Uno dei piatti tipici del borgo si pone come variante della classica polenta gialla che gli amanti dei cavoli non possono farsi scappare.
 
CERCA PER ZONA

Ricetta: la polenta verde coi 'caurigl' del borgo di Venafro

Fri, 11 May 2018
Ricetta: la polenta verde coi 'caurigl' del borgo di Venafro

PIATTO ADATTO A VEGETARIANI

Tra le molte tipicità della cucina del borgo molisano di Venafro troviamo un’insolita e gustosa polenta: la polenta verde coi caurigl, che deve il suo colore ed il suo nome ad una qualità di cavoli piccoli e tenerissimi, dalle particolari foglie affusolate; I caurigli appunto, vanto degli orti del borgo. Questo piatto, ottimo anche se riscaldato nei giorni successivi, si sposa con la cucina vegetariana anche se si trova una variante che vede, tra gli ingredienti, del guanciale di maiale. Sulla storia di questo piatto non abbiamo trovato molte indicazioni ma non vediamo l’ora di assaporarlo per poterne gustare il sapore.

Ingredienti

Per 6 persone 

  • 1 kg di caurigli (broccoletti neri di cavolo) o di broccoli spigarelli
  • 5 litri d’acqua
  • 1 kg di farina di granturco
  • 6 spicchi d’aglio
  • 2 peperoncini
  • Sale
  • Olio in abbondanza
  • 1 fetta di guanciale (a scelta)

Procedimento

Iniziamo mettendo a bollire l’acqua che saleremo con un pugno di sale e mentre aspettiamo che questa arrivi a ebollizione, laviamo i cavoletti. Aggiungiamo i cavoletti, una volta che l’acqua stia bollendo e lessiamoli per un breve periodo. Spegniamo il fuoco e lasciamo raffreddare leggermente l’acqua con i cavoletti. Riaccendiamo il fuoco e iniziamo a versare la farina di granturco mescolando bene, fino a che la polenta non si stacchi dalle pareti. Durante la cottura i cavoletti si scioglieranno, dando al composto il suo particolare colore verde.

In una padella soffriggiamo l’aglio e il peperoncino a fettine in abbondante olio. Se vogliamo, nel soffritto possiamo aggiungere il guanciale a listarelle.

Ora, in una zuppiera, sistemiamo a cucchiate la polenta e uno strato del condimento di aglio e peperoncino. Ripetiamo questo passaggio fino al termine degli ingredienti formando una serie di strati. Facciamo riposare la nostra polenta coprendola con un lieve strato del suo olio.
Come dicevano questa saporita polenta sarà buonissima se riscaldata il giorno dopo.

Foto da saporetipico.it

Eventi a

Non ci sono eventi per i criteri selezionati

Notizie correlate

Ricetta: il Boreto a la Graisana del borgo di Grado
Ricetta: il Boreto a la Graisana del borgo di Grado
Una zuppa di pesce che proprio una zuppa non è. Il Boreto a la Graisana è un piatto tipico, delizioso e speziato che esalta il sapore del pesce
By Redazione
Ricetta: Brosega di Paciano
Ricetta: Brosega di Paciano
Piatto tipico umbro dalle origini antichissime, è l'ideale per chi ama le uova strapazzate
By Redazione
Ricetta: le Bombette di Cisternino
Ricetta: le Bombette di Cisternino
Dalla Valle d'Itria, in Puglia, ecco i famosi involtini con ripieno di carne di maiale. Una vera e propria esplosione... di sapore!
By Redazione
Ricetta: Caponata di melanzane di Mazara del Vallo
Ricetta: Caponata di melanzane di Mazara del Vallo
Piatto tipico della cucina siciliana, fu portato per la prima volta dagli arabi, che sbarcarono nell'827 sulle spiagge del borgo in provincia di Trapani
By Redazione
Ricetta: Tagliolini con la Bomba di Gradara
Ricetta: Tagliolini con la Bomba di Gradara
E' il primo piatto tipico del borgo medievale marchigiano e il suo nome può trarre in inganno...
By Redazione
Ad Arnad è tutto lardo che cola!
Ad Arnad è tutto lardo che cola!
Il salume prodotto nel piccolo borgo valdostano ha ricevuto il prestigioso riconoscimento europeo del marchio DOP
By Redazione

Piú letti del mese

Una giornata a Castell'Arquato, tra vicoli saliscendi e una leggenda più viva che mai...
Una giornata a Castell'Arquato, tra vicoli saliscendi e una leggenda più viva che mai...
Vi portiamo in uno dei borghi medievali meglio conservati dell'Emilia-Romagna e dell'intero Nord Italia, alla riscoperta di un'atmosfera d'altri tempi e di un mistero ancora tutto da risolvere
By Stefano De Bernardi
Castel Savoia, una residenza da favola
Castel Savoia, una residenza da favola
Ai piedi del Monte Rosa, nei pressi di Gressoney-Saint-Jean, sorge l'antica villa della Regina Elisabetta, che in Valle d'Aosta trascorse molte estati, tra escursioni, scalate e amore per la botanica
By Joni Scarpolini
Calendario dei concerti nei borghi a luglio 2019
Calendario dei concerti nei borghi a luglio 2019
Un'imperdibile carrellata di concerti ed eventi musicali per gli amanti dei borghi e del buon sound
By Redazione
Ricetta: le Bombette di Cisternino
Ricetta: le Bombette di Cisternino
Dalla Valle d'Itria, in Puglia, ecco i famosi involtini con ripieno di carne di maiale. Una vera e propria esplosione... di sapore!
By Redazione
Ricetta: Brosega di Paciano
Ricetta: Brosega di Paciano
Piatto tipico umbro dalle origini antichissime, è l'ideale per chi ama le uova strapazzate
By Redazione
e-borghi travel e Assoarte: quando il binomio è... un capolavoro!
e-borghi travel e Assoarte: quando il binomio è... un capolavoro!
La nostra rivista digitale lancia una rubrica dedicata alle opere di grandi artisti che, con il loro talento creativo, ci raccontano il mondo dei borghi e dei paesaggi
By Redazione
e-borghi travel - la rivista per chi ama viaggiare tra borghi e turismo slow

Sfoglia gratuitamente e-borghi travel, la tua nuova rivista di viaggi

Con il patrocinio di