Una specialità di pesce gustosa, veloce da preparare e che regala colore e sapore in qualsiasi stagione, anche in estate. Un omaggio al mare da parte di Livorno, celebre per le sue prelibatezze all’insegna di Nettuno
 
CERCA PER ZONA

Ricetta: Filetti di triglia alla livornese

Fri, 20 Jul 2018
Ricetta: Filetti di triglia alla livornese

Le triglie alla livornese sono un simbolo di questa città toscana legata inscindibilmente al mare e derivano da un’antica ricetta sefardita, le “triglie alla mosaica”. Gli ingredienti necessari alla realizzazione delle triglie alla livornese sono di una semplicità straordinaria: triglie freschissime e polpa di pomodoro. E ora uno sguardo alle caratteristiche della triglia: pesce di piccole dimensioni, presenta una colorazione rossastra sul dorso e rosa o aranciata sui fianchi. Per la precisione, esistono due tipologie di triglie: quella di sabbia e quella di scoglio, con quest’ultima che, pur avendo carni più tenere e pregiate, è particolarmente ricca di spine. E’ solo apparentemente difficile pulire le triglie, ma se proprio non ci si volesse cimentare con spine e affini, nessun problema: le triglie si possono acquistare anche già pulite.

Ingredienti

  • 1 chilogrammo di triglie fresche
  • 600-700 grammi di pomodori
  • 2 spicchi d'aglio
  • peperoncino
  • prezzemolo
  • basilico
  • sale e pepe quanto basta
  • olio extravergine

Procedimento

Lavare i pomodori e praticare un’incisione a croce sul fondo di ciascuno, poi immergerli per una trentina di secondi in acqua bollente. Sgocciolarli in acqua fredda, poi una volta spellati bisogna dividerli a metà. Tagliare la polpa a piccoli cubetti oppure, in alternativa, usare quattrocento grammi di pomodori pelati spezzettati ma la ricetta originale non lo prevede. Incidere il peperoncino nel senso della lunghezza, eliminare i semi e tritarlo. Prendere i filetti di triglia, togliere le eventuali spine rimaste con una pinzetta, sciacquarli e asciugarli. E’ ora il momento di preparare il sugo: scaldare nella padella antiaderente quattro-cinque cucchiai di olio extravergine con l'aglio spellato e tritato grossolanamente insieme a sedano, salvia e peperoncino. Far rosolare per due o tre minuti e irrorare con il vino, lasciarlo quasi completamente evaporare, unire i pomodori e cuocere a fuoco medio per circa ottominuti. La salsa di pomodoro dovrà risultare fluida ma con i pezzetti di pomodoro ancora visibili. Eliminare salvia e sedano dalla padella e dopo aver messo un pizzico di sale, aggiungere i filetti di triglia nel sugo. Cuocere per un paio di minuti a fuoco basso, poi spolverizzare con il prezzemolo tritato. I filetti di triglia alla livornese sono pronti per essere serviti in tavola! 

Foto principale: www.cucchiaio.it

...buon appetito!

Notizie correlate

Ricetta: Brosega di Paciano
Ricetta: Brosega di Paciano
Piatto tipico umbro dalle origini antichissime, è l'ideale per chi ama le uova strapazzate
By Redazione
Ricetta: Caponata di melanzane di Mazara del Vallo
Ricetta: Caponata di melanzane di Mazara del Vallo
Piatto tipico della cucina siciliana, fu portato per la prima volta dagli arabi, che sbarcarono nell'827 sulle spiagge del borgo in provincia di Trapani
By Redazione
Ricetta: Tagliolini con la Bomba di Gradara
Ricetta: Tagliolini con la Bomba di Gradara
E' il primo piatto tipico del borgo medievale marchigiano e il suo nome può trarre in inganno...
By Redazione
Ad Arnad è tutto lardo che cola!
Ad Arnad è tutto lardo che cola!
Il salume prodotto nel piccolo borgo valdostano ha ricevuto il prestigioso riconoscimento europeo del marchio DOP
By Redazione
La ricetta: le Scalette del borgo di Altomonte
La ricetta: le Scalette del borgo di Altomonte
I biscotti tipici della tradizione calabrese sono ideali per celebrare feste e ricorrenze
By Redazione
Ricetta: la zuppa  di cipolla vernina di Certaldo
Ricetta: la zuppa di cipolla vernina di Certaldo
Il primo piatto tipico del borgo toscano viene rigorosamente servito con pane a lievitazione naturale e pecorino di Pienza
By Redazione

Piú letti del mese

Fontanellato tra storia, giri
Fontanellato tra storia, giri "in gondola" e street food
Vi portiamo nel bellissimo borgo medievale in provincia di Parma alla scoperta della maestosa Rocca Sanvitale, circondata da un fossato navigabile, e delle prelibatezze culinarie provenienti da tutta Italia e dal mondo: un vero e proprio assedio gastronomico!
By Joni Scarpolini
Il campanile del Lago di Resia e l'antico borgo sommerso
Il campanile del Lago di Resia e l'antico borgo sommerso
Vi raccontiamo la storia di un antico villaggio altoatesino che negli anni Cinquanta fu sommerso dalle acque della diga. E ciò che resta è uno spettacolo surreale, da film fantasy...
By Joni Scarpolini
Cerenzia e la leggenda del drago a sette teste
Cerenzia e la leggenda del drago a sette teste
Gli abitanti dell’antico borgo calabrese sono devoti a San Teodoro di Amasea, che nel 1528 sconfisse il terribile mostro: al loro condottiero hanno dedicato una giornata dell’anno per celebrare la sua impresa
By Redazione
Ricetta: Tagliolini con la Bomba di Gradara
Ricetta: Tagliolini con la Bomba di Gradara
E' il primo piatto tipico del borgo medievale marchigiano e il suo nome può trarre in inganno...
By Redazione
Dentro le anguste prigioni del Forte di Bard
Dentro le anguste prigioni del Forte di Bard
Vi portiamo nelle segreta della grande fortezza sabauda, che solo Napoleone riuscì a espugnare
By Stefano De Bernardi
Castello di Vogogna, la roccaforte che domina la Val d'Ossola
Castello di Vogogna, la roccaforte che domina la Val d'Ossola
A pochi chilometri da Domodossola, immerso nella natura alpina, sorge un suggestivo maniero medievale che, dopo secoli di invasioni, oggi vigila sull'antico borgo in pietra e attira i turisti anche della vicina Svizzera
By Joni Scarpolini
e-borghi travel - la rivista per chi ama viaggiare tra borghi e turisimo slow

Sfoglia gratuitamente e-borghi travel, la tua nuova rivista di viaggi

Con il patrocinio di