Il borgo di Santa Fiora si trova sul Monte Amiata, in Toscana.
 
CERCA PER ZONA

Santa Fiora

L'acqua in piazza
Leggi di più

Borgo di Santa Fiora
Comune di Santa Fiora
Provincia di Grosseto
Regione Toscana

Abitanti: 2.611 (1.446 nel borgo) 
Altitudine centro: 687 m s.l.m.

il Comune fa parte di:
I Borghi più belli d'Italia
Paesi Bandiera Arancione
Associazione Giochi Antichi
Unione Montana Amiata Grossetano
Strada del Vino Montecucco e dei Sapori d'Amiata

Aree naturali protette:
Riserva Provinciale Bosco della SS. Trinità

Comune di Santa Fiora
Piazza Garibaldi 25 - Santa Fiora (GR)
Tel. +39 0564 979611

Posto sul versante meridionale del Monte Amiata, Santa Fiora si sviluppa su un colle ed è diviso in tre terzieri: Castello, Borgo, Montecatino, digradanti in successione dai castagneti alle sorgenti del fiume Fiora.
Il terziere di Castello, il più antico, ha una piazza medievale dominata dai resti delle fortificazioni aldobrandeschee dal cinquecentesco palazzo dei conti Sforza Cesarini, oggi sede comunale.

Tra gli affreschi cinquecenteschi della scuola del Cavalier d’Arpino e il Museo delle miniere di mercurio del Monte Amiata, ci si fa un’idea della peculiarità del luogo, dove in piazza San Michele c’è la scultura del santo che calpesta il demonio.
Vista la pieve delle Sante Flora e Lucilla, che ospita una delle maggiori collezioni al mondo di “robbiane”, le terrecotte invetriate di Luca e Andrea Della Robbia, si entra attraverso la medievale Porticciola nel terziere di Borgo, e poi nella zona del Ghetto dove sorgeva la sinagoga.

Da porta San Michele si arriva infine nel terziere di Montecatino, dove l’abbondanza di acqua aveva favorito in passato il sorgere di alcune manifatture. Qui cattura l’attenzione un inaspettato specchio d'acqua: la splendida Peschiera cinquecentesca che, secondo Cesare Brandi, sembra un luogo ariostesco, indimenticabile e che da sola vale il viaggio. Accanto alla Peschiera, si notano un vasto parco-giardino di età sforzesca e la secentesca chiesa della Madonna delle Nevi che sorge sopra le sorgenti del fiume Fiora, visibili sotto il pavimento in vetro.

Tra i comuni della provincia di Grosseto, Santa Fiora è quello che più di tutti ha mantenuto usanze e tradizioni, tanto da vantare una nutrita rassegna di festività nel corso dell'anno.
Per citarne alcuni: I Canti di questua della Befana, un'antica ricorrenza legata al ritorno dei "dicioccatori" (lavoratori) dalla Maremma subito dopo la castagnatura; Il Carnevale morto, che rappresenta l'unica rappresentazione popolare che gioca sul tema della morte e del macabro come auto-liberazione che sia sopravvissuta fino ad oggi in Maremma; La Feste di primavera e La Festa delle sante Flora e Lucilla. 

Video di Alfonso Fiorentino

Altre destinazioni nelle vicinanze

Castel del Piano
Castel del Piano
Il borgo di Castel del Piano, in Toscana, è situato sulle propaggini collinari del Monte Amiata.
Grosseto - 7.89 KM da Santa Fiora
Radicofani
Radicofani
Radicofani è un borgo della Val d'Orcia, in Toscana, dominato da una delle più spettacolari fortezze toscane.
Siena - 16.44 KM da Santa Fiora
Sorano
Sorano
Il borgo di Sorano, per la sua particolare caratteristica urbana, è definita la Matera della Toscana.
Grosseto - 19.67 KM da Santa Fiora
Sovana
Sovana
Sovana, importante centro etrusco, borgo medievale e rinascimentale, è una delle sedi del Parco archeologico Città del Tufo.
Grosseto - 20.01 KM da Santa Fiora
Pitigliano
Pitigliano
Il borgo di Pitigliano, in Maremma, è noto come la piccola Gerusalemme, per la storica presenza di una comunità ebraica.
Grosseto - 22.87 KM da Santa Fiora
San Casciano dei Bagni
San Casciano dei Bagni
La presenza delle sorgenti termali caratterizza da sempre il territorio di San Casciano dei Bagni, in Toscana.
Siena - 24.04 KM da Santa Fiora

NOTA: le distanze espresse sono in linea d'aria.

Piú letti del mese

Ricetta: i Chneffléné di Gressoney
Ricetta: i Chneffléné di Gressoney
Piccoli gnocchetti tipici della cucina valdostana che possono essere conditi in modi differenti.
By Redazione
Ricetta: le Ferratelle abruzzesi
Ricetta: le Ferratelle abruzzesi
Le Ferratelle o pizzelle abruzzesi sono un dolce simile ai noti “waffles”.
By Redazione
Sauris, passaggio a nord-est
Sauris, passaggio a nord-est
Incorniciato dai suggestivi paesaggi della Carnia, il borgo alpino di Sauris è noto per il suo Lago, il Prosciutto IGP, lo speck e la birra artigianale, la Zahre Beer.
By Redazione E-borghi Travel
A Modena va in scena il meglio della musica lirica
A Modena va in scena il meglio della musica lirica
E' iniziata la stagione concertistica 2019-20 presso il Teatro Comunale Luciano Pavarotti. Un'occasione per ascoltare artisti di livello mondiale e visitare gli incantevoli borghi del modenese
By Redazione
I borghi del tartufo: il profumo della buona terra
I borghi del tartufo: il profumo della buona terra
Gioiello delle nostre tavole, il tartufo è uno dei prodotti più buoni e pregiati che ci siano.
By Antonella Andretta
AgrieTour e il circuito e-borghi: il volto dell’Italia più vera, all’insegna dell’ospitalità rurale
AgrieTour e il circuito e-borghi: il volto dell’Italia più vera, all’insegna dell’ospitalità rurale
Il 15 e il 16 novembre AgrieTour sarà in grado di offrire un panorama completo del mercato e della cultura dell'ospitalità rurale.
By Luciana Francesca Rebonato
e-borghi travel - la rivista per chi ama viaggiare tra borghi e turismo slow

Sfoglia gratuitamente e-borghi travel, la tua nuova rivista di viaggi

Con il patrocinio di