Questo piccolissimo paese è popolato da solo quattro persone e tutti uomini single
 
Diventa partner
CERCA PER ZONA

Prepotischis, il minuscolo borgo abitato da solo quattro persone

Wed, 07 Jun 2017
Prepotischis, il minuscolo borgo abitato da solo quattro persone

Il nostro paese, si sa, è pieno di bellezze e posti nuovi da scoprire e questo è proprio il caso di Prepotischis, frazione del comune di Prepotto in provincia di Udine. Questo piccolissimo borgo si trova proprio sul confine tra Italia e Slovenia: infatti per arrivarci si può prendere la strada della Valle dello Judrio, torrente facente parte del bacino idrografico dell'Isonzo che nasce del massiccio del Colovrat.

Cos’ha di particolare questo borgo e perché ve ne stiamo parlando, vi starete chiedendo?
La sua particolarità è il fatto di essere abitato da solo 4 persone e tutti uomini, single. Potrebbe essere considerato quindi il borgo degli scapoli, in quanto nessuno di questi è sposato o ha una compagna.

Marcello Velliscig

Fino a 40 anni fa lo stesso borgo era abitato da più di quaranta persone, quindi questi uomini sono gli ultimi “superstiti” di quella che prima era una vera e propria comunità. A raccontare la storia di questo borgo c’è Marcello Velliscig, 60 anni, che lavora e vive lì da sempre. A fargli compagnia ci sono anche due fratelli Giorgio e Antonio, e il quarto abitante Sergio. Lavorano tutti la terra e vivono grazie ai suoi frutti, ma allevano anche animali. In particolare Marcello alleva dei maiali e delle galline, è anche cacciatore e cerca di arrangiarsi in tutti i modi e non se la cava per niente male; d’altronde è nato e cresciuto in questa terra e il suo amore per questa va oltre ogni fatica e problema. Inoltre il borgo è immerso dai roseti che sua mamma, Rosa, aveva piantato.

borgo di Prepotischis

Molte persone nel corso dei secoli sono passate da questo posto ma poi nessuno ha resistito tranne loro, in quanto tutta la zona è stata tassata, anche chi possedeva una casa in pietra vecchia e non abitabile doveva pagare. E così piano piano le osterie hanno iniziato a chiudere non riuscendo più a far fronte alle spese elevate; inoltre le condizioni delle strade non sono delle migliori e non arriva nemmeno la rete telefonica. Di conseguenza, in un mondo che va sempre più veloce e continua ad evolversi soprattutto tecnologicamente, queste realtà rischiano di scomparire e sarebbe un vero peccato.

Ma Marcello non si perde d’animo: il suo lavoro inizia alle 5 del mattino e termina quando cala il sole e tutto ciò ha permesso a questi quattro signori di mettere a posto le loro abitazioni. La loro forza di volontà e l’amore per la propria terra porterà avanti questo borgo finché potranno.

Marcello a Prepotischis

E se poi qualche signora vorrà aiutarli, di certo non si tireranno indietro.
Quindi care donne, se siete stufe della frenetica vita di città e volete passare la vostra vita circondate dal verde, dalla natura e da suggestivi roseti, fatevi avanti e venite a visitare Prepotischis!

Foto e Fonte Il Gazzettino di Udine

COMMENTI :

Notizie correlate

La leggenda dell'amore di Bora
La leggenda dell'amore di Bora
La storia della nascita di Trieste è legata alla leggenda di Bora, figlia del dio Vento.
By Ivan Pisoni
La leggenda di Aloisa, il fantasma degli innamorati del borgo di Grazzano Visconti
La leggenda di Aloisa, il fantasma degli innamorati del borgo di Grazzano Visconti
Un luogo incantato, ricostruito come il set di un film, e il suo fantasma, protettore dell'amore puro
By Ivan Pisoni
Carloforte: un borgo da vedere dal vivo, non solo in tv
Carloforte: un borgo da vedere dal vivo, non solo in tv
Stanno per iniziare le riprese della terza stagione della fiction di Canale 5 'L'Isola di Pietro' e, per chi non fosse mai stato in questa località sarda, può essere l'occasione giusta: la produzione della serie tv sta cercando comparse...
By Joni Scarpolini
San Leo e la secolare tradizione dei giullari
San Leo e la secolare tradizione dei giullari
Il borgo romagnolo è molto legato agli antichi giocolieri di strada, tanto da dedicare loro un festival dal sapore squisitamente medievale
By Joni Scarpolini
Acerenza, il borgo dei misteri... tra il Sacro Graal e la figlia di Dracula
Acerenza, il borgo dei misteri... tra il Sacro Graal e la figlia di Dracula
Secondo la leggenda, nella cattedrale del borgo lucano si nasconderebbe il Sacro Graal. E non solo: qui giacerebbe la salma della figlia del Conte Dracula
By Redazione
Bellagio, il borgo preferito dai big della storia
Bellagio, il borgo preferito dai big della storia
Tanti grandissimi personaggi del passato hanno soggiornato nella 'perla del Lago di Como'. Ecco chi erano...
By Joni Scarpolini

Piú letti del mese

4 borghi da non perdere per l’artigianato d’autore
4 borghi da non perdere per l’artigianato d’autore
Quattro borghi italiani che si distinguono per il loro artigianato, essenza di un’arte antica tramandata nei secoli. Un viaggio nella tipicità, itinerari emozionali che puntano i riflettori sull’unicità
By Luciana Francesca Rebonato
Quattro passi… in 4 borghi fortificati
Quattro passi… in 4 borghi fortificati
Poker d’assi di borghi fortificati per andare alla scoperta della storia e delle curiosità. Leggende intrecciate ad arte e architettura, epopee medievali o rinascimentali che rivelano al visitatore tutta l’unicità di questi gioielli italiani
By Luciana Francesca Rebonato
Sperlonga, l’antica perla dell’Impero
Sperlonga, l’antica perla dell’Impero
Sperlonga, piccolo centro della Riviera di Ulisse, è una continua sorpresa tra panorami e scorci caratteristici dove ci si deve far guidare esclusivamente dalla curiosità
By Luca Sartori
Ricetta: spaghetti alla colatura di alici, un piatto tipico della Costiera Amalfitana
Ricetta: spaghetti alla colatura di alici, un piatto tipico della Costiera Amalfitana
La Colatura di Alici è un prodotto tradizionale che negli anni ha caratterizzato gastronomicamente il piccolo borgo di pescatori di Cetara
By Redazione
Genga, natura da record
Genga, natura da record
Per gli appassionati di arte e cultura il borgo marchigiano di Genga racconta la sua storia attraverso i suoi edifici storici, le sue chiese e i musei
By Luca Sartori
Aci Trezza, Ciclopi e Acireale
Aci Trezza, Ciclopi e Acireale
La Riviera dei Ciclopi, che prende il nome dalle isole antistanti, è quel tratto di costa siciliana che va da Aci Castello ad Acireale
By Redazione
e-borghi travel - la rivista per chi ama viaggiare tra borghi e turismo slow

Sfoglia gratuitamente e-borghi travel, la tua nuova rivista di viaggi

Con il patrocinio di