Dolce tipico del borgo di Pitigliano che ha una storia antica e un nome particolare, prodotto solo in questa zona della Maremma grossetana.
 
CERCA PER ZONA

Ricetta: lo Sfratto dei Goym di Pitigliano, in provincia di Grosseto

Fri, 23 Jun 2017
Ricetta: lo Sfratto dei Goym di Pitigliano, in provincia di Grosseto

PIATTO ADATTO A VEGANI

Questa settimana per la rubrica In Tavola vi proponiamo la ricetta di un dolce tipico di Pitigliano, in provincia di Grosseto, che ha un nome e una storia molto particolare: si tratta dello Sfratto dei Goym. Questo dolce tipico prende il nome da un episodio risalente al 1600 circa quando il messo di Pitigliano, sotto ordinanza di Cosimo II de’ Medici, andava a casa degli ebrei a picchiare sulla porta di entrata con un bastone perché il granduca aveva deciso che dovevano essere sfrattati per essere raggruppati in un unico quartiere. Da qui il nome sfratto dei goym (eseguito dai goym, ossia i non ebrei) e la forma del dolce, che ricorda appunto quel bastone del messo, lungo circa 20 centimetri. Si presta molto bene come dolce invernale, da tradizione, ma ormai la sua produzione si è estesa a tutto l’anno. Questo dolce gustosissimo è diventato anche Presidio Slow Food e rappresenta la fusione tra cultura maremmana ed ebraica.

Ingredienti

Per la pasta:

  • Farina di grano tenero 400 gr
  • Zucchero 250 gr
  • Vino bianco poco più di mezzo bicchiere
  • Olio evo 50 gr
  • Un pizzico di sale

Per il ripieno:

  • Miele 350 gr
  • Noci sgusciate 350 gr
  • Scorza di arancia
  • Noce moscata, cannella q.b.

        Procedimento

        Per prima cosa, iniziate a preparare il ripieno. Prendente un pentolino in cui verserete il miele che dovrà cuocere a fuoco lento facendo attenzione a non bruciarlo per circa 20 minuti. Di conseguenza aggiungete le noci sgusciate, la scorza di arancia, noce moscata e cannella a vostro piacimento e mescolate per bene il tutto. Lasciate da parte il composto a raffreddare. Ora potete passare a preparare la sfoglia mescolando la farina con lo zucchero e aggiungendo l’olio e il vino per aiutarvi ad impastare meglio, e infine aggiungete un pizzico di sale. Spianatela con un mattarello e ricavatene delle strisce lunghe 20/25 cm circa su cui posizionerete il ripieno che nel mentre si sarà raffreddato; quindi arrotolatele ed eliminate la pasta in eccesso. Spennellate con un po’ d’olio e riponetele in forno a 180° per 20/25 minuti. Una volta cotte dovranno raffreddare; per servirle potete tagliarle a fette sottili e il dolce è pronto. 

         

        ...buon appetito!

        COMMENTI :

        Eventi a Pitigliano


        Notizie correlate

        Ricetta: i Culurgiones d’Ogliastra
        Ricetta: i Culurgiones d’Ogliastra
        Gustosissimi ravioloni tipici dell'Ogliastra, unici sia per il sapore che per la loro forma a spiga di grano.
        By Redazione
        Ricetta: il Chichì Ripieno
        Ricetta: il Chichì Ripieno
        È una focaccia rustica molto gustosa e saporita adatta per tutti gli spuntini.
        By Redazione
        Ricetta: la Seupetta di Cogne
        Ricetta: la Seupetta di Cogne
        La Seupetta di Cogne è un piatto tipico dell’antica tradizione valdostana.
        By Redazione
        Ricetta: Il Bagnun di acciughe
        Ricetta: Il Bagnun di acciughe
        Il Bagnun di acciughe è una succulenta ricetta dal sapore tradizionale di Sestri Levante.
        By Redazione
        I borghi del tartufo: il profumo della buona terra
        I borghi del tartufo: il profumo della buona terra
        Gioiello delle nostre tavole, il tartufo è uno dei prodotti più buoni e pregiati che ci siano.
        By Antonella Andretta
        Ricetta: le Ferratelle abruzzesi
        Ricetta: le Ferratelle abruzzesi
        Le Ferratelle o pizzelle abruzzesi sono un dolce simile ai noti “waffles”.
        By Redazione

        Piú letti del mese

        Ricetta: Il Bagnun di acciughe
        Ricetta: Il Bagnun di acciughe
        Il Bagnun di acciughe è una succulenta ricetta dal sapore tradizionale di Sestri Levante.
        By Redazione
        Ricetta: il Chichì Ripieno
        Ricetta: il Chichì Ripieno
        È una focaccia rustica molto gustosa e saporita adatta per tutti gli spuntini.
        By Redazione
        Finlandia, borghi sospesi tra le acque
        Finlandia, borghi sospesi tra le acque
        La Finlandia è un paesaggio composto per il 10% da laghi, un luogo in cui si possono compiere esperienze autentiche nella natura e scoprire borghi tipici disseminati in ambiente singolare.
        By Nicoletta Toffano
        Ricetta: la Seupetta di Cogne
        Ricetta: la Seupetta di Cogne
        La Seupetta di Cogne è un piatto tipico dell’antica tradizione valdostana.
        By Redazione
        San Candido, destinazione per tutte le stagioni
        San Candido, destinazione per tutte le stagioni
        Un borgo trentino di origine antiche che ancora oggi sa coniugare tra le sue vie il sapore della tradizione sudtirolese con la calda accoglienza italiana.
        By Simona PK Daviddi
        Gran Paradiso… terrestre
        Gran Paradiso… terrestre
        Il Parco Nazionale del Gran Paradiso è composto da uno straordinario mosaico di valli, ghiacciai, boschi, torrenti, laghi, cascate, prati e borghi.
        By Luca Sartori
        e-borghi travel - la rivista per chi ama viaggiare tra borghi e turismo slow

        Sfoglia gratuitamente e-borghi travel, la tua nuova rivista di viaggi

        Con il patrocinio di