Poker d’assi di borghi fortificati per andare alla scoperta della storia e delle curiosità. Leggende intrecciate ad arte e architettura, epopee medievali o rinascimentali che rivelano al visitatore tutta l’unicità di questi gioielli italiani
 
Diventa partner
CERCA PER ZONA

Quattro passi… in 4 borghi fortificati

Tue, 31 Dec 2019
Quattro passi… in 4 borghi fortificati

4 Borghi fortificati che incuriosiscono per il loro volto difensivo. E dentro le mura che cingono secoli di storia, ecco il nucleo antico di borghi che sembrano sospesi nel tempo e che hanno molto da raccontare.

Capolavori d’arte custoditi tenacemente nel tempo dentro mura difensive. I borghi fortificati sono una scoperta continua, costellano l’Italia e rappresentano un unicum – appunto – da tutelare e conoscere. Noi ve ne proponiamo quattro, per iniziare questo viaggio alla ricerca di eccellenza e valenza. 

Spello (Umbria)

Spello

Spello conserva la sua immagine di borgo antico con le vecchie case in arenaria che si affacciano su vicoli stretti, orti sospesi su ampi panorami, ripide scalinate, portoni e androni. La cinta muraria del borgo di Spello è fra le meglio conservate d’Italia e al suo interno si celano tesori di pregio fra i quali la porta Consolare - realizzata in calcare del Subasio -, con torre medievale e statue marmoree, cui fa da contrafforte l’ingresso settentrionale del borgo, ovvero la porta romana dell’Arce. Si allunga su uno sperone del Subasio, il borgo di Spello, e più di ogni altro luogo dell’Umbria serba memorie romane, come la porta Venere di età augustea. E da re è il suo olio, al quale Spello dedica nella penultima domenica di carnevale un corteo con i raccoglitori di olive.

Glorenza (Alto Adige)

Glorenza

E’ la località più piccola dell’Alto Adige e, al contempo, il più grande borgo fortificato della regione. E’ antica, Glorenza, circondata da mura medievali e attraversata da portici del XIII secolo, mentre le stradine del centro storico esibiscono in parata case patrizie e abitazioni con facciate gotiche. Varcando i portoni delle abitazioni, si rimane incantati dai cortili interni, nei quali permane il carattere agricolo del borgo. Passeggiando nel borgo, sono da conoscere la chiesa parrocchiale di San Pancrazio e la chiesa di chiesa di San Giacomo di Söles. A custodire queste gemme sono le mura, erette dall’imperatore Massimiliano a difesa della località.

Sabbioneta (Lombardia)

Sabbioneta

Dal 2008 il borgo di Sabbioneta è annoverato – insieme a Mantova - nel patrimonio dell’Unesco. Un borgo che si staglia vicino al Po, nel cuore della Pianura Padana, e che raccoglie nella sua cinta muraria esagonale lo scrigno urbano. E non un nucleo qualsiasi, bensì quello voluto da Vespasiano Gonzaga secondo le proporzioni e l’ideale di armonia simboleggiate nel disegno dell’uomo vitruviano di Leonardo da Vinci. Per accedere alla cittadella, vi sono due porte: la più antica è porta Vittoria, a ovest, mentre porta Imperiale è del 1579 e si presenta rivestita in marmo. Da scoprire a Sabbioneta sono innanzitutto il palazzo Ducale e il suo giardino, seguiti a ruota dalla Galleria degli Antichi e il teatro olimpico dello Scamozzi.

Montagnana (Veneto)

Montagnana

Ventiquattro torri e quattro porte. Sono i numeri della cinta muraria del borgo di Montagnana, fatta costruire da Francesco Il Vecchio da Carrara tra il 1360 ed il 1362. Montagnana è un perfetto esempio di roccaforte medievale e le possenti mura, fra le più celebri e intatte in Europa, disegnano un irregolare rettangolo e si alzano sopra l'erba verde del fossato. Nel borgo, ritmato da portici, c’è molto da scoprire, a iniziare dall’imponente Castello di S. Zeno, dal mastio e da un edificio di stile veneziano nel quale è ospitato il Museo Civico “Giacomelli”. Nella collezione museale sono conservati i reperti provenienti dalla necropoli romana della “Gens vassidia”, vicina al centro storico.

COMMENTI :

Notizie correlate

La leggenda dell'amore di Bora
La leggenda dell'amore di Bora
La storia della nascita di Trieste è legata alla leggenda di Bora, figlia del dio Vento.
By Ivan Pisoni
La leggenda di Aloisa, il fantasma degli innamorati del borgo di Grazzano Visconti
La leggenda di Aloisa, il fantasma degli innamorati del borgo di Grazzano Visconti
Un luogo incantato, ricostruito come il set di un film, e il suo fantasma, protettore dell'amore puro
By Ivan Pisoni
Carloforte: un borgo da vedere dal vivo, non solo in tv
Carloforte: un borgo da vedere dal vivo, non solo in tv
Stanno per iniziare le riprese della terza stagione della fiction di Canale 5 'L'Isola di Pietro' e, per chi non fosse mai stato in questa località sarda, può essere l'occasione giusta: la produzione della serie tv sta cercando comparse...
By Joni Scarpolini
San Leo e la secolare tradizione dei giullari
San Leo e la secolare tradizione dei giullari
Il borgo romagnolo è molto legato agli antichi giocolieri di strada, tanto da dedicare loro un festival dal sapore squisitamente medievale
By Joni Scarpolini
Acerenza, il borgo dei misteri... tra il Sacro Graal e la figlia di Dracula
Acerenza, il borgo dei misteri... tra il Sacro Graal e la figlia di Dracula
Secondo la leggenda, nella cattedrale del borgo lucano si nasconderebbe il Sacro Graal. E non solo: qui giacerebbe la salma della figlia del Conte Dracula
By Redazione
Bellagio, il borgo preferito dai big della storia
Bellagio, il borgo preferito dai big della storia
Tanti grandissimi personaggi del passato hanno soggiornato nella 'perla del Lago di Como'. Ecco chi erano...
By Joni Scarpolini

Piú letti del mese

4 borghi da non perdere per l’artigianato d’autore
4 borghi da non perdere per l’artigianato d’autore
Quattro borghi italiani che si distinguono per il loro artigianato, essenza di un’arte antica tramandata nei secoli. Un viaggio nella tipicità, itinerari emozionali che puntano i riflettori sull’unicità
By Luciana Francesca Rebonato
Sperlonga, l’antica perla dell’Impero
Sperlonga, l’antica perla dell’Impero
Sperlonga, piccolo centro della Riviera di Ulisse, è una continua sorpresa tra panorami e scorci caratteristici dove ci si deve far guidare esclusivamente dalla curiosità
By Luca Sartori
Ricetta: spaghetti alla colatura di alici, un piatto tipico della Costiera Amalfitana
Ricetta: spaghetti alla colatura di alici, un piatto tipico della Costiera Amalfitana
La Colatura di Alici è un prodotto tradizionale che negli anni ha caratterizzato gastronomicamente il piccolo borgo di pescatori di Cetara
By Redazione
Aci Trezza, Ciclopi e Acireale
Aci Trezza, Ciclopi e Acireale
La Riviera dei Ciclopi, che prende il nome dalle isole antistanti, è quel tratto di costa siciliana che va da Aci Castello ad Acireale
By Redazione
Genga, natura da record
Genga, natura da record
Per gli appassionati di arte e cultura il borgo marchigiano di Genga racconta la sua storia attraverso i suoi edifici storici, le sue chiese e i musei
By Luca Sartori
La leggenda dell'amore di Bora
La leggenda dell'amore di Bora
La storia della nascita di Trieste è legata alla leggenda di Bora, figlia del dio Vento.
By Ivan Pisoni
e-borghi travel - la rivista per chi ama viaggiare tra borghi e turismo slow

Sfoglia gratuitamente e-borghi travel, la tua nuova rivista di viaggi

Con il patrocinio di