Sono ben 6 i patrimoni dell'umanità UNESCO in Campania: ecco cosa non lasciarsi scappare.
 
CERCA PER ZONA

Siti Unesco in Campania: 6 meraviglie tutte da scoprire

Siti Unesco in Campania: 6 meraviglie tutte da scoprire>

ll nostro Paese è ricco di meraviglie dal valore culturale, architettonico e naturale inestimabile: sono infatti 53 i siti italiani entrati a far parte del patrimonio mondiale UNESCO. Un punto d’orgoglio per il nostro territorio che ci spinge sempre di più a rivolgere l’attenzione all’interno dei nostri confini e ci porta ad esplorare luoghi da sempre conosciuti, ma mai visitati. Spesso questi punti d’interesse spingono a rivolgere la programmazione di un’intera vacanza verso una regione italiana, altre volte, più semplicemente, ci spingono a trascorrere i nostri fine settimana alla scoperta della regione nella quale viviamo.

E’ pensando a questa esigenza che abbiamo deciso di mappare i 6 siti UNESCO racchiusi in Campania: buona scoperta!

 

Spaccanapoli

  1. Centro storico di Napoli - anno di iscrizione: 1995 | Categoria: sito culturale

Napoli, città sognante fondata dai coloni greci nel 470 a.C con il nome di Neapolis, ha un cuore d’oro, diviso in due dalla celebre Spaccanapoli. Questa celebre strada partenopeadivide il nord e il sud del centro storico, ricco di profumi, colori, ma anche tanto caos e traffico. Il centro di Napoli ha un qualcosa di altamente nobile, ma anche popolare; antico e al tempo stesso dinamico e inarrestabile. Questo centro storico è stato al centro di eventi storici fondamentali, e culla delle più sopraffine correnti artistiche di ogni epoca, da quella greco- romana a quella bizantina, dai normanni al Rinascimento, fino alle opere contemporanee.

 Pompei

  1. Aree archeologiche di Pompei, Ercolano e Torre Annunziata - anno di iscrizione: 1997 | Categoria: monumento/sito archeologico

Il 24 agosto dell’anno 79 d. C., un’eruzione del Vesuvio seppellì le due fiorenti città romane di Pompei ed Ercolano, insieme a tutte le loro ricche abitazioni. A cominciare dalla metà del ‘900, queste preziose testimonianze sono state riesumate e oggi possono essere godute dal pubblico.

Gli scavi pompeiani sovrastano in abbondanza quelli più limitati di Ercolano, tuttavia, questi ultimi risultano meglio conservati. Le pitture murali di Villa Oplontis di Torre Annunziata invece, rappresentano una testimonianza vivente dell’opulento tenore di vita dei cittadini più ricchi dei primi anni dell’Impero romano.

 Reggia Caserta

  1. Il Palazzo Reale del XVIII sec. di Caserta con il parco, l’Acquedotto vanvitelliano e il Complesso di S. Leucio - anno di iscrizione: 1997 | Categoria: sito culturale

Il complesso monumentale di Caserta, creato da Carlo III di Borbone alla metà del XVIII secolo al fine di rivaleggiare con Versailles e Madrid, si compone di un grandioso palazzo con il suo parco, i giardini, un’area naturale, i padiglioni di caccia e un complesso industriale per la produzione della seta. Una chiara e concreta espressione del periodo illuminista, ben integrata e non imposta nel proprio contesto ambientale

 Parco Cilento

  1. Parco Nazionale del Cilento e del Vallo di Diano con i siti archeologici di Paestum e Velia e la Certosa di Padula - anno di iscrizione: 1998 | Categoria: paesaggio culturale

La zona del Cilento rappresenta un paesaggio culturale di qualità eccezionale. In questo territorio è possibile trovare santuari ed edifici di grande valore, disseminati lungo le tre catene. Vera e propria frontiera tra le colonie greche della Magna Grecia e gli indigeni popoli etruschi e lucani, il sito conserva le vestigia di due importanti città classiche: Paestum e Velia.

 Costiera Amalfitana

  1. Costiera Amalfitana - anno di iscrizione: 1997 | Categoria: sito culturale

Varietà della fauna e della flora e incontrastata bellezza: la costiera amalfitana non può lasciare indifferenti. Quest’area risulta popolosa sin da tempi antichi, dall’inizio del Medioevo. Comprende una vasta quantità di cittadine come Amalfi e Ravello che ospitano notevoli capolavori artistici ed architettonici. Le zone agricole testimoniano la capacità di adattamento dei suoi abitanti, che hanno saputo sfruttare al meglio i diversi tipi di terreno, coltivando “a terrazza” i vigneti ed i frutteti (zone inferiori) e praticando la pastorizia (zone superiori).

Longobardi

  1.  "I Longobardi in Italia. I luoghi del potere (568-774 d.C.)" - anno di iscrizione: 2011

La serie comprende le più importanti testimonianze monumentali Longobarde esistenti sul territorio italiano si trovano proprio qui, in Campania: i domini dei più importanti Ducati Longobardi erano siti proprio in queste zone: un chiaro esempio ne è il borgo di Sant’Agata de’Goti.

Ad aggiudicarsi l’onorificenza UNESCO la chiesa di Santa Sofia a Benevento - una delle strutture longobarde più complesse e meglio conservate dell'epoca che, sulle pareti, mostra ancora importanti brani dei cicli pittorici altomedievali, testimonianza più alta della  "pittura beneventana" .

 

Eventi a Sant’Agata de’ Goti


Notizie correlate

Carloforte: un borgo da vedere dal vivo, non solo in tv
Carloforte: un borgo da vedere dal vivo, non solo in tv
Stanno per iniziare le riprese della terza stagione della fiction di Canale 5 'L'Isola di Pietro' e, per chi non fosse mai stato in questa località sarda, può essere l'occasione giusta: la produzione della serie tv sta cercando comparse...
By Joni Scarpolini
San Leo e la secolare tradizione dei giullari
San Leo e la secolare tradizione dei giullari
Il borgo romagnolo è molto legato agli antichi giocolieri di strada, tanto da dedicare loro un festival dal sapore squisitamente medievale
By Joni Scarpolini
Acerenza, il borgo dei misteri... tra il Sacro Graal e la figlia di Dracula
Acerenza, il borgo dei misteri... tra il Sacro Graal e la figlia di Dracula
Secondo la leggenda, nella cattedrale del borgo lucano si nasconderebbe il Sacro Graal. E non solo: qui giacerebbe la salma della figlia del Conte Dracula
By Redazione
Bellagio, il borgo preferito dai big della storia
Bellagio, il borgo preferito dai big della storia
Tanti grandissimi personaggi del passato hanno soggiornato nella 'perla del Lago di Como'. Ecco chi erano...
By Joni Scarpolini
Bomarzo come Giza: alla scoperta della piramide nascosta
Bomarzo come Giza: alla scoperta della piramide nascosta
Nel Parco dei Mostri, vicino al borgo laziale, tra le gigantesche sculture mitologiche sorge un reperto dalla provenienza ancora misteriosa...
By Redazione
Quando l'Isola dell'Asinara era l'Alcatraz italiana
Quando l'Isola dell'Asinara era l'Alcatraz italiana
Nei pressi del borgo sardo di Stintino sorge l'ex super carcere, oggi meta turistica e parco nazionale. Solo un bandito riuscì a evadere dalle sbarre, fuggendo in gommone. Tutti gli altri scontarono la loro condanna fino alla fine. A un passo dal mare azzurro
By Joni Scarpolini

Piú letti del mese

Fontanellato tra storia, giri
Fontanellato tra storia, giri "in gondola" e street food
Vi portiamo nel bellissimo borgo medievale in provincia di Parma alla scoperta della maestosa Rocca Sanvitale, circondata da un fossato navigabile, e delle prelibatezze culinarie provenienti da tutta Italia e dal mondo: un vero e proprio assedio gastronomico!
By Joni Scarpolini
Il campanile del Lago di Resia e l'antico borgo sommerso
Il campanile del Lago di Resia e l'antico borgo sommerso
Vi raccontiamo la storia di un antico villaggio altoatesino che negli anni Cinquanta fu sommerso dalle acque della diga. E ciò che resta è uno spettacolo surreale, da film fantasy...
By Joni Scarpolini
Cerenzia e la leggenda del drago a sette teste
Cerenzia e la leggenda del drago a sette teste
Gli abitanti dell’antico borgo calabrese sono devoti a San Teodoro di Amasea, che nel 1528 sconfisse il terribile mostro: al loro condottiero hanno dedicato una giornata dell’anno per celebrare la sua impresa
By Redazione
Grosio, tornando alle radici più antiche della Valtellina
Grosio, tornando alle radici più antiche della Valtellina
L'antico borgo in provincia di Sondrio custodisce un'area archeologica che racconta, tramite incisioni rupestri, la vita delle prime popolazioni della valle lombarda
By Stefano De Bernardi
Ricetta: Tagliolini con la Bomba di Gradara
Ricetta: Tagliolini con la Bomba di Gradara
E' il primo piatto tipico del borgo medievale marchigiano e il suo nome può trarre in inganno...
By Redazione
Dentro le anguste prigioni del Forte di Bard
Dentro le anguste prigioni del Forte di Bard
Vi portiamo nelle segreta della grande fortezza sabauda, che solo Napoleone riuscì a espugnare
By Stefano De Bernardi
e-borghi travel - la rivista per chi ama viaggiare tra borghi e turisimo slow

Sfoglia gratuitamente e-borghi travel, la tua nuova rivista di viaggi

Con il patrocinio di