Le incantevoli colline con vista sull’Amiata, la storia di uno dei borghi più belli della Toscana e lo straordinario Brunello, eccellenza tra i vini italiani.
 
Diventa partner
CERCA PER ZONA

Montalcino: le colline dove nasce il Brunello

Thu, 25 May 2017
Montalcino: le colline dove nasce il Brunello

Le incantevoli colline con vista sull’Amiata, la storia di uno dei borghi più belli della Toscana e lo straordinario Brunello, eccellenza tra i vini italiani.  

E’ considerato uno dei complessi collinari più straordinari del mondo quello che ospita il borgo di Montalcino. Dall’alto dei suoi seicento metri domina le valli dell’Ombrone e dell’Asso, ed è uno dei centri toscani più interessanti, dove in epoca medioevale si concentravano numerose fabbriche per la lavorazione del cuoio.

Terra di olivi e vigneti, Montalcino è celebre in tutto il mondo per i suoi vini e soprattutto per lo straordinario Brunello di Montalcino, vino rosso a Denominazione di Origine Controllata e Garantita, con il piemontese Barolo il vino rosso italiano di maggior prestigio.

Sono le uve Sangiovese, situate sulle colline della zona a non oltre i seicento metri d’altitudine, a divenire poi Brunello.

Dopo essere stato sottoposto ad un periodo di affinamento di almeno due anni in contenitori di rovere e di successivi almeno quattro mesi in bottiglia, non può essere consumato prima del primo gennaio dell’anno successivo al termine di cinque anni considerando l’anno della vendemmia. Nella versione “Riserva” il primo gennaio è quello al termine di sei anni, sempre calcolando l’anno della vendemmia, l’affinamento nei contenitori di rovere sempre di due anni e sei mesi in bottiglia.

Di colore rosso rubino tendente al granato, dall’odore intenso e dal sapore asciutto, tannico e robusto, il Brunello è d’obbligo sulle tavole di quest’angolo di Toscana. Ottimo se abbinato a piatti particolarmente strutturati quali le carni rosse, la selvaggina, ancor meglio se accompagnate da tartufi e funghi. Ottimo anche se consumato con tome stagionate e con il pecorino locale ma anche come vino da meditazione, alla temperatura di non oltre venti gradi.

Montalcino è il suo grande vino, la sua gastronomia ma anche paesaggi incantevoli, scorci di pura poesia e tanta storia. Non lo si può lasciare senza aver visto la sua fortezza, il duomo dedicato a San Salvatore, aver passeggiato in Piazza del Popolo sul quale s’affaccia il Palazzo dei Priori, aver visto le mura duecentesche ed aver comprato, ovviamente, una bottiglia di Brunello.  

COMMENTI :

Eventi a Montalcino


Notizie correlate

Prelibatezze dei parchi da nord a sud
Prelibatezze dei parchi da nord a sud
Un percorso enogastronomico che seduce le papille gustative, andando alla scoperta dei migliori parchi d'Italia
By Renata Giolli
Ricetta: spaghetti alla colatura di alici, un piatto tipico della Costiera Amalfitana
Ricetta: spaghetti alla colatura di alici, un piatto tipico della Costiera Amalfitana
La Colatura di Alici è un prodotto tradizionale che negli anni ha caratterizzato gastronomicamente il piccolo borgo di pescatori di Cetara
By Redazione
Ricetta: Le Sfogliatelle di donna Anna
Ricetta: Le Sfogliatelle di donna Anna
Le sfogliatelle di Lama dei Peligni sono decisamente le dirette discendenti delle note sfogliatelle napoletane
By Redazione
Ricetta: i Culurgiones d’Ogliastra
Ricetta: i Culurgiones d’Ogliastra
Gustosissimi ravioloni tipici dell'Ogliastra, unici sia per il sapore che per la loro forma a spiga di grano.
By Redazione
Ricetta: il Chichì Ripieno
Ricetta: il Chichì Ripieno
È una focaccia rustica molto gustosa e saporita adatta per tutti gli spuntini.
By Redazione
Ricetta: la Seupetta di Cogne
Ricetta: la Seupetta di Cogne
La Seupetta di Cogne è un piatto tipico dell’antica tradizione valdostana.
By Redazione

Piú letti del mese

Viaggio nella Valle dei Mocheni, la valle incantata del Trentino Alto Adige
Viaggio nella Valle dei Mocheni, la valle incantata del Trentino Alto Adige
Andiamo alla scoperta della Valle dei Mocheni, anche definita la Valle incantata. Un luogo dal fascino unico, nel cuore del Trentino Alto Adige.
By Redazione
Quattro passi… in 4 borghi fortificati
Quattro passi… in 4 borghi fortificati
Poker d’assi di borghi fortificati per andare alla scoperta della storia e delle curiosità. Leggende intrecciate ad arte e architettura, epopee medievali o rinascimentali che rivelano al visitatore tutta l’unicità di questi gioielli italiani
By Luciana Francesca Rebonato
4 borghi da non perdere per l’artigianato d’autore
4 borghi da non perdere per l’artigianato d’autore
Quattro borghi italiani che si distinguono per il loro artigianato, essenza di un’arte antica tramandata nei secoli. Un viaggio nella tipicità, itinerari emozionali che puntano i riflettori sull’unicità
By Luciana Francesca Rebonato
Sperlonga, l’antica perla dell’Impero
Sperlonga, l’antica perla dell’Impero
Sperlonga, piccolo centro della Riviera di Ulisse, è una continua sorpresa tra panorami e scorci caratteristici dove ci si deve far guidare esclusivamente dalla curiosità
By Luca Sartori
Ricetta: Le Sfogliatelle di donna Anna
Ricetta: Le Sfogliatelle di donna Anna
Le sfogliatelle di Lama dei Peligni sono decisamente le dirette discendenti delle note sfogliatelle napoletane
By Redazione
Ricetta: spaghetti alla colatura di alici, un piatto tipico della Costiera Amalfitana
Ricetta: spaghetti alla colatura di alici, un piatto tipico della Costiera Amalfitana
La Colatura di Alici è un prodotto tradizionale che negli anni ha caratterizzato gastronomicamente il piccolo borgo di pescatori di Cetara
By Redazione
e-borghi travel - la rivista per chi ama viaggiare tra borghi e turismo slow

Sfoglia gratuitamente e-borghi travel, la tua nuova rivista di viaggi

Con il patrocinio di