Il borgo Bandiera Arancione del Touring Club Italiano propone un ricco apparato architettonico e scenari collinari di particolare bellezza.
 
Diventa partner
CERCA PER ZONA

Il borgo di Cocconato torna ad ospitare “Cocco Wine”, l’importante appuntamento enogastronomico di fine estate

Sat, 01 Sep 2018
Il borgo di Cocconato torna ad ospitare “Cocco Wine”, l’importante appuntamento enogastronomico di fine estate

Cocconato torna protagonista del Monferrato. Il primo ed il due settembre sarà infatti sede dell’ormai tradizionale evento enogastronomico di fine estate “Cocco Wine”, che vedrà il borgo trasformarsi in una straordinaria strada del vino dove le aziende agricole di Cocconato e del Monferrato metteranno in vetrina e faranno assaggiare i loro vini ed i loro prodotti ai tanti turisti.

Il programma prevede due giorni d’assaggi, dalle 17 alle 24, tra Piazza Cavour e via Roma, con protagoniste le aziende di Cocconato e del Monferrato, le Isole del Vino, gli stand gastronomici, il “Salotto di Cocco Wine” ed il Cortile del Collegio.

Ai vini tipici locali, tra cui la prestigiosa Barbera d’Asti Superiore, si uniranno i vini non locali protagonisti dell’edizione di quest’anno, quelli del Trentino, i rosati e l’Aglianico.

Tanto vino ma anche tante delizie gastronomiche tipiche della cucina monferrina tra cui i salumi, la deliziosa robiola di Cocconato, le confetture, il miele ed i tanti antipasti tipici piemontesi.

Cocco Wine è l’occasione giusta per scoprire Cocconato, arroccato sulla cima di un colle, tra i borghi più suggestivi della zona.

Principale centro della famiglia Radicati, è terra di vigne, pascoli e bovini che, con il loro ricco latte, consentono la produzione di uno dei formaggi più apprezzati del Monferrato, la robiola di Cocconato.

Le origini del borgo affondano nell’epoca romana, ma è stata soprattutto la potente famiglia Radicati a segnare la storia di questa zona, divenuta un piccolo stato autonomo che, oltre a godere di particolari privilegi batteva addirittura una sua moneta.

Anche i Savoia, tra il 1480 ed il 1586, avevano Cocconato tra i loro possedimenti, mentre nel XVII secolo il paese visse una fase di decadenza dovuta a carestie, pestilenze e saccheggi.

Fu poi Napoleone a far rinascere Cocconato, scegliendola come sede di una stazione del telegrafo ottico per collegare la capitale francese con Milano e Venezia. La torre del paese trasmetteva infatti i segnali provenienti da Torino, Superga e la vicina Albugnano girandoli ad altri colli che via via avrebbero portato il segnale a Milano.

Fu l’inizio del XX secolo a segnare per il paese l’espansione turistica ed alberghiera, periodo in cui il centro era animato da ben venti tra locande e alberghi, mentre oggi resta ancora viva la grande tradizione enogastronomica, celebrata dai suoi ristoranti e agriturismi.

Consigliabile visitare il borgo anche durante il suggestivo Palio degli Asini di fine settembre, per scoprire il quattrocentesco palazzo comunale, in stile gotico e dalle finestre in cotto decorato, la torre medievale, interessante punto panoramico sul Piemonte, l’imponente chiesa parrocchiale di Santa Maria della Consolazione, risalente alla seconda metà del XVII secolo, dalle belle vetrate e per i preziosi dipinti, con otto cappelle laterali un tempo proprietà delle nobili famiglie della zona, la chiesa della Trinità, eretta nel 1617 nei pressi di via Roma, a navata unica, che nella sacrestia custodisce apprezzabili arredi.

Da vedere anche la pieve, situata sulla cima di un poggio, la prima chiesa del paese intitolata alla Madonna della Neve, e particolarmente interessante il Santuario della Madonna delle Grazie, dalla facciata su tre livelli, ubicata sulla strada che porta alla frazione Maroero.

A far da cornice al borgo lo splendido scenario collinare monferrino, punteggiato di pievi, castelli e piccoli borghi, tra campi coltivati, boschi e valli.

COMMENTI :

Notizie correlate

Bolgherirun2020: l'evento che ti permette di scoprire gli angoli più belli della Toscana
Bolgherirun2020: l'evento che ti permette di scoprire gli angoli più belli della Toscana
Torna Bolgherirun, l'evento sportivo che permette di scoprire, attraverso il divertimento, il fantastico paesaggio della Toscana.
By Redazione
Civitas Medievale a Dozza: un viaggio nel tempo a due passi da Bologna
Civitas Medievale a Dozza: un viaggio nel tempo a due passi da Bologna
Da non perdere, all'inizio di marzo il borgo di Dozza ospiterà il pittoresco evento Civitas Medievale.
By Redazione
Un giorno con Napoleone
Un giorno con Napoleone
La manifestazione culturale "Un giorno con Napoleone" è organizzata dall’Associazione Amici del Luogo della Firma del Trattato di Campoformido col sostegno del Comune di Campoformido e con l’aiuto di molti altri enti e associazioni del territorio, ma anche internazionali.
By Francesca Meneghin
Poesia Festival '19, versi d'autore nel cuore dell'Emilia
Poesia Festival '19, versi d'autore nel cuore dell'Emilia
Dal 16 al 22 settembre torna l'evento promosso dai comuni delle Terre di Castelli: noti protagonisti del teatro, del cinema e della musica animeranno l'attesissima edizione numero 15
By Redazione
Ferragosto 2019. Ecco alcuni eventi nei borghi che vi sorprenderanno
Ferragosto 2019. Ecco alcuni eventi nei borghi che vi sorprenderanno
Non le solite feste patronali o festeggiamenti per l'Assunzione di Maria o San Rocco ma una serie di eventi in alcuni borghi che sicuramente vi rimarranno nel cuore.
By Redazione
Al Castello di Santa Severa va in onda un agosto... spettacolare!
Al Castello di Santa Severa va in onda un agosto... spettacolare!
Presso lo splendido maniero che sorge sulla spiaggia di Santa Marinella, nel Lazio, va in scena un'estate ricca di eventi imperdibili. Ecco tutti gli appuntamenti
By Redazione

Piú letti del mese

Ricetta: Pitta di patate
Ricetta: Pitta di patate
La pitta di patate alla pizzaiola è un piatto tipico salentino adatto sia per una cena o per un antipasto, da gustare sia caldo che freddo
By Redazione
Il panettone pasquale: La Pasimata della Garfagnana
Il panettone pasquale: La Pasimata della Garfagnana
Un dolce pasquale tipico della città di Lucca e i suoi dintorni. La pasimata della Garfagnana si contraddistingue per la presenza dell'uvetta
By Redazione
Lombardia da gustare: alcuni dei piatti tipici della tradizione nei borghi più belli
Lombardia da gustare: alcuni dei piatti tipici della tradizione nei borghi più belli
I borghi storici della Lombardia conservano perfettamente le tradizioni enogastronomiche del territorio, grazie alle mani esperte delle massaie che hanno saputo tramandare i segreti della cucina più antica di questa regione.
By Redazione
Ricetta: Torta al formaggio umbra
Ricetta: Torta al formaggio umbra
Un soffice rustico umbro da preparare durante la Settimana Santa e da gustare il giorno di Pasqua, anticamente portato in chiesa per farlo benedire
By Redazione
Paesaggi, scorci e sentieri tra i borghi dell'amore
Paesaggi, scorci e sentieri tra i borghi dell'amore
Per chi ama un viaggio sensoriale con note romantiche, la costa ligure e i borghi di Lucignano e Varenna sono ricchi di paesaggi, scorci e sentieri.
By Redazione
Nonantola: Storia del Duca diventato Monaco e dell’Abbazia da lui fondata
Nonantola: Storia del Duca diventato Monaco e dell’Abbazia da lui fondata
Il borgo di Nonantola, in Emilia, ospita la celebre Abbazia carica di storia e tesori. Il suo fondatore fu un personaggio coraggioso e carismatico che svestì i panni della nobiltà per abbracciare quelli più umili del monachesimo.
By Roberto Giarrusso
e-borghi travel - la rivista per chi ama viaggiare tra borghi e turismo slow

Sfoglia gratuitamente e-borghi travel, la tua nuova rivista di viaggi

Con il patrocinio di