La più grande risorsa online su borghi e turismo
Accedi alla community

Santa Severa


Condividi
Lungo la Via Aurelia è situato il borgo di Santa Severa, frazione del Comune di Santa Marinella. Santa Severa è un piccolo centro balneare meta di coloro i quali desiderano trascorrere momenti in tutta tranquillità; proprio per tali ragioni è ritenuta una delle più rinomate località di interesse storico-turistico del litorale tirrenico, garanzia per una vacanza all'insegna del riposo e della cultura.
  • Borgo di mare
  • Borgo con castello
  • Agibile ai disabili
Eclissi lunari sul Castello   |
Eclissi lunari sul Castello
Castello medievale  |
Castello medievale
La spiaggia dal Castello  |
La spiaggia dal Castello
Video di Ciao Ella

Eventi

venerdì
19
marzo, 2021

San Giuseppe - Santo Patrono

Sul borgo

Il borgo di Santa Severa è situata lungo la via Aurelia, all'estremità meridionale della maremma laziale e ai piedi dei Monti della Tolfa. Prende il nome da Santa Severa, qui martirizzata nel II secolo.

Nello stesso sito del Castello di Santa Severa, al limite meridionale della frazione, sorgeva già nell'età del Bronzo un villaggio costiero, testimoniato da alcuni ritrovamenti ceramici. Successivamente nell'area si sviluppò l'importante abitato etrusco di Pyrgi, che fu il porto principale di Caere (l'odierna Cerveteri) ed uno tra i più importanti scali marittimi di tutta l'Etruria. Frequentata da mercanti greci e fenici, Pyrgi fu sede di un celebre santuario sacro alla dea Uni (assimilata alla fenicia Astarte).
Sul sito dell'antico porto etrusco fu impiantata nel 264 a.C. una colonia romana, fortificata da maestose mura "ciclopiche" ancora in parte conservate. Nel corso dell'alto medioevo si sviluppò sulle rovine della cittadina romana un piccolo borgo medievale affiancato da un castello dell'XI secolo prospiciente il mare. Nel 1068 il cavaliere normanno Gerardo di Galeria donava la chiesa e il castello di Santa Severa all'abbazia di Farfa che poi li cedette ai confratelli di San Paolo. Le famiglie nobili dei Tiniosi e dei Bonaventura lo contesero per decenni finché nel 1482 Papa Sisto IV non lo donò al Pio Istituto Santo Spirito.

Il centro balneare di Santa Severa si sviluppò negli anni trenta come residenza estiva di numerosi gerarchi fascisti.

Nel borgo presso il castello è la sede del Museo del Mare e della Navigazione Antica, dedicato all'illustrazione dei commerci marittimi durante l'età antica. Di notevole interesse anche la Chiesa di santa Maria Assunta, che presenta un interno romanico con una tela d'altare raffigurante l'assunzione tra le sante Severa e Marinella.


Pyrgi è il nome greco di una città portuale abitata dagli Etruschi alle pendici dei Monti della Tolfa, nel luogo dell'odierno borgo di Santa Severa. Gli scavi archeologici hanno dimostrato l'esistenza nel sito di un villaggio protostorico, testimoniato dal ritrovamento di ceramiche dell'età del Bronzo. Pyrgi fu il porto di Caere, l'odierna Cerveteri; distrutto dalla flotta di Dionigi di Siracusa nel 384 a.C., divenne colonia romana nel 264 a.C. Della cittadina romana restano tracce maestose del circuito murario in opera poligonale, nel quale si aprivano alcune porte, oltre a molteplici reperti e iscrizioni in lingua latina conservati nel Castello di Santa Severa e nel borgo medievale che lo circonda. La città è citata da Virgilio nell'Eneide fra le popolazioni che andarono in aiuto di Enea.

Venne portata alla luce un'estesa area sacra con un tempio tuscanico a tre celle, datato al 470-460 a.C., e un tempio più antico, periptero e a cella unica della fine del VI secolo a.C.; contestualmente si rinvennero abbondanti frammenti di terrecotte architettoniche tra le quali un altorilievo che rappresenta una gigantomachia, pertinente al tempio più recente. Successivamente nei pressi del tempio più antico si rinvennero le Lamine di Pyrgi, tre lamine d'oro con iscrizioni in lingua etrusca e in fenicio, che testimoniano una dedica sacra in onore della dea Uni da parte del re di Caere Thefarie Velianas. Tutto il santuario, posto al termine della strada che da Caere conduceva al porto di Pyrgi, era dedicato alla dea etrusca Uni (equivalente alla Giunone romana), assimilata alla Grande Madre fenicia Astarte per la presenza abbondante di mercanti fenici nell'abitato.

Borgo di Santa Severa
Comune di Santa Marinella
Comune di Roma
Regione Lazio

Abitanti: 18.783
Altitudine centro: 7 m s.l.m.

Aree naturali protette:
Riserva naturale di Macchiatonda

Comune di Santa Marinella
Via Aurelia 455 - 00058 Santa Marinella (RM)
Tel. 0766-52801

IN AUTO

  • Percorrendo l'autostrada le uscite più vicine al centro di Santa severa sono:
    Uscita S.Marinella - S.Severa (A12 Genova-Cecina)
    Uscita Civitavecchia Sud (A12 Genova-Cecina)

IN TRENO

  • Stazione di Santa Marinella
  • Stazione di Marina Di Cerveteri

IN AEREO

  • Aeroporto di Roma-Fiumicino
  • Aeroporto di Roma-Ciampino

Dormire, mangiare, comprare...

Yachting Experience
Via Amerigo Vespucci, 5 - 00048, Nettuno (Roma)
85.07 Chilometri da Santa Severa

Dal blog

10 borghi affacciati sul mare, 10 perle rare del nostro panorama italiano, 10 location che non si possono perdere durante l'anno dei borghi. Ok, di perle in Italia ne abbiamo moltissime ma oggi vogliamo mostrarvene alcune in particolare che crediamo valga davvero la pena di visitare nel periodo estivo sulle coste centrali del nostro paese. 1. Il nostro tour di borghi sul mare nel Centro Italia parte dalla Toscana con il borgo di...
Continua
cos'altro vuoi scoprire?
e-borghi 2019-2020 Tutti i diritti riservati • 3S Comunicazione - P. IVA 08058230965
Corso Buenos Aires, 92 - 20124 Milano | 02 87071950