L'epifania, tutte le feste si porta via, ma ci lascia un delizioso dolce dalla tradizione antica
 
CERCA PER ZONA

Ricetta: la Pinsa, il tradizionale dolce veneto della Befana

Fri, 05 Jan 2018
Ricetta: la Pinsa, il tradizionale dolce veneto della Befana

PIATTO ADATTO A VEGETARIANI

La Pinsa, o Pinza, è un dolce tipico del Veneto, del Friuli e alcune vallate del Trentino. Seppur con lo stesso nome si indichino anche dolci del tutto differenti in base alla località, la ricetta delle regioni nord orientali ha della caratteristiche semplici e particolari, e se ne possono trovare due ben distinte varianti: la Pinsa lievitata, tipica della zona alla sinistra del Piave; e la Pinsa non lievitata, tipica della zona alla destra del Piave.

Gli ingredienti, semplici e tipici della tradizione contadina, sono oggi più ricchi che in passato. Pane raffermo, latte, uova, zucchero, frutta secca, uva passa, semi di finocchio e mele vengono impastati insieme per formare una torta bassa, quasi a ricordare una "pizza".

Questo dolce che solitamente viene consumato durante le feste natalizie, veniva cotto fino alla metà del XX secolo sotto la cenere del focolare, ed oggi è il dolce preferito della Befana.

Niente di più aggiudicato aspettando la festa di domani.

Ingredienti

  • 400 gr farina di polenta gialla
  • 600 gr farina 00
  • 100 gr burro
  • 1,6 litri latte bollente
  • 150 gr zucchero
  • 1 bustina di lievito
  • 250 gr gherigli di noce
  • 200 gr uva sultanina bagnata con rhum o marsala
  • 100 gr di fichi secchi morbidi a tocchetti
  • 100 gr di pinoli
  • 2 mele
  • semi di finocchio
  • buccia di limone grattugiata (solo giallo)
  • 2 uova
  • 30 g. burro
  • Un pizzico di sale
  • 1 l. latte.“

Procedimento

Iniziamo mescolando bene le due farine, lo zucchero e la bustina di lievito.

Sciogliamo il burro nel latte bollente e aggiungiamolo poco a poche nelle farine.

Mescoliamo facendo attenzione a non formare grumi.

Aggiungiamo tutti gli altri ingredienti, mescoliamo e lasciamo riposare per un'ora.

Ungiamo una pirofila e riempiamola con l'impasto.

Ricopriamo la superficie con delle fettine di mela e cospargiamola con lo zucchero.

Preriscaldiamo il forno a 180 gradi e inforniamo per un'ora. Lasciamo raffreddare bene la Pinsa prima di servirla.

...Buon appetito e felice epifania!

COMMENTI :

Notizie correlate

Ricetta: le Manfrigole Valtellinesi
Ricetta: le Manfrigole Valtellinesi
Un piatto gustosissimo ideale per cene in compagnia nelle fredde serate invernali
By Redazione
Ricetta: gli Strascinati di Cascia
Ricetta: gli Strascinati di Cascia
Un piatto simile alla carbonara originario dell'Umbria, gli strascinati di Cascia
By Redazione
Ricetta: I Bocconotti
Ricetta: I Bocconotti
Dolci tipici del Sud Italia, il ripieno dei bocconotti varia in base alla località in cui vengono prodotti
By Redazione
Ricetta: la Scurpella di Civitella Alfedena
Ricetta: la Scurpella di Civitella Alfedena
Fritto tradizionale, simbolo di abbondanza, la Scurpella è il dolce che festeggia le grandi occasioni
By Redazione
Ricetta: il Brasato al Barolo
Ricetta: il Brasato al Barolo
Il brasato al Barolo è un piatto piemontese ricco di sapori gustosi per il palato
By Redazione
Ricetta: Pasticciotto Leccese
Ricetta: Pasticciotto Leccese
Il Pasticciotto Leccese è uno dei dolci tipici del Salento, lo si trova anche nei bei borghi di Galatina, Otranto e Tricase. Una specialità da gustare in quei luoghi come a casa. Eccovi la ricetta originale.
By Nadia Calasso

Piú letti del mese

Ricetta: I Bocconotti
Ricetta: I Bocconotti
Dolci tipici del Sud Italia, il ripieno dei bocconotti varia in base alla località in cui vengono prodotti
By Redazione
Ricetta: gli Strascinati di Cascia
Ricetta: gli Strascinati di Cascia
Un piatto simile alla carbonara originario dell'Umbria, gli strascinati di Cascia
By Redazione
Ricetta: le Manfrigole Valtellinesi
Ricetta: le Manfrigole Valtellinesi
Un piatto gustosissimo ideale per cene in compagnia nelle fredde serate invernali
By Redazione
Un giorno con Napoleone
Un giorno con Napoleone
La manifestazione culturale "Un giorno con Napoleone" è organizzata dall’Associazione Amici del Luogo della Firma del Trattato di Campoformido col sostegno del Comune di Campoformido e con l’aiuto di molti altri enti e associazioni del territorio, ma anche internazionali.
By Francesca Meneghin
e-borghi travel - la rivista per chi ama viaggiare tra borghi e turismo slow

Sfoglia gratuitamente e-borghi travel, la tua nuova rivista di viaggi

Con il patrocinio di