Sabato 27 luglio il Parco d’Arte di Pampeago, in Val di Fiemme (Trentino), invita a scoprirle in compagnia degli artisti e degli studenti delle accademie d’arte di Varsavia e Venezia
 
Diventa partner
CERCA PER ZONA

RespirArt Day 2019, 5 opere per i 10 anni di Dolomiti UNESCO

Sat, 20 Jul 2019
RespirArt Day 2019, 5 opere per i 10 anni di Dolomiti UNESCO

Amano la natura tanto da cercare di eguagliarne la bellezza. Amano la natura così intensamente da lasciare che sia lei a decidere la durata di ciò che creano. Sono gli artisti di fama internazionale e gli studenti delle accademie d’arte europee che ogni estate lasciano il segno del loro passaggio nel Parco d’arte RespirArt di Pampeago, in Val di Fiemme, partecipando alla manifestazione internazionale d’arte ambientale curata da Beatrice Calamari e Marco Nones. In questo parco d’arte fra le Dolomiti del Trentino, uno dei più alti al mondo, ha creato un’installazione anche il performer giapponese Hidetoshi Nagasawa

Respirart day


Sabato 27 luglio la festa itinerante RespirArt Day rivela 5 nuove installazioni d’arte che si aggiungono alle 22 già presenti. A presentarle è Maria Concetta Mattei, giornalista e conduttrice del TG2 Storie. I visitatori camminano al suo fianco al cospetto del gruppo dolomitico del Latemar, lungo il sentiero artistico ad anello di 3 chilometri fra le quote 2.200 e 2.000 metri. Il RespirArt Day, inserito nel calendario degli eventi che festeggiano i 10 anni di Dolomiti Patrimonio Mondiale UNESCO, ospita l’artista svedese Hannah Streefkerk, apprezzata dalla critica per i suoi ricami di licheni adagiati sugli alberi, e l’artista pluripremiato Stanisław Brach, noto per le sue opere dedicate alle api, che lavora al fianco dei suoi allievi dell’Accademia d’Arte di Varsavia Artem Dmytrenko e Filip Musiał.

Respirart day 2019

Fra gli esponenti d’arte ambientale è presente il Gruppo Terrae, formato da Giuseppe Dondi, Alberto Larcher, Roberto Rossi e Fabio Seppi, che propone un’installazione per accompagnare la rinascita delle foreste colpite dalla tempesta Vaia del 29 ottobre 2018. L’artista di Riva del Garda Giovanni Bailoni dedica un’opera al geologo e mineralista Déodat de Dolomieu (da cui è nato il nome Dolomia), in occasione dei primi dieci anni di Dolomiti UNESCO, assemblando le vecchie coperture delle baite dolomitiche. Invita l’uomo a guardare con gli occhi dell’albero, invece, l’installazione della studentessa dell’Accademia di Belle Arti di Venezia Martina Pomari. Al termine dell’evento "L’Arteritivo" della Cantina Endrizzi, una delle più antiche del Trentino, propone la degustazione di un vino che profuma dei boschi delle Dolomiti.

Info: www.respirart.com - www.latemar.it - [email protected], tel. 0462 813265

COMMENTI :

Notizie correlate

Un giorno con Napoleone
Un giorno con Napoleone
La manifestazione culturale "Un giorno con Napoleone" è organizzata dall’Associazione Amici del Luogo della Firma del Trattato di Campoformido col sostegno del Comune di Campoformido e con l’aiuto di molti altri enti e associazioni del territorio, ma anche internazionali.
By Francesca Meneghin
Poesia Festival '19, versi d'autore nel cuore dell'Emilia
Poesia Festival '19, versi d'autore nel cuore dell'Emilia
Dal 16 al 22 settembre torna l'evento promosso dai comuni delle Terre di Castelli: noti protagonisti del teatro, del cinema e della musica animeranno l'attesissima edizione numero 15
By Redazione
Ferragosto 2019. Ecco alcuni eventi nei borghi che vi sorprenderanno
Ferragosto 2019. Ecco alcuni eventi nei borghi che vi sorprenderanno
Non le solite feste patronali o festeggiamenti per l'Assunzione di Maria o San Rocco ma una serie di eventi in alcuni borghi che sicuramente vi rimarranno nel cuore.
By Redazione
Al Castello di Santa Severa va in onda un agosto... spettacolare!
Al Castello di Santa Severa va in onda un agosto... spettacolare!
Presso lo splendido maniero che sorge sulla spiaggia di Santa Marinella, nel Lazio, va in scena un'estate ricca di eventi imperdibili. Ecco tutti gli appuntamenti
By Redazione
Rock e poesia ad Agnone da non perdere!
Rock e poesia ad Agnone da non perdere!
Se per la fine di luglio ed i primi di agosto siete ad Agnone non perdetevi l'evento clou della rassegna Sonika Poietika, festival che riempe di arte e musica alcuni borghi del Molise.
By Nadia Calasso
Musica, arte e cinema da non perdere in Calabria
Musica, arte e cinema da non perdere in Calabria
Musica, arte e cinema da non perdere in Calabria per un estate ricca di emozioni. Ecco gli eventi se siete in vacanza tra i borghi di questa regione.
By Nadia Calasso

Piú letti del mese

Quattro passi… in 4 borghi fortificati
Quattro passi… in 4 borghi fortificati
Poker d’assi di borghi fortificati per andare alla scoperta della storia e delle curiosità. Leggende intrecciate ad arte e architettura, epopee medievali o rinascimentali che rivelano al visitatore tutta l’unicità di questi gioielli italiani
By Luciana Francesca Rebonato
4 borghi da non perdere per l’artigianato d’autore
4 borghi da non perdere per l’artigianato d’autore
Quattro borghi italiani che si distinguono per il loro artigianato, essenza di un’arte antica tramandata nei secoli. Un viaggio nella tipicità, itinerari emozionali che puntano i riflettori sull’unicità
By Luciana Francesca Rebonato
Sperlonga, l’antica perla dell’Impero
Sperlonga, l’antica perla dell’Impero
Sperlonga, piccolo centro della Riviera di Ulisse, è una continua sorpresa tra panorami e scorci caratteristici dove ci si deve far guidare esclusivamente dalla curiosità
By Luca Sartori
Ricetta: spaghetti alla colatura di alici, un piatto tipico della Costiera Amalfitana
Ricetta: spaghetti alla colatura di alici, un piatto tipico della Costiera Amalfitana
La Colatura di Alici è un prodotto tradizionale che negli anni ha caratterizzato gastronomicamente il piccolo borgo di pescatori di Cetara
By Redazione
Aci Trezza, Ciclopi e Acireale
Aci Trezza, Ciclopi e Acireale
La Riviera dei Ciclopi, che prende il nome dalle isole antistanti, è quel tratto di costa siciliana che va da Aci Castello ad Acireale
By Redazione
La leggenda dell'amore di Bora
La leggenda dell'amore di Bora
La storia della nascita di Trieste è legata alla leggenda di Bora, figlia del dio Vento.
By Ivan Pisoni
e-borghi travel - la rivista per chi ama viaggiare tra borghi e turismo slow

Sfoglia gratuitamente e-borghi travel, la tua nuova rivista di viaggi

Con il patrocinio di