A Ciallédde è un piatto tipico di Locorotondo, borgo in provincia di Bari, e della cucina contadina povera di altri tempi, ma il fatto d'essere nutriente, leggero e fresco lo rende estremamente attuale.
 
CERCA PER ZONA

Ricetta: A Cialledde del borgo di Locorotondo

Ricetta: A Cialledde del borgo di Locorotondo

PIATTO ADATTO A VEGANI

A Ciallédde (o cialledda) è un piatto tipico di Locorotondo, borgo in provincia di Bari, e della cucina contadina povera di altri tempi, ma il fatto d'essere nutriente, leggero e fresco lo rende estremamente attuale. Questo piatto pugliese è nato all'inizio del secolo scorso, periodo in cui dominava la povertà; le famiglie, infatti, erano costrette ad arrangiarsi con semplici ingredienti presenti in casa ossia pane raffermo e prodotti dell'orto. Il piatto preferito era la “a ciallédde’’ fredda, un termine dal suono onomatopeico che ricorda il pane raffermo quasi “affogato’’ nell’acqua condita con olio di oliva, sale, pomodori per insalata e origano. La “ciallédde’’, che presenta anche una varietà calda da gustare nei periodi invernali, è un piatto tipico della tradizione contadina e mediterranea. Veniva consumata alle prime ore dell’alba per affrontare una dura giornata di fatica e, a volte, al rientro serale insieme alla famiglia nel piatto mastro. Questo piatto evoca profumi e sapori ormai dimenticati, si rende adatto per le serate estive perché risulta essere una pietanza fresca e veloce. Locorotondo è la capitale del gusto nel Salento. In questo borgo ovviamente non mancano le sagre dove si mangia, si balla e si canta. Potrete gustare questo sfizioso piatto durante la sagra della Ciallédde che si tiene nell'ultima domenica di giugno, presso la Contrada San Giuseppe.

Ingredienti

  • Pane di Altamura 4 fette
  • Pomodori 5 non troppo grandi
  • Sedano 1
  • Origano q.b.
  • Sale q.b.
  • Olio extravergine di oliva 2 cucchiai
  • Peperoncino e aglio a piacere
  • Acqua fredda

Procedimento

Per prima cosa prendete una ciotola capiente e mettete dentro l'acqua fredda in cui aggiungerete i pomodori schiacciati, quelli piccoli e dolci, un tenero gambo di sedano tritato, un'abbondante presa di solare origano e sale quanto basta; il peperoncino e l'aglio non sono obbligatori ma daranno un tocco in più al vostro piatto. Rimestare il tutto, quindi immergete nella ciotola del pane casereccio raffermo e precedentemente spezzettato e nuovamente rimestare lentamente affinché il pane possa assorbire la miscela gustosa. Infine verseremo sul pane una sostanziosa quantità di olio extravergine d'oliva, ovviamente a crudo. 
Non resta che mescolare ancora un po' e il piatto è pronto per essere servito.

 

...buon appetito!

Eventi a Locorotondo


Notizie correlate

Ricetta: il Boreto a la Graisana del borgo di Grado
Ricetta: il Boreto a la Graisana del borgo di Grado
Una zuppa di pesce che proprio una zuppa non è. Il Boreto a la Graisana è un piatto tipico, delizioso e speziato che esalta il sapore del pesce
By Redazione
Ricetta: Brosega di Paciano
Ricetta: Brosega di Paciano
Piatto tipico umbro dalle origini antichissime, è l'ideale per chi ama le uova strapazzate
By Redazione
Ricetta: le Bombette di Cisternino
Ricetta: le Bombette di Cisternino
Dalla Valle d'Itria, in Puglia, ecco i famosi involtini con ripieno di carne di maiale. Una vera e propria esplosione... di sapore!
By Redazione
Ricetta: Caponata di melanzane di Mazara del Vallo
Ricetta: Caponata di melanzane di Mazara del Vallo
Piatto tipico della cucina siciliana, fu portato per la prima volta dagli arabi, che sbarcarono nell'827 sulle spiagge del borgo in provincia di Trapani
By Redazione
Ricetta: Tagliolini con la Bomba di Gradara
Ricetta: Tagliolini con la Bomba di Gradara
E' il primo piatto tipico del borgo medievale marchigiano e il suo nome può trarre in inganno...
By Redazione
Ad Arnad è tutto lardo che cola!
Ad Arnad è tutto lardo che cola!
Il salume prodotto nel piccolo borgo valdostano ha ricevuto il prestigioso riconoscimento europeo del marchio DOP
By Redazione

Piú letti del mese

Castel Savoia, una residenza da favola
Castel Savoia, una residenza da favola
Ai piedi del Monte Rosa, nei pressi di Gressoney-Saint-Jean, sorge l'antica villa della Regina Elisabetta, che in Valle d'Aosta trascorse molte estati, tra escursioni, scalate e amore per la botanica
By Joni Scarpolini
Calendario dei concerti nei borghi a luglio 2019
Calendario dei concerti nei borghi a luglio 2019
Un'imperdibile carrellata di concerti ed eventi musicali per gli amanti dei borghi e del buon sound
By Redazione
Ricetta: le Bombette di Cisternino
Ricetta: le Bombette di Cisternino
Dalla Valle d'Itria, in Puglia, ecco i famosi involtini con ripieno di carne di maiale. Una vera e propria esplosione... di sapore!
By Redazione
e-borghi travel e Assoarte: quando il binomio è... un capolavoro!
e-borghi travel e Assoarte: quando il binomio è... un capolavoro!
La nostra rivista digitale lancia una rubrica dedicata alle opere di grandi artisti che, con il loro talento creativo, ci raccontano il mondo dei borghi e dei paesaggi
By Redazione
Caltagirone esiste! Non è Mark, ma un borgo...
Caltagirone esiste! Non è Mark, ma un borgo...
Si trova in Sicilia, in provincia di Catania, ed è famoso per la Scalinata di Santa Maria del Monte e le sue splendide ceramiche
By Stefano De Bernardi
Ricetta: il Boreto a la Graisana del borgo di Grado
Ricetta: il Boreto a la Graisana del borgo di Grado
Una zuppa di pesce che proprio una zuppa non è. Il Boreto a la Graisana è un piatto tipico, delizioso e speziato che esalta il sapore del pesce
By Redazione
e-borghi travel - la rivista per chi ama viaggiare tra borghi e turismo slow

Sfoglia gratuitamente e-borghi travel, la tua nuova rivista di viaggi

Con il patrocinio di