Delizioso trionfo di mandorle, cedro candito e cioccolato, il Pan Ducale è una storica specialità del bellissimo borgo di Atri
 
CERCA PER ZONA

Ricetta: Pan Ducale, antico sapore d'Abruzzo

Fri, 15 Dec 2017
Ricetta: Pan Ducale, antico sapore d'Abruzzo

PIATTO ADATTO A VEGETARIANI

Tanto antica quanto ricca di sapore, la ricetta del Pan Ducale è un vero e proprio pezzo di storia della cittadina abruzzese di Atri che per quattrocento anni legò il proprio nome a quello dei duchi di Acquaviva, che regnarono su di essa dal XIV al XVIII secolo. Sin dagli inizi del XIV secolo, gli Atriani, al momento del suo insediamento, lo offrirono al duca che ne rimase conquistato al punto che, si dice, ne volesse una fetta in tavola ogni giorno. All'inizio della sua produzione, questa delizia atriana era conosciuta come Pizza alle Mandorle, in omaggio al suo ingrediente principale. A seguito del legame che il dolce instaurò con la famiglia di Acquaviva, la ricetta venne, poi, ribattezzata, non a caso, Pan Ducale o Panducale.

Andiamo a vedere come prepararlo con pochi semplici ingredienti:

Ingredienti

⦁ 150 g. di zucchero
⦁ 150 g. di farina
⦁ 45 g. di farina di mandorle
⦁ 180 g. di burro
⦁ 5 uova
⦁ 180 g. di cioccolato fondente in scaglie
⦁ 80 g. di mandorle
⦁ 80 g. di cedro candito
⦁ 1 bustina di lievito per dolci
⦁ essenza di mandorle amare
⦁ scorza di mezzo limone

Procedimento

Iniziamo con separare gli albumi dai tuorli e montiamo questi ultimi insieme allo zucchero, fin quando non diventeranno chiari e spumosi. Aggiungiamo le due farine setacciate con il lievito. Tritiamo le mandorle lasciando la pelle e aggiungiamole al composto assieme alle scaglie di cioccolato, al cedro candito e alla scorza di limone. Incorporiamo anche gli albumi montati a neve, effettuando movimenti dal basso verso l'alto con una spatola o un cucchiaio in legno, plastica o silicone per evitare che si smontino. Infine versiamo l'impasto in uno stampo per plumcake precedentemente imburrato ed infarinato ed inforniamo a 170° per circa 45-55 minuti. Ricordiamoci di fare la prova dello stecchino per valutare bene la cottura  e una volta pronto il dolce, serviamolo in tavola pronti a gustarlo.

...buon appetito!

COMMENTI :

Eventi a Atri

  • I Faugni (li Faégnë)
    08-12-2019 | Atri (TE)
    Festival

    Aggiungi al tuo calendario 2019-12-08 2019-12-08 Europe/Rome I Faugni (li Faégnë) Ogni anno, all'alba dell'8 dicembre, ad Atri si ripete l'antichissima tradizione popolare dei faugni (dal latino "fauni ignis", cioè fuoco di Fauno). I contadini accendevano dei fuochi, a fini propiziatori prima del solstizio d'inverno, in onore di Fauno, divinità pagana associata alla fertilità della terra. La sera del 7 dicembre il parroco benedice il falò che servirà all'accensione dei Faugni. Il giro dei faugni termina nella piazza del Duomo, dove i fasci di canne ardenti formano un grande falò. Il corteo è molto festoso, e vede procedere i Faugni (che a volte possono arrivare anche a 100) per le strade della città, diventando dei veri "fiumi" di fuoco. Nei secoli l'originario rito pagano s'è mescolato a quello della festa cattolica per l'Immacolata Concezione di Maria, per cui oggi la processione dei fuochi e il grande falò davanti alla concattedrale sono seguiti dalla celebrazione della messa mattutina in onore della Madonna. Tra le 18 e le 19 c'è la processione con la statua dell'Immacolata, statua vestita della Madonna del 1800, issata su un baldacchino dello stesso periodo (l'altezza della statua può essere di 2m). Nella sera dell'8 dicembre, infine, dopo la processione il tutto si conclude con l'accensione di due pupe, fantocci dalle fattezze femminili che vengono animati da due persone che si nascondono nell'interno cavo dei fantocci. Le pupe danzano al suono della musica della banda e si accendono di fuochi pirotecnici. Dopo questo spettacolo pirotecnico, da terra, lanciati da particolari macchinari in legno che rischiarano il cielo notturno e danno appuntamento all'anno prossimo. Dal 2006, alla festa dei Faugni si è correlata una notte bianca, con l'apertura notturna di tutti i bar, locali, pub e anche musei e alcune chiese. Atri

    Ogni anno, all'alba dell'8 dicembre, ad Atri si ripete l'antichissima tradizione popolare dei faugni (dal latino "fauni ignis", cioè fuoco di Fauno). I contadini accendevano dei fuochi, a fini propiziatori...

    Borgo di Atri

  • Processione del Cristo Morto
    10-04-2020 | Atri (TE)
    Ricorrenze religiose

    Aggiungi al tuo calendario 2020-04-10 2020-04-10 Europe/Rome Processione del Cristo Morto Atri

    Borgo di Atri

  • Madonna di Pompei
    13-04-2020 | Atri (TE)
    Ricorrenze religiose

    Aggiungi al tuo calendario 2020-04-13 2020-04-13 Europe/Rome Madonna di Pompei Viene festeggiata fin dal 1899 nella contrada suburbana della Cona. La processione avviene la mattina, dopo la messa di mezzogiorno (unica processione che ad Atri ancora si svolge prima del Vespro). Atri

    Viene festeggiata fin dal 1899 nella contrada suburbana della Cona. La processione avviene la mattina, dopo la messa di mezzogiorno (unica processione che ad Atri ancora si svolge prima del Vespro).

    Borgo di Atri

  • Santa Reparata
    19-04-2020 | Atri (TE)
    Feste patronali

    Aggiungi al tuo calendario 2020-04-19 2020-04-19 Europe/Rome Santa Reparata Atri

    Borgo di Atri

  • Santa Reparata di Cesarea di Palestina
    20-04-2020 | Atri (TE)
    Ricorrenze religiose

    Aggiungi al tuo calendario 2020-04-20 2020-04-20 Europe/Rome Santa Reparata di Cesarea di Palestina I festeggiamenti, una volta molto più grandi, onorano la patrona santa Reparata. Atri

    I festeggiamenti, una volta molto più grandi, onorano la patrona santa Reparata.

    Borgo di Atri

  • Santa Croce
    Dal 01-05-2020 Al 03-05-2020 | Atri (TE)
    Ricorrenze religiose

    Aggiungi al tuo calendario 2020-05-01 2020-05-03 Europe/Rome Santa Croce I festeggiamenti si svolgono nella contrada Santa Croce (o Crocifisso, che si trova lungo la direttrice per il mare, a lato della strada provinciale 28 per Pineto), dove si trova la chiesa del Crocifisso, fatta ristrutturare negli anni cinquanta da un emigrato atriano tornato in patria. L'emigrato, partito da Atri per la guerra negli anni quaranta e poi trasferitosi negli Stati Uniti, fece voto al Crocifisso di ristrutturare la chiesa in suo onore all'epoca abbandonata se gli avrebbe portato fortuna nel viaggio. L'emigrato in America fece fortuna e tornato in Abruzzo ristrutturò la chiesa di S.Croce (che oggi si presenta nell'aspetto conferitogli intorno al 1950) e vi mise anche una piccola reliquia della Croce. Atri

    I festeggiamenti si svolgono nella contrada Santa Croce (o Crocifisso, che si trova lungo la direttrice per il mare, a lato della strada provinciale 28 per Pineto), dove si trova la chiesa del Crocifisso,...

    Borgo di Atri

  • Santa Rita da Cascia
    Dal 19-05-2020 Al 22-05-2020 | Atri (TE)
    Ricorrenze religiose

    Aggiungi al tuo calendario 2020-05-19 2020-05-22 Europe/Rome Santa Rita da Cascia È una festa molto sentita dalla popolazione, anche perché la santa avrebbe fatto molto miracoli agli atriani affetti da malattie molto gravi. Atri

    È una festa molto sentita dalla popolazione, anche perché la santa avrebbe fatto molto miracoli agli atriani affetti da malattie molto gravi.

    Borgo di Atri


Notizie correlate

Ricetta: le Manfrigole Valtellinesi
Ricetta: le Manfrigole Valtellinesi
Un piatto gustosissimo ideale per cene in compagnia nelle fredde serate invernali
By Redazione
Ricetta: gli Strascinati di Cascia
Ricetta: gli Strascinati di Cascia
Un piatto simile alla carbonara originario dell'Umbria, gli strascinati di Cascia
By Redazione
Ricetta: I Bocconotti
Ricetta: I Bocconotti
Dolci tipici del Sud Italia, il ripieno dei bocconotti varia in base alla località in cui vengono prodotti
By Redazione
Ricetta: la Scurpella di Civitella Alfedena
Ricetta: la Scurpella di Civitella Alfedena
Fritto tradizionale, simbolo di abbondanza, la Scurpella è il dolce che festeggia le grandi occasioni
By Redazione
Ricetta: il Brasato al Barolo
Ricetta: il Brasato al Barolo
Il brasato al Barolo è un piatto piemontese ricco di sapori gustosi per il palato
By Redazione
Ricetta: Pasticciotto Leccese
Ricetta: Pasticciotto Leccese
Il Pasticciotto Leccese è uno dei dolci tipici del Salento, lo si trova anche nei bei borghi di Galatina, Otranto e Tricase. Una specialità da gustare in quei luoghi come a casa. Eccovi la ricetta originale.
By Nadia Calasso

Piú letti del mese

Ricetta: I Bocconotti
Ricetta: I Bocconotti
Dolci tipici del Sud Italia, il ripieno dei bocconotti varia in base alla località in cui vengono prodotti
By Redazione
Ricetta: gli Strascinati di Cascia
Ricetta: gli Strascinati di Cascia
Un piatto simile alla carbonara originario dell'Umbria, gli strascinati di Cascia
By Redazione
Ricetta: le Manfrigole Valtellinesi
Ricetta: le Manfrigole Valtellinesi
Un piatto gustosissimo ideale per cene in compagnia nelle fredde serate invernali
By Redazione
Un giorno con Napoleone
Un giorno con Napoleone
La manifestazione culturale "Un giorno con Napoleone" è organizzata dall’Associazione Amici del Luogo della Firma del Trattato di Campoformio col sostegno del Comune di Campoformido e con l’aiuto di molti altri enti e associazioni del territorio, ma anche internazionali.
By Francesca Meneghin
e-borghi travel - la rivista per chi ama viaggiare tra borghi e turismo slow

Sfoglia gratuitamente e-borghi travel, la tua nuova rivista di viaggi

Con il patrocinio di