Il “merletto a tombolo” offidiano è sempre più apprezzato e conosciuto. Scopriamo da vicino questa eccellenza del nostro artigianato.
 
Diventa partner
CERCA PER ZONA

Artigianato di Offida: scopriamo il celebre Merletto a Tombolo

Thu, 19 Oct 2017
Artigianato di Offida: scopriamo il celebre Merletto a Tombolo

Raccontare l’artigianato è un fatto da prendere molto sul serio. Sì, perché dietro alle molte lavorazioni di tessuti, vetri, metalli e via dicendo si nascondono storie di rispetto per le i materiali migliori e per le tradizioni. Occorre molta attenzione ai dettagli, dedizione e fatica. A prodotto ultimato, l’opera d’artigianato diventa comunicativa: è capace di raccontare una storia che parla di uno specifico territorio e delle sue genti. Oggi vi parliamo del merletto a tombolo dal borgo di Offida, nelle Marche.

UN PO’ DI STORIA

La nascita del merletto a tombolo si perde nella storia: le prime testimonianze di quest’arte nella lavorazione del pizzo sono contenute negli affreschi, dipinti, libri e modellari datati già al 1500-1600. Il primo documento che fa cenno al merletto prodotto in Offida è datato 1511 ed è relativo ad un’offerta di pizzi da parte del Comune di Offida alla chiesa della Croce Santa, per soddisfare un voto fatto dalla cittadinanza, onde ottenere la fine della peste del 1507. Personalità religiose di origine offidana, affermate in campo nazionale, usavano il merletto prodotto in Offida per ornare i corredi sacri. Questa attività artigianale portò sostentamento alle famiglie offidane e lustro al territorio per oltre IV secoli, ma la vera consacrazione del merletto a tombolo nei mercati europei ed extraeuropei, arrivò nel 1900. Il merletto a tombolo raccolse sempre più consensi e premiazioni.

Il marchio "Merletto a Tombolo di Offida" contraddistingue la produzione offidana di merletti artistici e tradizionali, a tutela della denominazione d’origine ed ai fini della difesa e della conservazione delle caratteristiche formali e produttive. Può essere utilizzato esclusivamente da parte dei produttori che siano iscritti al registro dei produttori offidani di merletti, appositamente istituito dal Comune di Offida.

Nel 2010 è stata inaugurata “Via del Merletto”, una via storicamente dedita alla lavorazione del merletto a tombolo, con l’istallazione di targhe e pannelli esplicativi.

 merletto a tombolo Offida

LA TECNICA

In che cosa consiste la speciale lavorazione dei pizzi di Offida, ufficialmente definiti “merletti a tombolo”?

E’ innanziatutto necessario sapere che il “tombolo” rappresenta lo strumento sul quale viene lavorato il pizzo. E’ un cuscinetto imbottito, posto su un reggitombolo in legno chiamato “prepenna”.

Occorrono poi i fuselli in legno (in dialetto li “cannjtt”), gli spilli, il filo (lino, canapa, seta, cotone, uniti talvolta a fili d’argento e d’oro) ed il disegno del merletto che si andrà a realizzare, generalmente fatto su cartoncino rigido. Per alcuni lavori è necessario l’utilizzo di un uncinetto molto sottile ( in dialetto “l’aghitt”).

Dopo aver fissato il disegno sul tombolo, si avvolge il filo ad ogni coppia di fuselli, sempre nello stesso verso poi, una volta fermati con le spille i fuselli sul disegno, si può iniziare il lavoro che consiste in due movimenti: girare ed incrociare. Con questo procedimento si da’ luogo ai punti, con i quali si possono realizzare merletti leggeri e trasparenti, intessuti di volute, fogliami, frutti, fiori, stelle ed altri svariati motivi.

Il merletto di Offida può essere realizzato attraverso con quattro punti, che variano nella tipologia del disegno, nella tecnica di lavorazione e sul numero dei fuselli utilizzati per eseguire il lavoro:

  • punto Nastrino: si presenta come un nastrino (stradina) lavorato a punto tela o mezzo punto legato con delle barrette (travette) a formare diversi motivi.
  • punto Antico: lavorazione con un numero variabile e considerevole di fuselli, anche centinaia. Si può dividere in: a filo continuo, a nastrino o stradina, figurativo.
  • punto Venezia: lavorazione con minimo 9 coppie di fuselli. Vengono realizzate viole, fiori, rose con rete esagonale.
  • punto “Rosalin” (rosalia): lavorazione con minimo 5 coppie di fuselli. È caratterizzato da rosette rotonde con inserti di rete.
COMMENTI :

Eventi a Offida

  • Santa Croce
    03-05-2020 | Offida (AP)
    Feste patronali

    Aggiungi al tuo calendario 2020-05-03 2020-05-03 Europe/Rome Santa Croce Offida

    Borgo di Offida

  • GustandOffida
    11-07-2020 | Offida (AP)
    Festival

    Aggiungi al tuo calendario 2020-07-11 2020-07-11 Europe/Rome GustandOffida È una manifestazione organizzata dalla Pro Loco in collaborazione con il Comune una vera e propria cena itinerante per le vie del centro storico, alla scoperta di angoli nascosti e suggestivi. Offida

    È una manifestazione organizzata dalla Pro Loco in collaborazione con il Comune una vera e propria cena itinerante per le vie del centro storico, alla scoperta di angoli nascosti e suggestivi.

    Borgo di Offida

  • Sagra del Chichì Ripieno
    Dal 01-08-2020 Al 02-08-2020 | Offida (AP)
    Sagre

    Aggiungi al tuo calendario 2020-08-01 2020-08-02 Europe/Rome Sagra del Chichì Ripieno È una sagra di lunga tradizione dedicata al Chichì, prodotto tipico della gastronomia offidana. La sagra si svolge la prima domenica di agosto in Piazza del Popolo, dove è possibile degustare oltre al Chichì anche del buon vino locale, il tutto accompagnato dalla musica di affermati gruppi locali e non. Offida

    È una sagra di lunga tradizione dedicata al Chichì, prodotto tipico della gastronomia offidana. La sagra si svolge la prima domenica di agosto in Piazza del Popolo, dove è possibile degustare oltre...

    Borgo di Offida

  • Festa del Beato Bernardo
    Dal 22-08-2020 Al 23-08-2020 | Offida (AP)
    Ricorrenze religiose

    Aggiungi al tuo calendario 2020-08-22 2020-08-23 Europe/Rome Festa del Beato Bernardo Nel quartiere dei Cappuccini. Il programma religioso inizia con una serie di messe celebrate nella chiesa della casa natale del Beato Bernardo e prosegue la sera del 22 agosto, giorno della morte del Beato avvenuta nel 1694, in cui si svolge la solenne processione lungo le vie del paese; il giorno della festa vengono celebrate diverse messe nella chiesa dei Cappuccini, dove i fedeli si recano in visita alla cameretta del Beato Bernardo. Offida

    Nel quartiere dei Cappuccini. Il programma religioso inizia con una serie di messe celebrate nella chiesa della casa natale del Beato Bernardo e prosegue la sera del 22 agosto, giorno della morte del Beato...

    Borgo di Offida

  • Sagra del Castrato e degli Strozzapreti
    Dal 26-08-2020 Al 31-08-2020 | Offida (AP)
    Sagre

    Aggiungi al tuo calendario 2020-08-26 2020-08-31 Europe/Rome Sagra del Castrato e degli Strozzapreti È una sagra che si svolge nell’ultima settimana di agosto nella frazione di Borgo Miriam. In questa occasione è possibile assaggiare gli strozzapreti conditi con sugo di pomodoro ed il castrato cucinato in spezzatino. Offida

    È una sagra che si svolge nell’ultima settimana di agosto nella frazione di Borgo Miriam. In questa occasione è possibile assaggiare gli strozzapreti conditi con sugo di pomodoro ed il castrato cucinato...

    Borgo di Offida


Notizie correlate

La leggenda dell'amore di Bora
La leggenda dell'amore di Bora
La storia della nascita di Trieste è legata alla leggenda di Bora, figlia del dio Vento.
By Ivan Pisoni
La leggenda di Aloisa, il fantasma degli innamorati del borgo di Grazzano Visconti
La leggenda di Aloisa, il fantasma degli innamorati del borgo di Grazzano Visconti
Un luogo incantato, ricostruito come il set di un film, e il suo fantasma, protettore dell'amore puro
By Ivan Pisoni
Carloforte: un borgo da vedere dal vivo, non solo in tv
Carloforte: un borgo da vedere dal vivo, non solo in tv
Stanno per iniziare le riprese della terza stagione della fiction di Canale 5 'L'Isola di Pietro' e, per chi non fosse mai stato in questa località sarda, può essere l'occasione giusta: la produzione della serie tv sta cercando comparse...
By Joni Scarpolini
San Leo e la secolare tradizione dei giullari
San Leo e la secolare tradizione dei giullari
Il borgo romagnolo è molto legato agli antichi giocolieri di strada, tanto da dedicare loro un festival dal sapore squisitamente medievale
By Joni Scarpolini
Acerenza, il borgo dei misteri... tra il Sacro Graal e la figlia di Dracula
Acerenza, il borgo dei misteri... tra il Sacro Graal e la figlia di Dracula
Secondo la leggenda, nella cattedrale del borgo lucano si nasconderebbe il Sacro Graal. E non solo: qui giacerebbe la salma della figlia del Conte Dracula
By Redazione
Bellagio, il borgo preferito dai big della storia
Bellagio, il borgo preferito dai big della storia
Tanti grandissimi personaggi del passato hanno soggiornato nella 'perla del Lago di Como'. Ecco chi erano...
By Joni Scarpolini

Piú letti del mese

Quattro passi… in 4 borghi fortificati
Quattro passi… in 4 borghi fortificati
Poker d’assi di borghi fortificati per andare alla scoperta della storia e delle curiosità. Leggende intrecciate ad arte e architettura, epopee medievali o rinascimentali che rivelano al visitatore tutta l’unicità di questi gioielli italiani
By Luciana Francesca Rebonato
4 borghi da non perdere per l’artigianato d’autore
4 borghi da non perdere per l’artigianato d’autore
Quattro borghi italiani che si distinguono per il loro artigianato, essenza di un’arte antica tramandata nei secoli. Un viaggio nella tipicità, itinerari emozionali che puntano i riflettori sull’unicità
By Luciana Francesca Rebonato
Sperlonga, l’antica perla dell’Impero
Sperlonga, l’antica perla dell’Impero
Sperlonga, piccolo centro della Riviera di Ulisse, è una continua sorpresa tra panorami e scorci caratteristici dove ci si deve far guidare esclusivamente dalla curiosità
By Luca Sartori
Ricetta: spaghetti alla colatura di alici, un piatto tipico della Costiera Amalfitana
Ricetta: spaghetti alla colatura di alici, un piatto tipico della Costiera Amalfitana
La Colatura di Alici è un prodotto tradizionale che negli anni ha caratterizzato gastronomicamente il piccolo borgo di pescatori di Cetara
By Redazione
Genga, natura da record
Genga, natura da record
Per gli appassionati di arte e cultura il borgo marchigiano di Genga racconta la sua storia attraverso i suoi edifici storici, le sue chiese e i musei
By Luca Sartori
Aci Trezza, Ciclopi e Acireale
Aci Trezza, Ciclopi e Acireale
La Riviera dei Ciclopi, che prende il nome dalle isole antistanti, è quel tratto di costa siciliana che va da Aci Castello ad Acireale
By Redazione
e-borghi travel - la rivista per chi ama viaggiare tra borghi e turismo slow

Sfoglia gratuitamente e-borghi travel, la tua nuova rivista di viaggi

Con il patrocinio di