Piatto tipico del borgo lucano a base di legumi e cereali dal sapore molto intenso, preparato secondo una ricetta che si tramanda da generazioni.

 
CERCA PER ZONA

Ricetta: la Cuccìa di Castelmezzano

Ricetta: la Cuccìa di Castelmezzano

PIATTO ADATTO A VEGANI

La cuccìa è un piatto tipico del borgo di Castelmezzano (Potenza) tramandato da tempi antichi, soprannominato anche come piatto dei poveri, che ha come ingredenti principali grano, fave, ceci e cicerchie. La tradizione lo vede legato alla festa di Santa Lucia. Secondo una leggenda, un tempo vi fu una tremenda carestia che stava decimando la popolazione. Nel giorno dedicato alla Santa, in un anno e in un luogo non precisati, arrivò un grande carico di grano che venne distribuito alla popolazione. La fame era così tanta che il popolo, invece di macinare l'ingrediente per farne del pane, si mise a bollirlo e a mangiarlo. Sembrerebbe che il nome derivi dal grido dei cuochi quando il piatto era pronto: "cucìa, cucìa" ("è cotto!").
Un'altra ipotesi sulla natura di questo piatto deriverebbe dalla parola greca "Ko(u)kkìa", ovvero grano.
Durante la giornata di Santa Lucia, la cuccìa viene benedetta e, a fine della messa viene distribuita tra i fedeli in segno di buon auspicio. Nello stesso periodo a Castelmezzano si festeggia la Sagra d'l' Ciùc durante la quale si può gustare questo piatto tipico. Se visitate Castelmezzano potrete gustare la cuccìa all'Agriturismo La Grotta dell'Eremita.

Ma vediamo come prepararlo a casa:

Ingredienti

  • Grano
  • Ceci
  • Fave
  • Cicerchie
  • Pepe
  • Olio
  • Aglio
  • Sale

Procedimento

La preparazione è davvero semplicissima.

Bolliamo separatamente legumi e cereali, a fuoco lento, dopo averli messi a bagno la sera precedente per farli ammorbidire e una volta ammollati risciacquamoli abbondantemente. Una volta cotti li mescoleremo e condiremo il tutto con aglio, olio caldo e pepe. La cuccìa va servita calda in una terrina piuttosto capiente.

...buon appetito!

Eventi


Notizie correlate

Ricetta: La Befana, il tradizionale biscotto dell’Epifania del borgo di Barga
Preparato secondo una ricetta antica, la Befana è il biscotto tradizionale del borgo di Barga per festeggiare l'epifania in famiglia o con amici
By Redazione
Ricetta: La Ciambella del borgo di Veroli. Capodanno a tutto gusto
Rinomata in tutta la Ciociaria, la Ciambella di Veroli, ha un inconfondibile aroma all’anice e la sua forma ricorda una corona. Per festeggiare l’inizio del nuovo anno all’insegna di serenità e prosperità
By Luciana Francesca Rebonato
Ricetta: Pastorelle del borgo di Cuccaro Vetere, il sapore del Natale nel Cilento
Fagottini dolci e ripieni, tipici della tradizione natalizia del Cilento, precisamente del borgo di Cuccaro Vetere. Il trionfo delle castagne e dell’abilità dolciaria locale, tramandata nel tempo per la più importante festività della famiglia
By Luciana Francesca Rebonato
Ricetta: i Susumelli, i biscottini natalizi del borgo Sant’Agata di Puglia
Sono le prelibatezze natalizie del borgo di Sant’Agata di Puglia, in provincia di Foggia, quando scocca l’Avvento e si attende con trepidazione il Natale. Biscottini dai sapori antichi, i Susumelli portano in tavola tutta l’emozione del presente
By Luciana Francesca Rebonato
Ricetta: La leggenda natalizia dei mostaccioli nei borghi del Molise
A forma di rombo, ricoperti di glassa al cioccolato e con un cuore tenero a base di mele cotogne. Sono i mostaccioli, che rallegrano nelle festività natalizie i borghi della regione anche con la curiosa leggenda che aleggia intorno al loro nome.
By Luciana Francesca Rebonato
5 imperdibili borghi del vino
Gavi, Castagneto Carducci, Sirolo, Venafro e Sant’Agata dei Goti, borghi straordinari del vino e non solo.
By Luca Sartori