redazione
Ricetta: Paccheri con carciofi alla procidana
Un primo piatto succulento e genuino della tradizione procidana.
By Redazione
Ricetta: Le Sagne de la Madonna del borgo di Roccavivara
Un primo piatto della tradizione molisana, semplice da preparare e ottimo da gustare
By Redazione
Ricetta: Strangozzi al tartufo nero, eccellenza di Norcia
Una pasta artigianale, tipica dei borghi umbri e con il blasonato tartufo nero: uno dei fiori all’occhiello della gustosa gastronomia di Norcia, nel cuore della Valnerina
By Luciana Francesca Rebonato
Ricetta: Génépy, il liquore forte e deciso e dei borghi valdostani
Artemisia weber e artemisia glacialis. Sono le piantine di montagna d’alta quota che, insieme, danno origine al Génépy: un liquore dal sapore alpino, una prelibatezza da conoscere e saper preparare
By Luciana Francesca Rebonato
Ricetta: Mirto, sorsi di benessere dai borghi della Sardegna
Il mirto è considerata una pianta che apporta benessere e prosperità. E l’inebriante liquore che se ne ricava, è un vero e proprio elisir della Sardegna, dal colore variabile a seconda della fase di invecchiamento e con un gusto dalle note vellutate
By Luciana Francesca Rebonato

Piú letti del mese

5 tra i borghi più belli e caratteristici incastonati nella roccia
Un viaggio alla scoperta di cinque località incantevoli arroccate nell’austerità della roccia del Belpaese
By Pier Volpato
5 borghi imperdibili dell’appennino tosco-emiliano
Fiumalbo, Compiano, Bagnone, Castelnuovo di Garfagnana e Coreglia Antelminelli, gioielli dell’appennino.
By Luca Sartori
Ricetta: Strangozzi al tartufo nero, eccellenza di Norcia
Una pasta artigianale, tipica dei borghi umbri e con il blasonato tartufo nero: uno dei fiori all’occhiello della gustosa gastronomia di Norcia, nel cuore della Valnerina
By Luciana Francesca Rebonato
Un itinerario lungo la Strada Romantica delle Langhe e del Roero tra borghi, castelli e vigneti piemontesi
La Strada Romantica delle Langhe e del Roero, un incantevole viaggio per vigne, borghi e castelli del Piemonte
By Pier Volpato
Salpa alla scoperta dei borghi più belli custoditi nel cuore della Sardegna
Un itinerario nel cuore del Mediterraneo, un viaggio alla scoperta di cinque tra i borghi più belli della Sardegna
By Redazione
Il numero dedicato al benessere di e-borghi travel è online
Non perdete lo speciale dedicato al benessere, ai borghi e al turismo slow di e-borghi travel, la rivista digitale di viaggi
By Luciana Francesca Rebonato
e-borghi travel - la rivista per chi ama viaggiare tra borghi e turisimo slow

Sfoglia gratuitamente e-borghi travel, la tua nuova rivista di viaggi