Se volete provare l’ebbrezza di librarvi in volo alla scoperta delle Dolomiti Lucane, potete provare il Volo dell’Angelo, un cavo d’acciaio che collega Castelmezzano e Pietrapertosa, due tra i borghi più belli d’Italia in provincia di Potenza.
 
CERCA PER ZONA

Il Volo dell’Angelo: il modo alternativo per esplorare le Dolomiti Lucane in volo

Il Volo dell’Angelo: il modo alternativo per esplorare le Dolomiti Lucane in volo

Nel cuore della Basilicata c’è un cavo di acciaio lungo tra i 1415 e 1452 metri sospeso tra due vette, che unisce i borghi di Castelmezzano e Pietrapertosa: due paesi, due storie, due origini e due tradizioni, ma entrambi tanto belli da far parte del Club "I borghi più belli d’Italia".

Castelmezzano

Si tratta del Volo dell’Angelo, una grandissima attrazione immersa nelle Dolomiti Lucane, che da undici anni ha regalato a questo territorio una forte innovazione offrendo ai turisti, in fortissima crescita, la possibilità di vivere un’esperienza unica e di scoprire la bellezza di un patrimonio ambientale che in pochi ancora conoscono.

Si può decidere se partire da Castelmezzano o da Pietrapertosa, ma in entrambi i casi le basi di lancio si raggiungono percorrendo un lungo e affascinante percorso in salita. Lungo il tragitto potrete incontrare turisti e appassionati di tutto il Belpaese, ma anche da diverse parti del mondo, giunti in Basilicata per visitare i tesori del Sud Italia e provare l’emozione di volare.

Pietrapertosa

Se per i più paurosi il salto nel vuoto appare come qualcosa di impossibile, l’apposita imbracatura d’acciaio saprà darvi la giusta sicurezza per lasciarvi andare in una fantastica esperienza e volare con la massima tranquillità, godendovi lo straordinario panorama delle Dolomiti Lucane. Si possono effettuare voli singoli e in coppia, per condividere un momento magico con una persona speciale. Inoltre, si può volare con una telecamera sul casco, per portare a casa un video esclusivo che racconta il brivido di tagliare l’aria alla velocità massima di 120 Km/h e un dislivello massimo di 130 metri sulla valle.

volo angelo

È consigliabile effettuare il viaggio di andata e ritorno in giornata, in modo da poter anche visitare entrambi i borghi e magari gustare un buon pranzo a base di prodotti locali, come i peperoni cruschi, peperoni messi ad essiccare al sole e fritti in olio bollente tipici della cucina lucana, talmente croccanti che nel mangiarli fanno “crunch”.

Se invece state pensando di trattenervi un po’ più a lungo, potete trascorrere un weekend a stretto contatto con la natura, passando dal Ponte Nepalese sospeso sul Torrente Caperrino, un affluente del fiume Bradano, al percorso letterario delle sette pietre, attraversando la via ferrata e concludendo, appunto, con l’emozionante e adrenalinico volo.

Visitando il sito ufficiale www.volodellangelo.com  si possono reperire maggiori informazioni e scoprire i numerosi eventi correlati organizzati nei due paesi per progettare una vacanza alternativa e davvero suggestiva. Fra qualche settimana, inoltre, ci si potrà librare in aria con palloni aerostatici per ammirare lo spettacolo dei costoni rocciosi dai nomi più fantasiosi: il Becco della Civetta, l’Aquila Reale, la Grande Madre, l’Incudine.

COMMENTI :

Eventi a Castelmezzano


Notizie correlate

La leggenda di Aloisa, il fantasma degli innamorati del borgo di Grazzano Visconti
La leggenda di Aloisa, il fantasma degli innamorati del borgo di Grazzano Visconti
Un luogo incantato, ricostruito come il set di un film, e il suo fantasma, protettore dell'amore puro
By Ivan Pisoni
Carloforte: un borgo da vedere dal vivo, non solo in tv
Carloforte: un borgo da vedere dal vivo, non solo in tv
Stanno per iniziare le riprese della terza stagione della fiction di Canale 5 'L'Isola di Pietro' e, per chi non fosse mai stato in questa località sarda, può essere l'occasione giusta: la produzione della serie tv sta cercando comparse...
By Joni Scarpolini
San Leo e la secolare tradizione dei giullari
San Leo e la secolare tradizione dei giullari
Il borgo romagnolo è molto legato agli antichi giocolieri di strada, tanto da dedicare loro un festival dal sapore squisitamente medievale
By Joni Scarpolini
Acerenza, il borgo dei misteri... tra il Sacro Graal e la figlia di Dracula
Acerenza, il borgo dei misteri... tra il Sacro Graal e la figlia di Dracula
Secondo la leggenda, nella cattedrale del borgo lucano si nasconderebbe il Sacro Graal. E non solo: qui giacerebbe la salma della figlia del Conte Dracula
By Redazione
Bellagio, il borgo preferito dai big della storia
Bellagio, il borgo preferito dai big della storia
Tanti grandissimi personaggi del passato hanno soggiornato nella 'perla del Lago di Como'. Ecco chi erano...
By Joni Scarpolini
Bomarzo come Giza: alla scoperta della piramide nascosta
Bomarzo come Giza: alla scoperta della piramide nascosta
Nel Parco dei Mostri, vicino al borgo laziale, tra le gigantesche sculture mitologiche sorge un reperto dalla provenienza ancora misteriosa...
By Redazione

Piú letti del mese

Ricetta: i Chneffléné di Gressoney
Ricetta: i Chneffléné di Gressoney
Piccoli gnocchetti tipici della cucina valdostana che possono essere conditi in modi differenti.
By Redazione
Sauris, passaggio a nord-est
Sauris, passaggio a nord-est
Incorniciato dai suggestivi paesaggi della Carnia, il borgo alpino di Sauris è noto per il suo Lago, il Prosciutto IGP, lo speck e la birra artigianale, la Zahre Beer.
By Redazione E-borghi Travel
Ricetta: le Ferratelle abruzzesi
Ricetta: le Ferratelle abruzzesi
Le Ferratelle o pizzelle abruzzesi sono un dolce simile ai noti “waffles”.
By Redazione
A Modena va in scena il meglio della musica lirica
A Modena va in scena il meglio della musica lirica
E' iniziata la stagione concertistica 2019-20 presso il Teatro Comunale Luciano Pavarotti. Un'occasione per ascoltare artisti di livello mondiale e visitare gli incantevoli borghi del modenese
By Redazione
I borghi del tartufo: il profumo della buona terra
I borghi del tartufo: il profumo della buona terra
Gioiello delle nostre tavole, il tartufo è uno dei prodotti più buoni e pregiati che ci siano.
By Antonella Andretta
AgrieTour e il circuito e-borghi: il volto dell’Italia più vera, all’insegna dell’ospitalità rurale
AgrieTour e il circuito e-borghi: il volto dell’Italia più vera, all’insegna dell’ospitalità rurale
Il 15 e il 16 novembre AgrieTour sarà in grado di offrire un panorama completo del mercato e della cultura dell'ospitalità rurale.
By Luciana Francesca Rebonato
e-borghi travel - la rivista per chi ama viaggiare tra borghi e turismo slow

Sfoglia gratuitamente e-borghi travel, la tua nuova rivista di viaggi

Con il patrocinio di