Il borgo romagnolo è molto legato agli antichi giocolieri di strada, tanto da dedicare loro un festival dal sapore squisitamente medievale
 
Diventa partner
CERCA PER ZONA

San Leo e la secolare tradizione dei giullari

Mon, 08 Apr 2019
San Leo e la secolare tradizione dei giullari

Erano dei simpatici burloni, dei... buffoni. E, detta così, sembra un'offesa bella e buona. Ma, in termini prettamente "professionali", si definivano in questa maniera prorio loro stessi. Stiamo parlando dei giullari, i giocolieri di strada che in epoca medievale allietavano i momenti di vita quotidiana dei passanti con balli, canti, suoni, acrobazie, imitazioni, scherzi, racconti di storie e di leggende.

Si appostavano vicino a una chiesa o alle bancarelle di un mercato, si intrufolavano nelle feste di paese rubando la scena in mezzo a una piazza gremita. Insomma, si guadagnavano da vivere facendo ridere la gente con la loro ironia e con quella che, già ai tempi dell'Impero Romano, veniva chiamata "satira". Bersaglio dei loro monologhi, infatti, erano spesso regnanti o governatori. E la satira politica, si sa, tirava già allora.   

Foto da www.altarimini.it

I primi giullari nacquero in Francia, ma l'etimologia della parola "giullare" deriva dal latino "jocus", che significa "gioco". Ecco perché questi artisti venivano considerati degli eterni Peter Pan: lavoravano giocando e il loro modo di fare risultava ridicolo, irriverente, stravagante. Per non parlare poi dei loro "outfit", colorati e sfavillanti, degni dei più eccentrici costumi di Carnevale. La figura del giullare si è evoluta nei secoli, declinandosi in modo più specialistico: i cantastorie, ad esempio, erano specializzati nel racconto di fiabe e credenze, i menestrelli nelle suonate romantiche. 

Il Forte di San Leo

Anche l'Italia ospitò i suoi giullari che, viaggiando per le città e i borghi dell'intera Penisola, raccolsero l'affetto degli abitanti. A San Leo, per esempio, i giullari sono ricordati ancora oggi come vere e proprie istituzioni secolari: a giugno di ogni anno, l'antico borgo in provincia di Rimini ricorda un importante riferimento storico, nonché l'arrivo di Francesco d'Assisi l'8 maggio 1213. Il Santo tenne una predica che conquistò il cuore del conte Orlando de Cattani, a tal punto da indurlo a donargli il monte della Verna, dove poi Francesco ricevette le Sacre Stimmate. Con il San Leo Giullari in Festival, i residenti del borgo rimettono in scena la vita di Francesco d’Assisi organizzando concerti, musical e spettacoli itineranti per le vie del paese con protagonisti giullari provenienti da ogni angolo d'Italia. E tornare al Medioevo diventa un gioco da ragazzi. 

COMMENTI :

Eventi a San Leo


Notizie correlate

La leggenda dell'amore di Bora
La leggenda dell'amore di Bora
La storia della nascita di Trieste è legata alla leggenda di Bora, figlia del dio Vento.
By Ivan Pisoni
La leggenda di Aloisa, il fantasma degli innamorati del borgo di Grazzano Visconti
La leggenda di Aloisa, il fantasma degli innamorati del borgo di Grazzano Visconti
Un luogo incantato, ricostruito come il set di un film, e il suo fantasma, protettore dell'amore puro
By Ivan Pisoni
Carloforte: un borgo da vedere dal vivo, non solo in tv
Carloforte: un borgo da vedere dal vivo, non solo in tv
Stanno per iniziare le riprese della terza stagione della fiction di Canale 5 'L'Isola di Pietro' e, per chi non fosse mai stato in questa località sarda, può essere l'occasione giusta: la produzione della serie tv sta cercando comparse...
By Joni Scarpolini
Acerenza, il borgo dei misteri... tra il Sacro Graal e la figlia di Dracula
Acerenza, il borgo dei misteri... tra il Sacro Graal e la figlia di Dracula
Secondo la leggenda, nella cattedrale del borgo lucano si nasconderebbe il Sacro Graal. E non solo: qui giacerebbe la salma della figlia del Conte Dracula
By Redazione
Bellagio, il borgo preferito dai big della storia
Bellagio, il borgo preferito dai big della storia
Tanti grandissimi personaggi del passato hanno soggiornato nella 'perla del Lago di Como'. Ecco chi erano...
By Joni Scarpolini
Bomarzo come Giza: alla scoperta della piramide nascosta
Bomarzo come Giza: alla scoperta della piramide nascosta
Nel Parco dei Mostri, vicino al borgo laziale, tra le gigantesche sculture mitologiche sorge un reperto dalla provenienza ancora misteriosa...
By Redazione

Piú letti del mese

Quattro passi… in 4 borghi fortificati
Quattro passi… in 4 borghi fortificati
Poker d’assi di borghi fortificati per andare alla scoperta della storia e delle curiosità. Leggende intrecciate ad arte e architettura, epopee medievali o rinascimentali che rivelano al visitatore tutta l’unicità di questi gioielli italiani
By Luciana Francesca Rebonato
4 borghi da non perdere per l’artigianato d’autore
4 borghi da non perdere per l’artigianato d’autore
Quattro borghi italiani che si distinguono per il loro artigianato, essenza di un’arte antica tramandata nei secoli. Un viaggio nella tipicità, itinerari emozionali che puntano i riflettori sull’unicità
By Luciana Francesca Rebonato
Sperlonga, l’antica perla dell’Impero
Sperlonga, l’antica perla dell’Impero
Sperlonga, piccolo centro della Riviera di Ulisse, è una continua sorpresa tra panorami e scorci caratteristici dove ci si deve far guidare esclusivamente dalla curiosità
By Luca Sartori
Ricetta: spaghetti alla colatura di alici, un piatto tipico della Costiera Amalfitana
Ricetta: spaghetti alla colatura di alici, un piatto tipico della Costiera Amalfitana
La Colatura di Alici è un prodotto tradizionale che negli anni ha caratterizzato gastronomicamente il piccolo borgo di pescatori di Cetara
By Redazione
Aci Trezza, Ciclopi e Acireale
Aci Trezza, Ciclopi e Acireale
La Riviera dei Ciclopi, che prende il nome dalle isole antistanti, è quel tratto di costa siciliana che va da Aci Castello ad Acireale
By Redazione
Genga, natura da record
Genga, natura da record
Per gli appassionati di arte e cultura il borgo marchigiano di Genga racconta la sua storia attraverso i suoi edifici storici, le sue chiese e i musei
By Luca Sartori
e-borghi travel - la rivista per chi ama viaggiare tra borghi e turismo slow

Sfoglia gratuitamente e-borghi travel, la tua nuova rivista di viaggi

Con il patrocinio di