La più grande risorsa online su borghi e turismo
Accedi alla community

Gargnano


Condividi
Il borgo di Gargnano è situato sulla riva ovest del Lago di Garda, nel mezzo del Parco Alto Garda Bresciano. La località è la più grande anche se meno abitata di tutto il Lago di Garda Bresciano ed è composta da diversi paesini. La cittadina possiede uno dei più bei centri storici del Lago di Garda. Per scoprire i sapori del posto, non c'è luogo migliore delle Limonaie.
  • Borgo di lago
  • Borgo con parco
Gargnano  | Domenico Marchetti
Gargnano
Domenico Marchetti
Gargnano  | Domenico Marchetti
Gargnano
Domenico Marchetti
Gargnano  | Domenico Marchetti
Gargnano
Domenico Marchetti
Gargnano  | Domenico Marchetti
Gargnano
Domenico Marchetti
Gargnano  | Domenico Marchetti
Gargnano
Domenico Marchetti
Gargnano, aranci amari sul porto  | Comune di Gargnano
Gargnano, aranci amari sul porto
Comune di Gargnano
Gargnano  | Comune di Gargnano
Gargnano
Comune di Gargnano
Gargnano, il porto  | Comune di Gargnano
Gargnano, il porto
Comune di Gargnano
Gargnano, il molo  | Comune di Gargnano
Gargnano, il molo
Comune di Gargnano
Gargnano  | Comune di Gargnano
Gargnano
Comune di Gargnano
Gargnano  | Comune di Gargnano
Gargnano
Comune di Gargnano
Gargnano  | Comune di Gargnano
Gargnano
Comune di Gargnano
Gargnano  | Comune di Gargnano
Gargnano
Comune di Gargnano
Gargnano, lungolago  | Comune di Gargnano
Gargnano, lungolago
Comune di Gargnano
Gargnano  | Comune di Gargnano
Gargnano
Comune di Gargnano
Gargnano, Limonaie  | Comune di Gargnano
Gargnano, Limonaie
Comune di Gargnano
Gargnano dalla frazione di Villa  | Comune di Gargnano
Gargnano dalla frazione di Villa
Comune di Gargnano
Gargnano, frazione VIlla  | Comune di Gargnano
Gargnano, frazione VIlla
Comune di Gargnano
Gargnano, Chiesa e convento di San Tommaso a Villa  | Comune di Gargnano
Gargnano, Chiesa e convento di San Tommaso a Villa
Comune di Gargnano
Gargnano, vista dalla frazione di Navazzo  | Comune di Gargnano
Gargnano, vista dalla frazione di Navazzo
Comune di Gargnano
Gargnano, località Navazzo  | Comune di Gargnano
Gargnano, località Navazzo
Comune di Gargnano
Gargnano, Parrocchiale di San Martino  | Comune di Gargnano
Gargnano, Parrocchiale di San Martino
Comune di Gargnano
Gargnano, San Francesco  | Comune di Gargnano
Gargnano, San Francesco
Comune di Gargnano
Gargnano, interno del chiostro di San Francesco  | Comune di Gargnano
Gargnano, interno del chiostro di San Francesco
Comune di Gargnano
Gargnano. località Crocefisso  | Comune di Gargnano
Gargnano. località Crocefisso
Comune di Gargnano
Gargnano, San Giacomo di Calino  | Comune di Gargnano
Gargnano, San Giacomo di Calino
Comune di Gargnano
Gargnano, frazione Sasso  | Comune di Gargnano
Gargnano, frazione Sasso
Comune di Gargnano
Gargnano, località Musaga  | Comune di Gargnano
Gargnano, località Musaga
Comune di Gargnano
Gargnano, Eremo di San Valentino  | Comune di Gargnano
Gargnano, Eremo di San Valentino
Comune di Gargnano
Gargnano, frazione Bogliaco  | Comune di Gargnano
Gargnano, frazione Bogliaco
Comune di Gargnano
Gargnano, frazione Bogliaco  | Comune di Gargnano
Gargnano, frazione Bogliaco
Comune di Gargnano
Gargnano, antica strada verso la frazione di Muslone  | Comune di Gargnano
Gargnano, antica strada verso la frazione di Muslone
Comune di Gargnano
Gargnano, frazione Bogliaco  | Comune di Gargnano
Gargnano, frazione Bogliaco
Comune di Gargnano
Uno sguardo a Gargnano
Uno sguardo a Gargnano
Gargnano, lago di Garda piccolo borgo sponda bresciana.   | Walter Iannello - e-borghi Community
Gargnano, lago di Garda piccolo borgo sponda br...
Walter Iannello - e-borghi Community

Eventi

mercoledì
11
novembre, 2020

San Martino - Santo Patrono

Sul borgo

Il nome del borgo compare per la prima volta in un documento del 937 come Garniano, forse derivato dal personale latino Garenius. Documenti di Tito Livio e lapidi, testimoniano la presenza di Etruschi, Celti, Cenomani e Romani. Dal 1350 al 1426 il territorio di Gargnano fu dominio dei Visconti come capoluogo di quadra nella Magnifica Patria, per poi seguirne la storia sotto il dominio della Repubblica di Venezia. Successivamente alla scomparsa della Riviera sarà annesso alla Repubblica bresciana di cui ne seguirà le sorti sotto la dominazione napoleonica, come capoluogo di cantone, e poi asburgica fino al Regno d'Italia.

Gargnano possiede uno dei più bei centri storici del lago di Garda. Meritano sicuramente una visita il Palazzo e la Villa Feltrinelli e Villa Bettoni. Non lontano da Gargnano, a Toscolano Maderno, all'interno della Valle delle Cartiere, ove un tempo si collocava l'antico centro industriale per la produzione della carta, sorge il Museo della Carta. Attraverso un percorso suddiviso in quattro zone permette di scoprire il lungo ed elaborato processo che un tempo veniva scrupolosamente seguito per ottenere la produzione della carta.

Per scoprire i sapori di Gargnano, non c'è posto migliore delle Limonaie. Qui, più che in qualsiasi altro posto del lago, sono ancora in funzione limonaie condotte alla maniera tradizionale, alcune delle quali conservano esemplari di alberi centenari della varietà 'Madernina', di Limone Lunario o dei rari Cedri di Salò. Gargnano vanta inoltre, oltre al raffinato pesce di lago catturato ogni notte dalla famiglia dei Dominici (i famosi Frans) e venduto la mattina seguente in Piazza, i rinomati formaggi di Costa e Briano, nonchè il celebre olio extra vergine d'oliva, prodotto dalle varietà casaliva e leccino e dalla rara varietà Gargnà. Da non sottovalutare la produzione dei capperi, che qui sorgono spontanei dai muri in pietra, che abbelliscono il paesaggio con i loro fiori.


Nel secolo XIII, ove ora hanno sede la Chiesa ed il chiostro di S. Francesco, venne edifi cato un convento i cui frati diedero vita alla coltivazione dei limoni. Grazie al clima mite di cui gode, per secoli Gargnano ha legato la propria economia alle limonaie, vere cattedrali di pilastri, costruite per rendere possibile l’agrumicoltura a questa latitudine, la più a nord nel mondo. Nel 1840, a fianco del convento, si costituì la Società Lago di Garda, la prima cooperativa agricola d’Italia, finalizzata alla raccolta e alla commercializzazione di questo prezioso prodotto. L’agrumicoltura raggiunse la massima espansione negli anni 1850-1855, quando, Gargnano contava la metà delle limonaie presenti su tutta la riva ovest. La morte dell’80% delle piante, avvenuta per la malattia della gommosi, la concorrenza del prodotto meridionale seguìto all’unificazione del Regno d’Italia e soprattutto la sintesi di laboratorio dell’acido citrico, portarono via via all’abbandono graduale di questa attività.


Gargnano è terra ricca di sapori che traggono la loro particolarità da una forte terra calcarea e da un microclima favorevole. Tra le sue tipicità, spiccano i limoni ed i cedri coltivati ancora nelle antiche limonaie, seguendo il metodo tradizionale; gli ulivi, dai quali si produce un rinomato olio extravergine caratterizzato da un delicato gusto erbaceo e lievemente piccante; il cappero, con i suoi meravigliosi fiori, che cresce spontaneo sui muri di pietra esposti al sole; il pesce fresco di lago con cavedani, coregoni, trote, lucci, persici, anguille ed il famoso carpione, che si trova solo in questo lago, a grande profondità. Piccoli allevamenti forniscono il latte per genuini formaggi di latte di mucca e di capra. La tradizione venatoria del posto, fornisce abbondante cacciagione tra la quale il cinghiale, dal caratteristico gusto selvatico.

Il Vino
Il favorevole clima mediterraneo permette la coltura dell’uva dalla quale nascono pregiati vini come il bianco di Lugana, tipico dell’area a sud di Sirmione, il Groppello, anche detto Rosso Valtenesi, formato per metà da uve groppello e per la parte restante da Marzemino, Barbera e Sangiovese ed il Chiaretto, vino rosato ottenuto dalle stesse uve del Groppello vinificate in bianco con pigiatura soffice.

L'Olio di Oliva
Gargnà, Casaliva, Frantoio, Leccino, Miniòl, Pendolino: sono i nomi delle varietà di ulivi che si coltivano a Gargnano. Sempre spremute a freddo, a brevissimo tempo dalla raccolta, da esse si ricava un olio extravergine dalla bassissima acidità, leggero, lievemente amaro e piccante, con profumi che vanno dal carciofo, alla mandorla, dall’erba falciata, alla vaniglia, ai fiori. Una curiosità: il garda è la località più a nord dell’Europa ove si coltiva l’ulivo.

Borgo di Gargnano
Comune di Gargnano

Provincia di Brescia
Regione Lombardia

Abitanti: 2.878
Altitudine centro: 66 m s.l.m.

il Comune fa parte di:
Comunità montana Parco Alto Garda Bresciano

Aree naturali protette:
Parco regionale dell'Alto Garda Bresciano

Comune di Gargnano
Via Roma 47 - Gargnano (BS)
Tel. +39 0365 798811

IN AUTO

  • Da Milano: Prendere l'autostrada A51 e seguire la direzione Tangenziale Est, proseguire sull'autostrada A4, uscire a Brescia Ovest, continuare sulla SP BS11, prendere l'uscita in direzione Verona/Salò, proseguire seguendo la direzione per Salò (SS 45BIS), superare i comuni di Salò e di Gardone Riviera, continuare seguendo le indicazioni per Gargnano.
  • Da Bologna: Dall'autostrada A14 continuare sull'autostrada A1, seguire la direzione Cremona - Brescia, proseguire sull'A21 fino a Brescia Centro, seguire la direzione per la SS 11 Verona/Mantova, uscire in direzione Verona/Salò, proseguire seguendo la direzione per Salò (SS 45BIS), superati i comuni di Salò e di Gardone Riviera continuare per Gargnano.
  • Da Genova: Dall'autostrada A7, seguire la direzione per Piacenza, continuare sull'autostrada A21 fino a Brescia Centro, seguire la direzione per la SS 11 Verona/Mantova, uscire in direzione Verona/Salò, proseguire in direzione di Salò (SS 45BIS), superare i comuni di Salò e di Gardone Riviera, continuare seguendo le indicazioni per Gargnano.
  • Da La Spezia: Dall'autostrada della Cisa A15, seguire la direzione Milano, proseguire sull'autostrada del Sole A1, seguire le indicazioni per Cremona, continuare sull'autostrada A21 fino a Brescia Centro, seguire la direzione per la SS 11 Verona/Mantova, uscire in direzione Verona/Salò, proseguire in direzione di Salò, superati i comuni di Salò e di Gardone Riviera continuare per Gargnano.
  • Da Brescia: Percorrere la SP BS11 in direzione Centro/Tangenziale Sud, uscire in direzione Verona/Salò, continuare in direzione di Salò, (SS 45BIS), superare i comuni di Salò e di Gardone Riviera, continuare seguendo le indicazioni per Gargnano.

IN AEREO

  • Aeroporto Brescia-Montichiari 
  • Aeroporto Bergamo 
  • Aeroporto di Parma
  • Aeroporto Milano Linate 

Dormire, mangiare, comprare...

Dal blog

L'olio d'oliva italiano, si sa, rappresenta una delle più grandi ricchezze del nostro territorio, comparabile per complessità olfattiva, qualità e attenzione produttiva solamente ai nostri vini migliori. Oggi andiamo a conoscere un olio d'oliva un po' speciale, un'eccellenza del nostro territorio che nasce sulle rive del lago di Garda: l’Olio Extra Vergine di Oliva del Garda DOP. Un colore delicato, avvolgente ed elegante,
Continua
Si è svolta ieri al TTG Travel Experience, il principale marketplace del turismo B2B in Italia, la premiazione della Borghi Photo Marathon 2018, manifestazione fotografica organizzata da Yallers Italia in collaborazione con Borghi Magazine che ha visto gli appassionati di fotografia impegnati nel cogliere il meglio dei colori e delle emozioni dei borghi selezionati. Il presidente dell'associazione Yallers Italia, Giorgio Monticelli ha presentato con lo spirito dell'associazione l'evento, e congratulandos...
Continua
cos'altro vuoi scoprire?
e-borghi 2019-2020 Tutti i diritti riservati • 3S Comunicazione - P. IVA 08058230965
Corso Buenos Aires, 92 - 20124 Milano | 02 87071950