Il borgo Bandiera Arancione del Touring Club Italiano propone un ricco apparato architettonico e scenari collinari di particolare bellezza.
 
CERCA PER ZONA

Il borgo di Cocconato torna ad ospitare “Cocco Wine”, l’importante appuntamento enogastronomico di fine estate

Sat, 01 Sep 2018
Il borgo di Cocconato torna ad ospitare “Cocco Wine”, l’importante appuntamento enogastronomico di fine estate

Cocconato torna protagonista del Monferrato. Il primo ed il due settembre sarà infatti sede dell’ormai tradizionale evento enogastronomico di fine estate “Cocco Wine”, che vedrà il borgo trasformarsi in una straordinaria strada del vino dove le aziende agricole di Cocconato e del Monferrato metteranno in vetrina e faranno assaggiare i loro vini ed i loro prodotti ai tanti turisti.

Il programma prevede due giorni d’assaggi, dalle 17 alle 24, tra Piazza Cavour e via Roma, con protagoniste le aziende di Cocconato e del Monferrato, le Isole del Vino, gli stand gastronomici, il “Salotto di Cocco Wine” ed il Cortile del Collegio.

Ai vini tipici locali, tra cui la prestigiosa Barbera d’Asti Superiore, si uniranno i vini non locali protagonisti dell’edizione di quest’anno, quelli del Trentino, i rosati e l’Aglianico.

Tanto vino ma anche tante delizie gastronomiche tipiche della cucina monferrina tra cui i salumi, la deliziosa robiola di Cocconato, le confetture, il miele ed i tanti antipasti tipici piemontesi.

Cocco Wine è l’occasione giusta per scoprire Cocconato, arroccato sulla cima di un colle, tra i borghi più suggestivi della zona.

Principale centro della famiglia Radicati, è terra di vigne, pascoli e bovini che, con il loro ricco latte, consentono la produzione di uno dei formaggi più apprezzati del Monferrato, la robiola di Cocconato.

Le origini del borgo affondano nell’epoca romana, ma è stata soprattutto la potente famiglia Radicati a segnare la storia di questa zona, divenuta un piccolo stato autonomo che, oltre a godere di particolari privilegi batteva addirittura una sua moneta.

Anche i Savoia, tra il 1480 ed il 1586, avevano Cocconato tra i loro possedimenti, mentre nel XVII secolo il paese visse una fase di decadenza dovuta a carestie, pestilenze e saccheggi.

Fu poi Napoleone a far rinascere Cocconato, scegliendola come sede di una stazione del telegrafo ottico per collegare la capitale francese con Milano e Venezia. La torre del paese trasmetteva infatti i segnali provenienti da Torino, Superga e la vicina Albugnano girandoli ad altri colli che via via avrebbero portato il segnale a Milano.

Fu l’inizio del XX secolo a segnare per il paese l’espansione turistica ed alberghiera, periodo in cui il centro era animato da ben venti tra locande e alberghi, mentre oggi resta ancora viva la grande tradizione enogastronomica, celebrata dai suoi ristoranti e agriturismi.

Consigliabile visitare il borgo anche durante il suggestivo Palio degli Asini di fine settembre, per scoprire il quattrocentesco palazzo comunale, in stile gotico e dalle finestre in cotto decorato, la torre medievale, interessante punto panoramico sul Piemonte, l’imponente chiesa parrocchiale di Santa Maria della Consolazione, risalente alla seconda metà del XVII secolo, dalle belle vetrate e per i preziosi dipinti, con otto cappelle laterali un tempo proprietà delle nobili famiglie della zona, la chiesa della Trinità, eretta nel 1617 nei pressi di via Roma, a navata unica, che nella sacrestia custodisce apprezzabili arredi.

Da vedere anche la pieve, situata sulla cima di un poggio, la prima chiesa del paese intitolata alla Madonna della Neve, e particolarmente interessante il Santuario della Madonna delle Grazie, dalla facciata su tre livelli, ubicata sulla strada che porta alla frazione Maroero.

A far da cornice al borgo lo splendido scenario collinare monferrino, punteggiato di pievi, castelli e piccoli borghi, tra campi coltivati, boschi e valli.

Notizie correlate

RespirArt Day 2019, 5 opere per i 10 anni di Dolomiti UNESCO
RespirArt Day 2019, 5 opere per i 10 anni di Dolomiti UNESCO
Sabato 27 luglio il Parco d’Arte di Pampeago, in Val di Fiemme (Trentino), invita a scoprirle in compagnia degli artisti e degli studenti delle accademie d’arte di Varsavia e Venezia
By Redazione
Musica, arte e cinema da non perdere in Calabria
Musica, arte e cinema da non perdere in Calabria
Musica, arte e cinema da non perdere in Calabria per un estate ricca di emozioni. Ecco gli eventi se siete in vacanza tra i borghi di questa regione.
By Nadia Calasso
Sarsina ed il Festival di Plauto
Sarsina ed il Festival di Plauto
Sarsina ed il Festival di Plauto sono una coppia che dura da ben 59 anni, la cui storia ha origini ancora più antiche, evento da non perdere se passate da Sarsina.
By Nadia Calasso
La città incantata 2019 al Castello di Santa Severa
La città incantata 2019 al Castello di Santa Severa
Zingaretti: il meeting internazionale cambia location ma non spirito e obiettivi
By Redazione
Calendario dei concerti nei borghi a luglio 2019
Calendario dei concerti nei borghi a luglio 2019
Un'imperdibile carrellata di concerti ed eventi musicali per gli amanti dei borghi e del buon sound
By Redazione
Le eccellenze emiliane in mostra  al Castello di Tabiano
Le eccellenze emiliane in mostra al Castello di Tabiano
Oggi sabato 6 e domani 7 aprile, presso l'affascinante maniero emiliano, si tiene la prima edizione di 'Fiori, saperi, sapori - Prodotti ed eccellenze della tradizione', che riunisce i migliori produttori locali, tra florovivaisti, chef e artigiani
By Redazione

Piú letti del mese

La leggenda di Aloisa, il fantasma degli innamorati del borgo di Grazzano Visconti
La leggenda di Aloisa, il fantasma degli innamorati del borgo di Grazzano Visconti
Un luogo incantato, ricostruito come il set di un film, e il suo fantasma, protettore dell'amore puro
By Ivan Pisoni
Ricetta: le Fave ncrapiate di Ostuni
Ricetta: le Fave ncrapiate di Ostuni
Assaggiamo i sapori tipici di uno dei più caratteristici borghi pugliesi, Ostuni
By Nadia Calasso
Ricetta: Pasta e patate nella Tajedda
Ricetta: Pasta e patate nella Tajedda
La pasta e patate nella "Tajedda" è un piatto della tradizione calabrese e soprattutto silana. Un primo piatto con ingredienti semplici e genuini, facile da preparare ed ottimo da gustare.
By Nadia Calasso
Ricetta: Sagne piccantine specialità d'Abruzzo
Ricetta: Sagne piccantine specialità d'Abruzzo
Sagne piccantine, specialità d'Abruzzo da assaggiare assolutamente se in uno di questi giorni estivi siete in vacanza in Abruzzo, una bontà che vi piacerà anche preparandola a casa.
By Nadia Calasso
Ricetta: Pan De Mej - Dolce tipico di Angera
Ricetta: Pan De Mej - Dolce tipico di Angera
Il Pan De Mej è un dolce tipico di Angera, un caratteristico borgo che si trova sul Lago Maggiore. Da assaggiare assolutamente e preparare a casa. Ecco la ricetta
By Nadia Calasso
Cornello dei Tasso - uno tra i borghi più belli d'Italia
Cornello dei Tasso - uno tra i borghi più belli d'Italia
Un piccolo e grazioso borgo tra le valli bergamasche - raggiungibile solo a piedi, un vero gioiellino da visitare!
By STEFANO PLATTI
e-borghi travel - la rivista per chi ama viaggiare tra borghi e turismo slow

Sfoglia gratuitamente e-borghi travel, la tua nuova rivista di viaggi

Con il patrocinio di