Si celebra due volte l'anno, a Pasqua e a Ferragosto, e mentre tutt'Italia si prepara a fuochi d'artificio, grigliate e battaglie con palloncini d'acqua, Orsogna è pronta con i suoi leggendari Talami
 
Diventa partner
CERCA PER ZONA

La leggenda dei Talami di Orsogna

Wed, 15 Aug 2018
La leggenda dei Talami di Orsogna

Orsgona, borgo in provincia di Chieti, Abruzzo, luogo famoso per i suoi Talami, rappresentazioni sacre viventi, come quei presepi viventi che allietano i cuori durante il periodo natalizio. Cercando una curiosità per la festa di ferragosto mi sono imbattuto in questa peculiarità tutta particolare. Una chiesa e un quadro misterioso, entrambi distrutti durante la guerra, e una tradizione che si perde nei tempi che celebra un'attesa. L'attesa di un miracolo.

Questa storia inizia lungo il belvedere del borgo di Orsogna, luogo, dove in antichità, i paesani usavano rilassarsi all'ombra di un albero di fico. Narra la leggenda che un giorno, una figura di donna, bellissima e soave, apparve in quel luogo, ammaliando con il suo fare gentile e sacro i pochi presenti. Era Maria Santissima.

La figura, aprendo le braccia, chiese ai presenti di edificare a lei un monumento e i paesani, spargendo la voce circa la miracolosa apparizione, attrassero una moltitudine di credenti. Così iniziarono la costruzione della Chiesa della Santissima Madonna del Rifugio, proprio lì, dove la Madonna apparve, nel luogo del belvedere di Orsogna.

La Madonna NeraLa leggenda continua attribuendo a San Luca lo straordinario dipinto posto sull'abside, la Madonna Nera, così chiamato per i suoi colori cupi. Straordinario, e miracoloso, perché alcuni affermano di aver visto il volto del dipinto da scuro diventare chiaro, o di aver visto gli occhi muoversi verso la mezzanotte... Nacque così la festa della Madonna del Rifugio.

Durante i secoli, folle di credenti riempivano la piccola chiesa in attesa del miracolo, che sembra si verificasse solo durante il periodo pasquale. Una pubblicità recitava "L'attesa del piacere è essa stessa il piacere", cosa che si addice a questa storia fino ad un certo punto. Infatti, è l'attesa tra i credenti che ha fatto riapparire la figura della Madonna tra i paesani in attesa sotto forma di Talami.

I talami sono delle raffigurazioni bibliche viventi che due volte l'anno solcano le strade di Orsogna per riportare alla luce quella tradizione e quel miracolo di devozione che rappresentavano la chiesetta e il miracoloso dipinto. Una devozione che non può che lasciare ammirazione per un tempo che fu e per una fede incrollabile. Una fede che neanche le disgrazie possono affievolire.

Quest'anno, ad Orsogna non è certo eccezione. Già i Talami sono pronti per affascinare e sorprendere quei fortunati presenti che stasera prenderanno parte alla manifestazione.

Che voi siate ad Orsogna o in qualsiasi altro borgo, beh, buon Ferragosto.

Foto talamiorsogna.it

COMMENTI :

Eventi a Orsogna


Notizie correlate

La leggenda dell'amore di Bora
La leggenda dell'amore di Bora
La storia della nascita di Trieste è legata alla leggenda di Bora, figlia del dio Vento.
By Ivan Pisoni
La leggenda di Aloisa, il fantasma degli innamorati del borgo di Grazzano Visconti
La leggenda di Aloisa, il fantasma degli innamorati del borgo di Grazzano Visconti
Un luogo incantato, ricostruito come il set di un film, e il suo fantasma, protettore dell'amore puro
By Ivan Pisoni
Carloforte: un borgo da vedere dal vivo, non solo in tv
Carloforte: un borgo da vedere dal vivo, non solo in tv
Stanno per iniziare le riprese della terza stagione della fiction di Canale 5 'L'Isola di Pietro' e, per chi non fosse mai stato in questa località sarda, può essere l'occasione giusta: la produzione della serie tv sta cercando comparse...
By Joni Scarpolini
San Leo e la secolare tradizione dei giullari
San Leo e la secolare tradizione dei giullari
Il borgo romagnolo è molto legato agli antichi giocolieri di strada, tanto da dedicare loro un festival dal sapore squisitamente medievale
By Joni Scarpolini
Acerenza, il borgo dei misteri... tra il Sacro Graal e la figlia di Dracula
Acerenza, il borgo dei misteri... tra il Sacro Graal e la figlia di Dracula
Secondo la leggenda, nella cattedrale del borgo lucano si nasconderebbe il Sacro Graal. E non solo: qui giacerebbe la salma della figlia del Conte Dracula
By Redazione
Bellagio, il borgo preferito dai big della storia
Bellagio, il borgo preferito dai big della storia
Tanti grandissimi personaggi del passato hanno soggiornato nella 'perla del Lago di Como'. Ecco chi erano...
By Joni Scarpolini

Piú letti del mese

Quattro passi… in 4 borghi fortificati
Quattro passi… in 4 borghi fortificati
Poker d’assi di borghi fortificati per andare alla scoperta della storia e delle curiosità. Leggende intrecciate ad arte e architettura, epopee medievali o rinascimentali che rivelano al visitatore tutta l’unicità di questi gioielli italiani
By Luciana Francesca Rebonato
4 borghi da non perdere per l’artigianato d’autore
4 borghi da non perdere per l’artigianato d’autore
Quattro borghi italiani che si distinguono per il loro artigianato, essenza di un’arte antica tramandata nei secoli. Un viaggio nella tipicità, itinerari emozionali che puntano i riflettori sull’unicità
By Luciana Francesca Rebonato
Sperlonga, l’antica perla dell’Impero
Sperlonga, l’antica perla dell’Impero
Sperlonga, piccolo centro della Riviera di Ulisse, è una continua sorpresa tra panorami e scorci caratteristici dove ci si deve far guidare esclusivamente dalla curiosità
By Luca Sartori
Ricetta: spaghetti alla colatura di alici, un piatto tipico della Costiera Amalfitana
Ricetta: spaghetti alla colatura di alici, un piatto tipico della Costiera Amalfitana
La Colatura di Alici è un prodotto tradizionale che negli anni ha caratterizzato gastronomicamente il piccolo borgo di pescatori di Cetara
By Redazione
Genga, natura da record
Genga, natura da record
Per gli appassionati di arte e cultura il borgo marchigiano di Genga racconta la sua storia attraverso i suoi edifici storici, le sue chiese e i musei
By Luca Sartori
Aci Trezza, Ciclopi e Acireale
Aci Trezza, Ciclopi e Acireale
La Riviera dei Ciclopi, che prende il nome dalle isole antistanti, è quel tratto di costa siciliana che va da Aci Castello ad Acireale
By Redazione
e-borghi travel - la rivista per chi ama viaggiare tra borghi e turismo slow

Sfoglia gratuitamente e-borghi travel, la tua nuova rivista di viaggi

Con il patrocinio di