Il centro storico del borgo di Galtellì è uno dei meglio conservati di tutta la Sardegna.
 
CERCA PER ZONA

Galtellì

Canne al vento

Comune di Galtellì
Provincia di Nuoro
Regione Sardegna

Abitanti: 2.435
Altitudine centro: 35 m s.l.m.

Il Comune fa parte di
Paesi Bandiera Arancione
Borghi Autentici d'Italia
Parchi Letterari d'Italia
Unione Valle del Cedrino 

Comune di Galtellì
Piazza Parrocchia - Galtellì (NU)
Tel. +39 0784 90095

Galtellì Comunità Ospitale

Incorniciato dalla bellezza di un paesaggio naturale traboccante di storia che si conserva nel tempo, il borgo, di epoca medievale, vive nel mondo reale ma anche in quello romantico della letteratura. Il borgo di Galtellì sorge in una posizione panoramica, lungo la valle del fiume Cedrino e ai piedi del maestoso Monte Tuttavista che lo protegge dall’alto e lo separa dalle acque cristalline del Golfo di Orosei. .

Già popolato in epoca preistorica come mostrano i resti nell'abitato delle domus de janas Malicas datate 3800 a.c. e alcuni nuraghi e dolmen nell'agro circostante il borgo, Galtellì entra nella storia con le cronache di epoca medievale legate all'istituzione della Diocesi vescovile di San Pietro nell'allora Giudicato di Gallura dal 1138 al 1495; successivamente passa sotto il dominio aragonese tra XV e XVIII secolo presente nell'architettura della chiesa parrocchiale del SS Crocifisso e nel patrimonio di statue lignee, e il controllo piemontese tra XVIII e XIX secolo come testimonia il Castello Malicas, fortino di caccia del barone Guzzetti e l'ultima riforma barocca della parrocchiale. Il territorio ha un ricco patrimonio ambientale e faunistico che si sviluppa dalle sponde del fiume Cedrino fino al massiccio calcareo del Monte Tuttavista popolato di lecci, lentischi, ginepri secolari e rari endemismi, dove si trova il monumento naturale de Sa Preta Istampata (la pietra forata) a 635 metri slm.

Il centro storico del borgo di Galtellì è uno dei meglio conservati di tutta la Sardegna. Portali semplici o decorati, tetti a doppio spiovente, dimore povere eppure incantevoli si affacciano lungo stradine tortuose e silenziose. La tradizionale architettura rurale si ravviva nei colori, nei sapori e nei profumi che mutano al mutar delle stagioni come nella casa padronale del 1700 Sa Domo 'e sos Marras, tipica casa galtellinese, oggi sede del museo etnografico che ospita oltre 1800 pezzi e racconta la vita contadina del tempo.

La sua storia, il suo paesaggio, i personaggi e gli stati d’animo sono rimasti impressi dalla penna della scrittrice nuorese Grazia Deledda che a Galtellì ha ambientato il suo più celebre romanzo, “Canne al vento”. Un libro in cui iniziative, organizzazione e servizi si trasformano in uno stimolante calendario di visita e di viaggio, grazie al teatro estivo itinerante dei ragazzi lungo i luoghi del narrato come i Viaggi emozionali da ben 17 anni, le passeggiate notturne ai ruderi del Castello di Pontes e le visite guidate lungo il centro storico. 

Video di Borghi d'Italia

Altre destinazioni nelle vicinanze

Mamoiada
Mamoiada
Il borgo di Mamoiada si trova in Sardegna nella regione storica della Barbagia di Ollolai.
Nuoro - 34.26 KM da Galtellì

NOTA: le distanze espresse sono in linea d'aria.

Piú letti del mese

Fontanellato tra storia, giri
Fontanellato tra storia, giri "in gondola" e street food
Vi portiamo nel bellissimo borgo medievale in provincia di Parma alla scoperta della maestosa Rocca Sanvitale, circondata da un fossato navigabile, e delle prelibatezze culinarie provenienti da tutta Italia e dal mondo: un vero e proprio assedio gastronomico!
By Joni Scarpolini
Il campanile del Lago di Resia e l'antico borgo sommerso
Il campanile del Lago di Resia e l'antico borgo sommerso
Vi raccontiamo la storia di un antico villaggio altoatesino che negli anni Cinquanta fu sommerso dalle acque della diga. E ciò che resta è uno spettacolo surreale, da film fantasy...
By Joni Scarpolini
Cerenzia e la leggenda del drago a sette teste
Cerenzia e la leggenda del drago a sette teste
Gli abitanti dell’antico borgo calabrese sono devoti a San Teodoro di Amasea, che nel 1528 sconfisse il terribile mostro: al loro condottiero hanno dedicato una giornata dell’anno per celebrare la sua impresa
By Redazione
Ricetta: Tagliolini con la Bomba di Gradara
Ricetta: Tagliolini con la Bomba di Gradara
E' il primo piatto tipico del borgo medievale marchigiano e il suo nome può trarre in inganno...
By Redazione
Dentro le anguste prigioni del Forte di Bard
Dentro le anguste prigioni del Forte di Bard
Vi portiamo nelle segreta della grande fortezza sabauda, che solo Napoleone riuscì a espugnare
By Stefano De Bernardi
Castello di Vogogna, la roccaforte che domina la Val d'Ossola
Castello di Vogogna, la roccaforte che domina la Val d'Ossola
A pochi chilometri da Domodossola, immerso nella natura alpina, sorge un suggestivo maniero medievale che, dopo secoli di invasioni, oggi vigila sull'antico borgo in pietra e attira i turisti anche della vicina Svizzera
By Joni Scarpolini
e-borghi travel - la rivista per chi ama viaggiare tra borghi e turisimo slow

Sfoglia gratuitamente e-borghi travel, la tua nuova rivista di viaggi

Con il patrocinio di