Una rivisitazione della cassoeula, piatto tipico dei borghi rivista da Campus Etoile Academy

 
CERCA PER ZONA

Una rivisitazione della cassoeula
Fri, 10 Mar 2017

Una rivisitazione della cassoeula

La cucina dei Borghi secondo Campus Etoile Academy

Ingredienti

  • 1 piedini di maiale: 
  • 1 cotenna di maiale: 
  • 100 g salamini.
  • 100 g costine di maiale
  • 80 g burro
  • 30 g sedano
  • 30 g carote: 
  • 30 g cipolle
  • 50 ml vino bianco
  • sale e pepe: q.b.
  • 1 kg verza

Procedimento

Fare bollire per 45 minuti in abbondante acqua salata le cotenne del maiale e per un’ora i piedini, dopo averli raschiati e fiammeggiati; scolarli e tagliarli a pezzetti.
Fare rosolare per circa 10 minuti le costine con poco burro in modo che si coloriscano appena, poi toglierle dal fuoco e tenerle da parte; fare lo stesso in un’altra pentola con i salamini.
Mondare e lavare le foglie di verza, metterle in una pentola senza sgrondarle dall’acqua dell’ultimo lavaggio.
Coprire e farle appassire a fuoco basso.
In una casseruola sciogliere il burro e rosolare una cipolla tritata, poi unire il sedano e le carote anch’essi tritati; appena si sono coloriti, unire i salamini, sfumare con il vino, lasciarlo evaporare, bagnare con poca acqua e cuocere per circa 10 minuti a fiamma moderata.
Unire tutta la carne e dopo qualche minuto aggiungere le verze, mescolare bene e se necessario aggiungere poca acqua. Cuocere a fuoco basso per circa 1 ora o fino a quando la carne non si staccherà dagli ossi; se si asciugasse troppo bagnare con poca acqua. A metà cottura aggiustare di sale e pepe.

Lasciare riposare la cassoeula per 20 minuti prima di servirla.

Vino abbinato: Arunda Cuveè Marianna

Notizie correlate

Ricetta: Mirto, sorsi di benessere dai borghi della Sardegna
Il mirto è considerata una pianta che apporta benessere e prosperità. E l’inebriante liquore che se ne ricava, è un vero e proprio elisir della Sardegna, dal colore variabile a seconda della fase di invecchiamento e con un gusto dalle note vellutate
By Luciana Francesca Rebonato
Ricetta: Jota, il gustoso minestrone dei borghi friulani
Una saporita minestra di verdura e legumi, un piatto tradizionale dei borghi friulani da apprezzare in tutte le stagioni: caldo e fumante in inverno, freddo e saporito in estate. Secondo le infinite varianti, anche con le costine di maiale
By Luciana Francesca Rebonato
Ricetta: Il Sarchiapone di Atrani, il trionfo del sapore in Costiera Amalfitana
In questa specialità è racchiusa tutta la bontà gastronomica di Atrani, borgo-gioiello della Costiera Amalfitana. Pare sia proprio il Sarchiapone l’antenato dei cannelloni, e si prepara con le tradizionali zucche verdi di forma allungata
By Luciana Francesca Rebonato
Ricetta: La Michetta del borgo di Dolceacqua, tra amore e leggenda
La Michetta di Dolceacqua è tipica del borgo ligure e, rispetto all’omonimo tipo di pane, pare sia legata a una storia d’amore. Una prelibatezza semplice e gustosa, per tornare indietro nel tempo assaggiando il presente
By Luciana Francesca Rebonato
Ricetta: La Befana, il tradizionale biscotto dell’Epifania del borgo di Barga
Preparato secondo una ricetta antica, la Befana è il biscotto tradizionale del borgo di Barga per festeggiare l'epifania in famiglia o con amici
By Redazione
Ricetta: La Ciambella del borgo di Veroli. Capodanno a tutto gusto
Rinomata in tutta la Ciociaria, la Ciambella di Veroli, ha un inconfondibile aroma all’anice e la sua forma ricorda una corona. Per festeggiare l’inizio del nuovo anno all’insegna di serenità e prosperità
By Luciana Francesca Rebonato
e-borghi travel - la rivista per chi ama viaggiare tra borghi e turisimo slow

Sfoglia gratuitamente e-borghi travel, la tua nuova rivista di viaggi