La più grande risorsa online su borghi e turismo
Accedi alla community

La Fagiolina del Trasimeno


Giovedì 30 marzo 2017

Antichissimo legume di origine etrusca, la Fagiolina del Trasimeno ha rischiato di scomparire dal territorio umbro ma è poi diventato presidio Slow Food, salvaguardando così questa eccellenza gastronomica italiana.

Condividi
La Fagiolina del Trasimeno

PIATTO ADATTO A VEGANI

Il Trasimeno, come tutta l'Umbria, è un territorio non solo ricco di storia e di bellezza, ma anche di cibi e prodotti locali unici come la Fagiolina del Trasimeno. Questo semplice legume è, in realtà, ricco di proprietà nutritive (ha un alto contenuto proteico) ed è caratteristico per il suo sapore delicato che ben si lega ai salumi e agli insaccati e si presta a essere accompagnato da ortaggi e odori. La Fagiolina del Trasimeno ha delle origini particolari in quanto è arrivata in Umbria grazie alla sua diffusione da parte dei popoli africani. I terreni attorno al Lago Trasimeno, unitamente al clima, si sono rivelati ideali per ottenere un prodotto di eccellente qualità, che è rimasto geneticamente immutato nei secoli. La Fagiolina del Trasimeno si è quindi diffusa nell’Etruria, compreso il bacino del Lago Trasimeno, soprattutto grazie all'infaticabile attività commerciale della antica civiltà etrusca. La semina di questo prelibato legume avviene in primavera (aprile), la maturazione è scalare, in quanto sulla pianta sono presenti contemporaneamente fiore, baccello fresco e baccello maturo già dal mese in cui inizia la lunga raccolta a mano, protraendosi generalmente fino ad ottobre. Dopo la raccolta i baccelli vengono fatti essiccare al sole e poi battuti con forche e bastoni, successivamente vengono ripuliti con i “vagli” e alla fine i semi vengono confezionati nei caratteristici sacchetti di canapa. Negli anni novanta questo tradizionale prodotto agroalimentare ha rischiato di scomparire ma la sua coltivazione è stata recuperata grazie a un consorzio di agricoltori ed oggi è presidio Slow Food. Per questo motivo, oltre a volervi far conoscere questo gustoso legume tipico del territorio del Trasimeno, vi proponiamo una ricetta appetitosa da realizzare con questa importante risorsa alimentare del territorio italiano. 

Ingredienti
per 4 persone

  • Fagiolina del Trasimeno - 300 gr
  • sedano - 1 costa 
  • carote - 3 piccole
  • porro - 1
  • aglio tritato - 2 spicchi
  • olio extra vergine di oliva - 3-4 cucchiai
  • prezzemolo fresco - 2 rametti
  • timo fresco - 2 rametti
  • chiodi di garofano - 3
  • alloro - 1 foglia 
  • brodo vegetale - 1 litro
  • sale - qb
  • pepe bianco - qb

Procedimento

Per prima cosa iniziate a sciacquare la fagiolina così com'è perché non ha bisogno di essere messa a bagno. Subito dopo tagliate a fettine le carote, tritate il sedano e l’aglio, il porro e affettate finemente. Di conseguenza, mettete tutte le verdure in una pentola con 3-4 cucchiai di olio extravergine di oliva e cuocete il trito per circa 10 minuti, aggiungendo, quando è necessario, poco brodo un po' alla volta. Aggiungete poi la Fagiolina del Trasimeno con il timo, il prezzemolo tritato, i chiodi di garofano, la foglia di alloro, il sale e il pepe. Infine unite tutto il brodo vegetale e cuocete per circa 30 minuti. Se per voi la zuppa risulta troppo densa potete aggiungere dell'altro brodo vegetale. Quindi servite la pietanza calda e il piatto è pronto.

Foto del piatto da TortadiRose.it

...buon appetito!

Condividi

Dormire, mangiare, comprare...

Hotel Aganoor
Hotel Aganoor è nel centro storico di Castiglione del Lago
Via V. Emanuele, 91, Castiglione del Lago
Battilani Sapori
Nel cuore del paese gusterete i prodotti di alta qualità...
Via Roma, 11, Castiglione del Lago
cos'altro vuoi scoprire?
e-borghi 2019-2020 Tutti i diritti riservati • 3S Comunicazione - P. IVA 08058230965
Corso Buenos Aires, 92 - 20124 Milano | 02 87071950