La più grande risorsa online su borghi e turismo
Accedi alla community

Montalto delle Marche


Condividi
Montalto delle Marche sorge nella fascia collinare che va dalla costa Adriatica alla Catena dei Sibillini. All'interno del borgo è possibile ritrovare numerose emergenze architettoniche medievali, come le mura e le porte che ancora circondano l'abitato.
  • Borgo in montagna
Montalto delle Marche, Cupola e Torre della Cattedrale   | GAL Piceno
Montalto delle Marche, Cupola e Torre della Cattedrale
GAL Piceno
Montalto delle Marche, Porta Patrizia  | GAL Piceno
Montalto delle Marche, Porta Patrizia
GAL Piceno
Montalto delle Marche, Contrafforte e chiesa di Santa Maria in Viminatu di Patrignone   | GAL Piceno
Montalto delle Marche, Contrafforte e chiesa di Santa Maria in Viminatu di Patrignone
GAL Piceno
Montalto delle Marche, Complesso di Sant'Agostino  | GAL Piceno
Montalto delle Marche, Complesso di Sant'Agostino
GAL Piceno
Montalto delle Marche, panorama da est  | GAL Piceno
Montalto delle Marche, panorama da est
GAL Piceno
Montalto delle Marche, mulino fortificato in Valdaso, sede della Zecca sotto Pio VI  | GAL Piceno
Montalto delle Marche, mulino fortificato in Valdaso, sede della Zecca sotto Pio VI
GAL Piceno
Montalto delle Marche, Chiesa e Monastero delle Clarisse (1608)  | GAL Piceno
Montalto delle Marche, Chiesa e Monastero delle Clarisse (1608)
GAL Piceno
Montalto delle Marche, Teatro della Rocca e chiesa di San Pietro  | GAL Piceno
Montalto delle Marche, Teatro della Rocca e chiesa di San Pietro
GAL Piceno
Montalto delle Marche, l'architetto montaltese Giuseppe Sacconi   | GAL Piceno
Montalto delle Marche, l'architetto montaltese Giuseppe Sacconi
GAL Piceno
Montalto delle Marche, Portico della Cattedrale  | GAL Piceno
Montalto delle Marche, Portico della Cattedrale
GAL Piceno
Montalto delle Marche, il borgo di Patrignone  | GAL Piceno
Montalto delle Marche, il borgo di Patrignone
GAL Piceno
Montalto delle Marche, Chiesetta della Madonna della Pace a Porchia  | GAL Piceno
Montalto delle Marche, Chiesetta della Madonna della Pace a Porchia
GAL Piceno
Montalto delle Marche, Palazzo Sacconi  | GAL Piceno
Montalto delle Marche, Palazzo Sacconi
GAL Piceno
Montalto delle Marche, Palazzo Paradisi  | GAL Piceno
Montalto delle Marche, Palazzo Paradisi
GAL Piceno
Montalto delle Marche, Palazzo Pasqualini  | GAL Piceno
Montalto delle Marche, Palazzo Pasqualini
GAL Piceno
Montalto delle Marche, Ansa del fiume Aso in un Catasto del 1772  | GAL Piceno
Montalto delle Marche, Ansa del fiume Aso in un Catasto del 1772
GAL Piceno
Montalto delle Marche, Monumento ai caduti  | GAL Piceno
Montalto delle Marche, Monumento ai caduti
GAL Piceno
Montalto delle Marche, l'antica Porcula  | GAL Piceno
Montalto delle Marche, l'antica Porcula
GAL Piceno
Uno sguardo a Montalto delle Marche
Uno sguardo a Montalto delle Marche
Video di Piceno 360

Eventi

lunedì
15
giugno, 2020

San Vito

Sul borgo

L'ArcheoClub di Montalto delle Marche (Mundatë in dialetto montaltese) ha localizzato sul territorio 14 insediamenti di epoca romana ed un villaggio neolitico. I reperti che sono stati recuperati dai siti hanno permesso l'apertura di un'interessante Museo Archeologico, che prevede un percorso didattico con più di 3000 reperti.

Dal 1586 Montalto fu sede di un Presidiato, lo Stato di Montalto, che controllava ben 13 comuni, mentre dalla fine del XVI secolo, Papa Sisto V vi fece istituire una Zecca. Il Presidiato venne soppresso nel 1861 con la fine dello Stato Pontificio. Il borgo ha inoltre dato i natali all'architetto Giuseppe Sacconi, progettista dell'Altare della Patria a Roma.

All'interno del borgo è possibile ritrovare numerose emergenze architettoniche medievali, come le mura e le porte che ancora circondano l'abitato, alcuni palazzi nobiliari come palazzo Sacconi, palazzo Paradisi e palazzo Pasqualini, e numerosi edifici di culto, primo fra tutti il Duomo, intitolato a Santa Maria Assunta. All'interno dello storico palazzo comunale è possibile visitare il Museo Archeologico, il Museo delle Carceri e, nei sotterranei, il Museo Etnografico "L'acqua, la terra, la tela".

Nei dintorni sono da menzionare l'abitato di Patrignone, patria di Antonio Bonfini, umanista di fama internazionale e primo storico della nazione ungherese. Di particolare pregio la chiesa romanica di Santa Maria in Viminato contenente affreschi rinascimentali. L'abitato di Porchia, infine, merita una visita per una pregevole tavola del Pagani e una stupenda Natività del XV secolo affrescata nella Cripta della Chiesa di Santa Lucia.

Comune di Montalto delle Marche
Provincia di Ascoli Piceno
Regione Marche

Abitanti: 2.078 (1.400 nel borgo)
Altitudine centro: 513 m s.l.m.

Comune di Montalto delle Marche
Piazza Umberto I 12 - Montalto delle Marche (AP)
Tel. +39 0736 828015

IN AUTO

  • Da Nord e da Sud: Prendere l'autostrada A14 (da nord in direzione di Ancona e da sud in direzione di Napoli), uscire a Pedaso, seguire la direzione Pescara, attraversare Pedaso, Rubbianello, svoltare sulla SP 47 in direzione Montalto delle Marche.
  • Da Ascoli Piceno: Prendere la SP 235, attraversare Valle Senzana, Ripaberarda, Viadotto Teslno e proseguire in direzione Montalto delle Marche.

IN TRENO

  • Stazione ferroviaria di Ascoli Piceno

IN AEREO

  • Aeroporto di Ancona 
  • Aeroporto di Pescara 

Dormire, mangiare, comprare...

Dal blog

Prima di essere assurta a simbolo di convivi spensierati in compagnia, l’oliva ascolana è innanzitutto un vessillo Dop, precisamente della provincia di Ascoli Piceno. E la storia delle olive ascolane è antichissima, risale all’antica Roma, quando le olive – per le loro proprietà nutritive – costituivano il pasto quotidiano dei legionari romani ed erano oggetto dell’attenzione di autori – ed estimatori - che ne hanno scritto. Fra questi spiccano Catone, Varrone, Marzia...
Continua
cos'altro vuoi scoprire?
e-borghi 2019-2020 Tutti i diritti riservati • 3S Comunicazione - P. IVA 08058230965
Corso Buenos Aires, 92 - 20124 Milano | 02 87071950