La più grande risorsa online su borghi e turismo
Accedi alla community

Bomarzo come Giza: alla scoperta della piramide nascosta


Domenica 31 marzo 2019

Nel Parco dei Mostri, vicino al borgo laziale, tra le gigantesche sculture mitologiche sorge un reperto dalla provenienza ancora misteriosa...

Condividi
Bomarzo come Giza: alla scoperta della piramide nascosta

Bomarzo come Giza. Ebbene sì, alle porte del piccolo borgo laziale in provincia di Viterbo c'è un po' di "Egitto". Di recente, infatti, è stata scoperta una piramide nel cuore dell'impressionante Parco dei Mostri, famoso per le sue gigantesche sculture ritraenti personaggi mitologici. Un vero e proprio regno fantasy in cui, tra sterpaglie e foglie cadute dagli alberi, si nasconde una piramide di origine etrusca dalla datazione ancora al vaglio degli archeologi.

Tra questi studiosi spicca Salvatore Fosci, che nel 2008 ha deciso di prendersi cura degli scalini che scandiscono la parte visibile di questa piramide, occupandosi della manutenzione della vegetazione che fa da manto erboso al misterioso reperto storico chiamato "sasso del predicatore" o "altare piramidale". La zona in cui sorge la piramide è ricchissima di resti non solo etruschi ma anche preistorici, per questo stabilirne con assoluta precisione la provenienza è ancora difficile. 

La piramide etrusca

Così come non è affatto semplice raggiungere la piramide: bisogna dotarsi di un device gps in grado di leggere le coordinate scritte sul sito della piramide (42° 30′ 17″ Nord e 12° 15′ 60″ Est), il che rende ancora più affascinante l'escursione nei meandri dei boschi della Tuscia. Dunque, se siete dalle parti di Bomarzo, non limitatevi a visitare l'incantevole borgo medievale, ma addentratevi anche nel Parco dei Mostri: vi aspetta un'avventura degna di Indiana Jones!

Condividi
cos'altro vuoi scoprire?
e-borghi 2019-2020 Tutti i diritti riservati • 3S Comunicazione - P. IVA 08058230965
Corso Buenos Aires, 92 - 20124 Milano | 02 87071950