Il Carnevale ha origini antichissime e si ricollega a festività greche e romane, durante le quali era abitudine il consumo di pietanze a base di carne maiale.

 
CERCA PER ZONA

Ricetta: Le Fregnacce del Carnevale di Acquapendente

Ricetta: Le Fregnacce del Carnevale di Acquapendente

La parola Carnevale deriva dal latino "carnem levare" e significa proprio levare la carne. Con questo termine veniva indicato il sontuoso banchetto a base di carne col quale il martedì grasso, ultimo giorno di Carnevale, si era soliti dire addio alla carne, prima dell’inizio del periodo di astinenza della Quaresima, che aveva inizio il giorno dopo, con il mercoledì delle ceneri. Ed è così ancora oggi per tutti i piatti che, per tradizione, si consumano la sera del martedì grasso e che sono a base di questo prelibato ingrediente. 

La fregnaccia è la tipica frittella romana dal sapore originale tra il dolce e il salato che viene gustata durante il Carnevale di Acquapendente e viene preparata con del brodo di zampetto e condita con parmigiano o pecorino romano, zucchero oppure cioccolata. 

Ingredienti

per il brodo:

• 2 zampetti di maiale
• 1 cipolla
• 1 costa di sedano
• 1 carota

per le fregnacce:

• 300 g di farina
• 600 ml di brodo
• 50 ml di olio extra vergine di oliva
• 1 uovo
• Sale
• Pepe
• burro o strutto 
• parmigiano, pecorino grattugiati o zucchero

Procedimento

per il brodo:

Portiamo a bollore abbondante acqua con gli odori e gli zampetti e li facciamo sobbollire, schiumando per togliere le impurità, per circa due ore.

per le fregnacce:

Prendiamo un recipiente e versiamo dell’acqua al suo interno. Aggiungiamo la farina mescolando con una frusta piuttosto velocemente, per non far formare i grumi. Uniamo il brodo sgrassato, l’uovo, il sale, un pochino di pepe e mescolare il tutto. Il composto, che si chiama viuta, dovrà avere la consistenza di una pastella piuttosto liquida ed essere abbastanza sapido al palato. Riponiamola in frigorifero per qualche ora. Dopodichè riprendiamo la viuta e nel frattempo facciamo scaldare molto bene una padella con un po’ di burro o strutto (circa mezzo cucchiaino per ogni fregnaccia) tiriamo su un mestolo e versiamolo sul fondo della padella eseguendo con il polso un veloce movimento rotatorio per distribuire bene il composto. Quando la fregnaccia si staccherà da sola dalla padella la scuoteremo energicamente. Infine facciamo scivolare la fregnaccia su un piatto, condiamola con parmigiano, pecorino o zucchero e arrotoliamola su se stessa e gustiamola ancora calda.

Fonte: Simona Stentella di La casa del coniglio bianco

Eventi

  • Festa di Sant'Antonio Abate
    17-01-2019 | Acquapendente (VT)
    Ricorrenze religiose

    Aggiungi al tuo calendario 2019-01-17 2019-01-17 Europe/Rome Festa di Sant'Antonio Abate Acquapendente

    Borgo di Acquapendente

  • Fiaccolata di Carnevalaccio
    05-03-2019 | Acquapendente (VT)
    Carnevale

    Aggiungi al tuo calendario 2019-03-05 2019-03-05 Europe/Rome Fiaccolata di Carnevalaccio Prevede l'uscita dei carri allegorici e poi la caratteristica fiaccolata che porta tutti i cittadini fino alla piazza, dove viene dato fuoco ad una grande struttura in legno. Acquapendente

    Prevede l'uscita dei carri allegorici e poi la caratteristica fiaccolata che porta tutti i cittadini fino alla piazza, dove viene dato fuoco ad una grande struttura in legno.

    Borgo di Acquapendente

  • Festa dei Pugnaloni
    19-05-2019 | Acquapendente (VT)
    Fiere

    Aggiungi al tuo calendario 2019-05-19 2019-05-19 Europe/Rome Festa dei Pugnaloni È una delle più antiche celebrazioni folkloristiche della Tuscia, ed in origine era anche chiamata Festa di Mezzomaggio. Si svolge la per celebrare la Festa della Madonna del Fiore e raccoglie diversi eventi, tra cui fiere e mercati: il cuore della festa è rappresentato dalla sfilata dei cosiddetti Pugnaloni. Acquapendente

    È una delle più antiche celebrazioni folkloristiche della Tuscia, ed in origine era anche chiamata Festa di Mezzomaggio. Si svolge la per celebrare la Festa della Madonna del Fiore e raccoglie diversi...

    Borgo di Acquapendente

  • Festa Patronale di San Bernardino da Siena a Torre Alfina
    19-05-2019 | Acquapendente (VT)
    Feste patronali

    Aggiungi al tuo calendario 2019-05-19 2019-05-19 Europe/Rome Festa Patronale di San Bernardino da Siena a Torre Alfina La festa è caratterizzata dalla realizzazione delle infiorate nelle strade del borgo. Acquapendente

    La festa è caratterizzata dalla realizzazione delle infiorate nelle strade del borgo.

    Borgo di Acquapendente

  • Festa di Sant'Antonio da Padova
    13-06-2019 | Acquapendente (VT)
    Ricorrenze religiose

    Aggiungi al tuo calendario 2019-06-13 2019-06-13 Europe/Rome Festa di Sant'Antonio da Padova Acquapendente

    Borgo di Acquapendente

  • Festa Patronale di Sant'Ermete
    28-08-2019 | Acquapendente (VT)
    Feste patronali

    Aggiungi al tuo calendario 2019-08-28 2019-08-28 Europe/Rome Festa Patronale di Sant'Ermete Mercati, eventi, tombola e fuochi artificiali. Acquapendente

    Mercati, eventi, tombola e fuochi artificiali.

    Borgo di Acquapendente


Notizie correlate

Ricetta: La Befana, il tradizionale biscotto dell’Epifania del borgo di Barga
Preparato secondo una ricetta antica, la Befana è il biscotto tradizionale del borgo di Barga per festeggiare l'epifania in famiglia o con amici
By Redazione
Ricetta: La Ciambella del borgo di Veroli. Capodanno a tutto gusto
Rinomata in tutta la Ciociaria, la Ciambella di Veroli, ha un inconfondibile aroma all’anice e la sua forma ricorda una corona. Per festeggiare l’inizio del nuovo anno all’insegna di serenità e prosperità
By Luciana Francesca Rebonato
Ricetta: Pastorelle del borgo di Cuccaro Vetere, il sapore del Natale nel Cilento
Fagottini dolci e ripieni, tipici della tradizione natalizia del Cilento, precisamente del borgo di Cuccaro Vetere. Il trionfo delle castagne e dell’abilità dolciaria locale, tramandata nel tempo per la più importante festività della famiglia
By Luciana Francesca Rebonato
Ricetta: i Susumelli, i biscottini natalizi del borgo Sant’Agata di Puglia
Sono le prelibatezze natalizie del borgo di Sant’Agata di Puglia, in provincia di Foggia, quando scocca l’Avvento e si attende con trepidazione il Natale. Biscottini dai sapori antichi, i Susumelli portano in tavola tutta l’emozione del presente
By Luciana Francesca Rebonato
Ricetta: La leggenda natalizia dei mostaccioli nei borghi del Molise
A forma di rombo, ricoperti di glassa al cioccolato e con un cuore tenero a base di mele cotogne. Sono i mostaccioli, che rallegrano nelle festività natalizie i borghi della regione anche con la curiosa leggenda che aleggia intorno al loro nome.
By Luciana Francesca Rebonato
5 imperdibili borghi del vino
Gavi, Castagneto Carducci, Sirolo, Venafro e Sant’Agata dei Goti, borghi straordinari del vino e non solo.
By Luca Sartori