Una vera e propria delizia, un regalo della generosa terra di questo borgo marchigiano, una ricetta che attinge dalla tradizione. Il trionfo del sapore in questi carciofi viola, facili da cucinare e allegri cromaticamente in tavola
 
CERCA PER ZONA

Ricetta: Carciofi viola ripieni del borgo di Montelupone

Fri, 07 Sep 2018
Ricetta: Carciofi viola ripieni del borgo di Montelupone

A Montelupone, in provincia di Macerata, trionfa il “carciofo di Montelupone”, noto anche come “scarciofeno”: di colore violaceo con striature verdastre, ha dimensioni più piccole rispetto alla media e non ha peluria interna né spine esterne. Di altissima qualità, è una varietà tardiva e si differenzia in due “specie”: la varietà precoce che si raccoglie dalla fine di marzo, con foglie dal contorno gentile - non seghettate – e quella che si raccoglie più tardi, con foglie più seghettate e con la dimensione della pianta più piccola. Storicamente, a Montelupone, i primi capolini, quelli più grandi, sono cucinati in padella interi con finocchio selvatico, foglie di aglio fresco, varie erbe aromatiche locali, olio, sale e vino bianco, mentre i capolini più piccoli sono scottati e poi messi sott’olio. Un’altra ricetta che affonda le sue origine nella notte dei tempi è anche quella dei “carciofi viola di Montelupone ripieni”, una specialità facile da preparare e che ben esalta il gusto dolce e saporito di questa prelibatezza.

Ingredienti

  • 6 carciofi
  • 2 cucchiai di prezzemolo tritato
  • 100 grammi di pane grattugiato
  • 2 spicchi d’aglio
  • un bicchiere di vino bianco
  • olio extravergine di oliva
  • sale

Procedimento

Si inizia pulendo con cura i carciofi Montelupone, avendo l’accortezza di eliminare le foglie esterne, solitamente più dure, così come le punte. Tagliate i gambi a rondelle, dopo averli privati della scorza esterna, e allargate nella parte centrale i carciofi, perché dovrete metterci il ripieno. A questo punto in una teglia disponete sia i gambi sia i carciofi, questi ultimi con la farcitura che avrete preparato prima. La farcitura consiste in un impasto composto da pane grattugiato, aglio, prezzemolo, alcuni gambi dei carciofi tagliati a dadini e un pochino di olio. Fate cuocere i carciofi con il loro ripieno avendo cura di versarvi sopra l’olio e il vino, aggiungendo anche un pochino d’acqua. Far cuocere a fuoco lento per una ventina di minuti con un coperchio e, una volta cotti, servire i carciofi caldi in tavola.

 Immagine principale: blog.bauer.it

... buon appetito

Notizie correlate

Ricetta: Pasta e patate nella Tajedda
Ricetta: Pasta e patate nella Tajedda
La pasta e patate nella "Tajedda" è un piatto della tradizione calabrese e soprattutto silana. Un primo piatto con ingredienti semplici e genuini, facile da preparare ed ottimo da gustare.
By Nadia Calasso
Ricetta: Sagne piccantine specialità d'Abruzzo
Ricetta: Sagne piccantine specialità d'Abruzzo
Sagne piccantine, specialità d'Abruzzo da assaggiare assolutamente se in uno di questi giorni estivi siete in vacanza in Abruzzo, una bontà che vi piacerà anche preparandola a casa.
By Nadia Calasso
Ricetta: Pan De Mej - Dolce tipico di Angera
Ricetta: Pan De Mej - Dolce tipico di Angera
Il Pan De Mej è un dolce tipico di Angera, un caratteristico borgo che si trova sul Lago Maggiore. Da assaggiare assolutamente e preparare a casa. Ecco la ricetta
By Nadia Calasso
Ricetta: le Fave ncrapiate di Ostuni
Ricetta: le Fave ncrapiate di Ostuni
Assaggiamo i sapori tipici di uno dei più caratteristici borghi pugliesi, Ostuni
By Nadia Calasso
Ricetta: il Boreto a la Graisana del borgo di Grado
Ricetta: il Boreto a la Graisana del borgo di Grado
Una zuppa di pesce che proprio una zuppa non è. Il Boreto a la Graisana è un piatto tipico, delizioso e speziato che esalta il sapore del pesce
By Redazione
Ricetta: Brosega di Paciano
Ricetta: Brosega di Paciano
Piatto tipico umbro dalle origini antichissime, è l'ideale per chi ama le uova strapazzate
By Redazione

Piú letti del mese

La leggenda di Aloisa, il fantasma degli innamorati del borgo di Grazzano Visconti
La leggenda di Aloisa, il fantasma degli innamorati del borgo di Grazzano Visconti
Un luogo incantato, ricostruito come il set di un film, e il suo fantasma, protettore dell'amore puro
By Ivan Pisoni
Ricetta: le Fave ncrapiate di Ostuni
Ricetta: le Fave ncrapiate di Ostuni
Assaggiamo i sapori tipici di uno dei più caratteristici borghi pugliesi, Ostuni
By Nadia Calasso
Ricetta: Pasta e patate nella Tajedda
Ricetta: Pasta e patate nella Tajedda
La pasta e patate nella "Tajedda" è un piatto della tradizione calabrese e soprattutto silana. Un primo piatto con ingredienti semplici e genuini, facile da preparare ed ottimo da gustare.
By Nadia Calasso
Ricetta: Sagne piccantine specialità d'Abruzzo
Ricetta: Sagne piccantine specialità d'Abruzzo
Sagne piccantine, specialità d'Abruzzo da assaggiare assolutamente se in uno di questi giorni estivi siete in vacanza in Abruzzo, una bontà che vi piacerà anche preparandola a casa.
By Nadia Calasso
Ricetta: Pan De Mej - Dolce tipico di Angera
Ricetta: Pan De Mej - Dolce tipico di Angera
Il Pan De Mej è un dolce tipico di Angera, un caratteristico borgo che si trova sul Lago Maggiore. Da assaggiare assolutamente e preparare a casa. Ecco la ricetta
By Nadia Calasso
Cornello dei Tasso - uno tra i borghi più belli d'Italia
Cornello dei Tasso - uno tra i borghi più belli d'Italia
Un piccolo e grazioso borgo tra le valli bergamasche - raggiungibile solo a piedi, un vero gioiellino da visitare!
By STEFANO PLATTI
e-borghi travel - la rivista per chi ama viaggiare tra borghi e turismo slow

Sfoglia gratuitamente e-borghi travel, la tua nuova rivista di viaggi

Con il patrocinio di