Dolce tipico del borgo di Pitigliano che ha una storia antica e un nome particolare, prodotto solo in questa zona della Maremma grossetana.
 
Diventa partner
CERCA PER ZONA

Ricetta: lo Sfratto dei Goym di Pitigliano, in provincia di Grosseto

Fri, 23 Jun 2017
Ricetta: lo Sfratto dei Goym di Pitigliano, in provincia di Grosseto

PIATTO ADATTO A VEGANI

Questa settimana per la rubrica In Tavola vi proponiamo la ricetta di un dolce tipico di Pitigliano, in provincia di Grosseto, che ha un nome e una storia molto particolare: si tratta dello Sfratto dei Goym. Questo dolce tipico prende il nome da un episodio risalente al 1600 circa quando il messo di Pitigliano, sotto ordinanza di Cosimo II de’ Medici, andava a casa degli ebrei a picchiare sulla porta di entrata con un bastone perché il granduca aveva deciso che dovevano essere sfrattati per essere raggruppati in un unico quartiere. Da qui il nome sfratto dei goym (eseguito dai goym, ossia i non ebrei) e la forma del dolce, che ricorda appunto quel bastone del messo, lungo circa 20 centimetri. Si presta molto bene come dolce invernale, da tradizione, ma ormai la sua produzione si è estesa a tutto l’anno. Questo dolce gustosissimo è diventato anche Presidio Slow Food e rappresenta la fusione tra cultura maremmana ed ebraica.

Ingredienti

Per la pasta:

  • Farina di grano tenero 400 gr
  • Zucchero 250 gr
  • Vino bianco poco più di mezzo bicchiere
  • Olio evo 50 gr
  • Un pizzico di sale

Per il ripieno:

  • Miele 350 gr
  • Noci sgusciate 350 gr
  • Scorza di arancia
  • Noce moscata, cannella q.b.

        Procedimento

        Per prima cosa, iniziate a preparare il ripieno. Prendente un pentolino in cui verserete il miele che dovrà cuocere a fuoco lento facendo attenzione a non bruciarlo per circa 20 minuti. Di conseguenza aggiungete le noci sgusciate, la scorza di arancia, noce moscata e cannella a vostro piacimento e mescolate per bene il tutto. Lasciate da parte il composto a raffreddare. Ora potete passare a preparare la sfoglia mescolando la farina con lo zucchero e aggiungendo l’olio e il vino per aiutarvi ad impastare meglio, e infine aggiungete un pizzico di sale. Spianatela con un mattarello e ricavatene delle strisce lunghe 20/25 cm circa su cui posizionerete il ripieno che nel mentre si sarà raffreddato; quindi arrotolatele ed eliminate la pasta in eccesso. Spennellate con un po’ d’olio e riponetele in forno a 180° per 20/25 minuti. Una volta cotte dovranno raffreddare; per servirle potete tagliarle a fette sottili e il dolce è pronto. 

         

        ...buon appetito!

        COMMENTI :

        Eventi a Pitigliano


        Notizie correlate

        Ricetta: I Tortellini di Valeggio
        Ricetta: I Tortellini di Valeggio
        In onore del tortellino di Valeggio, conosciuto anche come "Ombelico di Venere" o "Nodo d'amore", annualmente a giugno viene celebrata a Valeggio sul Mincio la “Festa del Nodo d'Amore”
        By Redazione
        Ricetta: Is Arrubiolus
        Ricetta: Is Arrubiolus
        Tra i dolci di Carnevale più amati in Sardegna, gli arrubiolus ogliastrini si aggiudicano il podio. Si tratta di dolcetti fritti molto deliziosi, realizzati con un goloso impasto a base di ricotta fresca
        By Redazione
        Ricetta: I Tozzetti alle nocciole
        Ricetta: I Tozzetti alle nocciole
        Un dolce tipico della tradizione viterbese che ricorda i famosi “cantucci” ma che si differenziano per l’uso delle nocciole tostate
        By Redazione
        Prelibatezze dei parchi da nord a sud
        Prelibatezze dei parchi da nord a sud
        Un percorso enogastronomico che seduce le papille gustative, andando alla scoperta dei migliori parchi d'Italia
        By Renata Giolli
        Ricetta: spaghetti alla colatura di alici, un piatto tipico della Costiera Amalfitana
        Ricetta: spaghetti alla colatura di alici, un piatto tipico della Costiera Amalfitana
        La Colatura di Alici è un prodotto tradizionale che negli anni ha caratterizzato gastronomicamente il piccolo borgo di pescatori di Cetara
        By Redazione
        Ricetta: Le Sfogliatelle di donna Anna
        Ricetta: Le Sfogliatelle di donna Anna
        Le sfogliatelle di Lama dei Peligni sono decisamente le dirette discendenti delle note sfogliatelle napoletane
        By Redazione

        Piú letti del mese

        Genga, natura da record
        Genga, natura da record
        Per gli appassionati di arte e cultura il borgo marchigiano di Genga racconta la sua storia attraverso i suoi edifici storici, le sue chiese e i musei
        By Luca Sartori
        L’altra Toscana: viaggio nei borghi dell’immediato entroterra e sulle isole
        L’altra Toscana: viaggio nei borghi dell’immediato entroterra e sulle isole
        La Toscana è una regione ricca di infiniti tesori storico-architettonici e naturali, dove si incontrano borghi di rara bellezza
        By Simona PK Daviddi
        Ricetta: I Tozzetti alle nocciole
        Ricetta: I Tozzetti alle nocciole
        Un dolce tipico della tradizione viterbese che ricorda i famosi “cantucci” ma che si differenziano per l’uso delle nocciole tostate
        By Redazione
        Itinerario tra 5 dei più suggestivi borghi della Sardegna settentrionale
        Itinerario tra 5 dei più suggestivi borghi della Sardegna settentrionale
        Da Olbia a Porto Torres, un itinerario che ci porterà alla scoperta di cinque fantastici borghi sardi tra mare ed entroterra
        By Redazione
        Itinerario tra borghi e paesaggi lungo le coste dell'Isola d'Elba
        Itinerario tra borghi e paesaggi lungo le coste dell'Isola d'Elba
        Da Cavo a Cavo, un itinerario lungo le coste e i centri abitati della più importante isola della Toscana
        By Redazione
        Ricetta: Is Arrubiolus
        Ricetta: Is Arrubiolus
        Tra i dolci di Carnevale più amati in Sardegna, gli arrubiolus ogliastrini si aggiudicano il podio. Si tratta di dolcetti fritti molto deliziosi, realizzati con un goloso impasto a base di ricotta fresca
        By Redazione
        e-borghi travel - la rivista per chi ama viaggiare tra borghi e turismo slow

        Sfoglia gratuitamente e-borghi travel, la tua nuova rivista di viaggi

        Con il patrocinio di