Lo splendido borgo del Cusio, tra gli straordinari affacci sul lago, le botteghe gastronomiche ed i ristoranti che propongono il delizioso salume locale con polenta o nella panissa.
 
CERCA PER ZONA

Orta: tra la mortadella ortese e gli affacci su San Giulio

Orta: tra la mortadella ortese e gli affacci su San Giulio

Lo splendido borgo del Cusio, tra gli straordinari affacci sul lago, le botteghe gastronomiche ed i ristoranti che propongono il delizioso salume locale con polenta o nella panissa.  

In quest’angolo di Piemonte del nord dove le acque del Cusio si insinuano tra i monti del novarese, incorniciate da alture boscose e da una manciata di suggestivi borghi, c’è un particolare salume tra i protagonisti della variegata tavola locale. Un salume unico e delizioso, originario della bella capitale del lago, perla di questo specchio d’acqua incastonato tra le Alpi, quell’Orta che con l’isola di San Giulio compone uno degli affreschi più pittoreschi del nordovest italiano.

La mortadella di fegato d’Orta è indiscutibilmente la principale tipicità gastronomica del Cusio ed appartiene al prestigioso elenco di Prodotti Agroalimentari Tradizionali italiani (PAT). E’ un salume dalle origini antiche, ed è preparato in due differenti versioni: quella cotta e quella cruda. 

In quella cotta l’impasto è tritato finemente. Oggi viene cotta al vapore mentre in passato lo era all’interno di grandi pentoloni d’acqua bollente. Una volta pronta la mortadella veniva fatta stagionare per un paio di mesi.

Nella versione cruda, al fegato di maiale si uniscono la pancetta e le carni suine magre. I vari ingredienti vengono mescolati e ridotti ad una pasta a grana grossolana. Salata e conciata con aromi e noce moscata, chiodi di garofano, cannella, pepe, scorza di limone e vino rosso, il tutto viene poi insaccato nel budello naturale che viene legato e fatto stagionare per quattro o cinque mesi.

Acquistabile nelle gastronomie d’Orta, la mortadella si può gustare in un panino mentre si visita il borgo, le sue belle vie lastricate, il Broletto, dove il consiglio generale dei deputati del feudo vescovile di Novara esercitava il potere legislativo ed esecutivo, palazzo Gemelli, villa Bossi, sede del municipio, la bella parrocchiale di Santa Maria Assunta e le incantevoli viste sul lago.

Per chi invece preferisce gustarsela seduto a tavola, meglio accomodarsi in dei ristoranti della zona, dove accompagnarla con la polenta oppure assaporarla nella panissa.

Notizie correlate

Ricetta: il Boreto a la Graisana del borgo di Grado
Ricetta: il Boreto a la Graisana del borgo di Grado
Una zuppa di pesce che proprio una zuppa non è. Il Boreto a la Graisana è un piatto tipico, delizioso e speziato che esalta il sapore del pesce
By Redazione
Ricetta: Brosega di Paciano
Ricetta: Brosega di Paciano
Piatto tipico umbro dalle origini antichissime, è l'ideale per chi ama le uova strapazzate
By Redazione
Ricetta: le Bombette di Cisternino
Ricetta: le Bombette di Cisternino
Dalla Valle d'Itria, in Puglia, ecco i famosi involtini con ripieno di carne di maiale. Una vera e propria esplosione... di sapore!
By Redazione
Ricetta: Caponata di melanzane di Mazara del Vallo
Ricetta: Caponata di melanzane di Mazara del Vallo
Piatto tipico della cucina siciliana, fu portato per la prima volta dagli arabi, che sbarcarono nell'827 sulle spiagge del borgo in provincia di Trapani
By Redazione
Ricetta: Tagliolini con la Bomba di Gradara
Ricetta: Tagliolini con la Bomba di Gradara
E' il primo piatto tipico del borgo medievale marchigiano e il suo nome può trarre in inganno...
By Redazione
Ad Arnad è tutto lardo che cola!
Ad Arnad è tutto lardo che cola!
Il salume prodotto nel piccolo borgo valdostano ha ricevuto il prestigioso riconoscimento europeo del marchio DOP
By Redazione

Piú letti del mese

Una giornata a Castell'Arquato, tra vicoli saliscendi e una leggenda più viva che mai...
Una giornata a Castell'Arquato, tra vicoli saliscendi e una leggenda più viva che mai...
Vi portiamo in uno dei borghi medievali meglio conservati dell'Emilia-Romagna e dell'intero Nord Italia, alla riscoperta di un'atmosfera d'altri tempi e di un mistero ancora tutto da risolvere
By Stefano De Bernardi
Castel Savoia, una residenza da favola
Castel Savoia, una residenza da favola
Ai piedi del Monte Rosa, nei pressi di Gressoney-Saint-Jean, sorge l'antica villa della Regina Elisabetta, che in Valle d'Aosta trascorse molte estati, tra escursioni, scalate e amore per la botanica
By Joni Scarpolini
Ricetta: le Bombette di Cisternino
Ricetta: le Bombette di Cisternino
Dalla Valle d'Itria, in Puglia, ecco i famosi involtini con ripieno di carne di maiale. Una vera e propria esplosione... di sapore!
By Redazione
Calendario dei concerti nei borghi a luglio 2019
Calendario dei concerti nei borghi a luglio 2019
Un'imperdibile carrellata di concerti ed eventi musicali per gli amanti dei borghi e del buon sound
By Redazione
Ricetta: Brosega di Paciano
Ricetta: Brosega di Paciano
Piatto tipico umbro dalle origini antichissime, è l'ideale per chi ama le uova strapazzate
By Redazione
e-borghi travel e Assoarte: quando il binomio è... un capolavoro!
e-borghi travel e Assoarte: quando il binomio è... un capolavoro!
La nostra rivista digitale lancia una rubrica dedicata alle opere di grandi artisti che, con il loro talento creativo, ci raccontano il mondo dei borghi e dei paesaggi
By Redazione
e-borghi travel - la rivista per chi ama viaggiare tra borghi e turismo slow

Sfoglia gratuitamente e-borghi travel, la tua nuova rivista di viaggi

Con il patrocinio di