La più grande risorsa online su borghi e turismo
Accedi alla community

Varenna


Condividi
Varenna è un piccolo borgo di pescatori situato sulla sponda orientale del Lago di Como. Del borgo stupisce il suo centro storico che parte dalla piazza di S. Giorgio, antico foro romano, e le viuzze e scale che scendono fino al lago. Varenna offre ai suoi visitatori scorci unici e momenti indimenticabili. Passeggiando lungo la “Passerella degli Innamorati” è possibile godere di un panorama mozzafiato direttamente sul lago e sul borgo ricco di caffè, ristoranti e negozi che espongono prodotti del Made in Italy.
  • Borgo in montagna
  • Borgo di lago
  • Borgo con castello
Varenna  | Foto Giudici
Varenna
Foto Giudici
Varenna, Riva Grande  | Paolo Ferrara
Varenna, Riva Grande
Paolo Ferrara
Varenna  | Foto Giudici
Varenna
Foto Giudici
Varenna  | Foto Giudici
Varenna
Foto Giudici
Varenna  | Foto Giudici
Varenna
Foto Giudici
Varenna, Passerella  | Foto Giudici
Varenna, Passerella
Foto Giudici
Varenna  | Foto Giudici
Varenna
Foto Giudici
Varenna, San Giorgio  | Foto Giudici
Varenna, San Giorgio
Foto Giudici
Varenna, Greenway dei Patriarchi  | Paolo Ferrara
Varenna, Greenway dei Patriarchi
Paolo Ferrara
Varenna, Villa Monastero  | Bottagisi
Varenna, Villa Monastero
Bottagisi
Varenna, Villa Cipressi  | Bottagisi
Varenna, Villa Cipressi
Bottagisi
Varenna  | Bottagisi
Varenna
Bottagisi
Varenna al tramonto #lucideiborghi  | Eleonora Basilico - e-borghi Community
Varenna al tramonto #lucideiborghi
Eleonora Basilico - e-borghi Community

Eventi

sabato
24
aprile, 2021

San Giorgio

Sul borgo

Situata sulla sponda orientale del Lago di Como, Varenna è un borgo pittoresco di origini molto antiche. Si chiamava “Insula Nova”, appellativo dovuto allo sbarco degli abitanti dell’Isola Comacina. Nel 1169, i Comaschi, rinfrancati dalla caduta di Milano, ad opera di Federico I° il Barbarossa, sbarcarono sull’isola Comacina, distruggendo fortezza, case e chiese, costringendo gli abitanti ad abbandonarla.
Il ricordo di questo drammatico evento si rinnova di anno in anno, attraverso la rievocazione storica che avviene con il simbolico incendio dell’Isola Comacina durante la Sagra di San Giovanni (di Tremezzina), e che si conclude con sbarco dei rifugiati a Varenna il primo sabato di luglio. I fuggiaschi, su barche a remi e con le vesti insanguinate, sbarcano sulla Riva Grande, accolti dai religiosi e dai popolani di Varenna, che li rifocillano, li confortano e li ospitano nella comunità varennese. La ricostruzione viene seguita da uno spettacolo pirotecnico che immerge Varenna ed il Lago in un gioco di luci e colori. 

Il borgo, per la sua regolarità e gli spazi suddivisi in insulae, sarebbe romano: la piazza sarebbe stata in origine la sede del foro, mentre la chiesa di San Giorgio, perfetto esempio di architettura lombarda del XIV secolo, sorgerebbe sulle fondamenta di un tempio romano. Sempre nella piazza una breve visita alla chiesa di San Giovanni, la più antica di Varenna e una delle prime a sorgere lungo il Lario che diventava cristiano.
Varenna offre ai suoi visitatori scorci unici e momenti indimenticabili. Passeggiando lungo la “Passerella degli Innamorati” è possibile godere di un panorama mozzafiato direttamente sul lago e sul borgo ricco di caffè, ristoranti e negozi che espongono prodotti del Made in Italy.
Il relax è assicurato passeggiando lungo i Giardini terrazzati e digradanti verso il lago di Villa Cipressi, o attraversando i quasi di 2 km di giardini che si sviluppano intorno a Villa Monastero, nei quali è possibile trovare, grazie al clima mite del lago, specie botaniche provenienti da tutto il mondo. Da Marzo a Ottobre, inoltre, non perdete l’occasione di ammirare un fenomeno naturale unico nel suo genere.
A Fiumelatte, a circa un km di distanza da Varenna in direzione Lecco, scorre infatti un torrente intermittente tra i più corti di Italia: il Fiumelatte, lungo 250 m., deve il suo nome alle bianche acque spumeggianti. E per chi ama passeggiare, accessibile anche attraverso la carrozzabile, consigliamo la salita attraverso i due sentieri che, partendo dal borgo, raggiungono il Castello di Vezio. Punto panoramico di antiche origini eretto sul monte di Varenna, che oggi ospita un centro di addestramento di rapaci notturni e diurni.
Storia e suggestioni potranno essere scoperti anche attraverso la Geenway dei Patriarchi ed il Sentiero del Viandante. Varenna, infine, ospita eventi per ogni età ed ogni gusto, dai concerti rock ai concerti di musica classica, teatri, passeggiate gastronomiche e laboratori per bambini.

Borgo di Varenna
Comune di Varenna
Provincia di Lecco
Regione Lombardia

Abitanti: 786
Altitudine centro: 220 m s.l.m.

il Comune fa parte di:
Comunità montana Valsassina, Valvarrone, Val d'Esino e Riviera
Consorzio del Lario e dei Laghi Minori

Comune di Varenna
Piazza Venini 2 - Varenna (LC)
tel: 0341830119

IN AUTO

  • Prendere la SS 36 in direzione Monza-Lecco, proseguire per Lecco seguendo le indicazioni e continuare, poi, in direzione Sondrio. Prendere l’uscita: Varenna/Mandello/Abbadia Lariana/Traghetto. Immettersi poi sulla Sp 72 ed entrare a Varenna.

IN TRENO

  • Stazione di Varenna Esino
  • Stazione di Bellano-Tartavalle Terme

IN AEREO

  • Aeroporto di Bergamo Orio al Serio 
  • Aeroporto di Milano-Linate
  • Aeroporto di Milano-Malpensa

Dormire, mangiare, comprare...

Albergo Milano
Via XX Settembre, 35 - 23829, Varenna

Dal blog

Continua il nostro viaggio alla scoperta dei borghi che hanno fatto da scenografia a grandi (e piccoli) capolavori del cinema sia nazionale che internazionale. I borghi italiani offrono suggestive location che si prestano perfettamente come sfondo delle più disparate avventure, il limite lo offre solo la fantasia e la creatività di registi, sceneggiatori e scrittori che, con maestria, riescono a portare la bellezza italiana sul grande schermo. Dopo il successo del
Continua
I misultin (o missultèn a seconda della pronuncia locale) sono pesci d’acqua dolce, gli agoni, che vengono pescati nei mesi di giugno-luglio. Il piatto prende il nome dalla “misolta”, il contenitore di legno nel quale gli agoni vengono sistemati dopo che sono stati lasciare ad essiccare al sole, e rappresentano una vera e propria delizia di questo tratto della provincia di Lecco, che da sempre viene consumata insieme alla polenta. Una Visita a Dervio l’1 e il 2 luglio può...
Continua
cos'altro vuoi scoprire?
e-borghi 2019-2020 Tutti i diritti riservati • 3S Comunicazione - P. IVA 08058230965
Corso Buenos Aires, 92 - 20124 Milano | 02 87071950