Nel cuore della Daunia, un'isola linguistica, una cultura viva e ricca, difesa da un bosco dove sgorgano sorgenti di acqua curativa. E il profumo del prosciutto di Faeto che corrobora il corpo e lo spirito.
 
CERCA PER ZONA

Faeto

Il bosco vivo

Comune di Faeto
Provincia di Foggia
Regione Puglia

Abitanti: 621 
Altitudine centro: 820 m s.l.m.

il Comune fa parte di:
Borghi Autentici d’Italia

Comune di Faeto
Via Cappella 1 - Faeto (FG)
Tel. +39 0881 973290

Il piccolo borgo di Faeto (meno di 700 abitanti) sorge sulle magnifiche alture della Daunia, su una collina dal quale si possono ammirare con un solo sguardo tutto il tavoliere delle puglie, il Gargano e il Golfo di Manfredonia. Due sono le principali peculiarità di questo piccolo gioiello. La prima è quella di essere, insieme al contiguo paese di Celle San Vito, l’unica isola linguistica francoprovenzale della Puglia (il termine Faeto deriva proprio dal corrispondente Faìte). L’altro simbolo del borgo è il bosco che lo circonda (Faeto significa proprio ‘faggeto’, bosco di faggi). Il Bosco Difesa di Faeto è uno dei boschi più importanti di tutta la Daunia ed è costituito prevalentemente da querce e (per l’appunto) faggi. Questi due elementi rendono Faeto un luogo unico, dove cultura, natura, storia e tradizione si fondono per creare un’armonia unica, assolutamente da scoprire.

Il borgo mantiene intatto tutto il suo fascino medioevale, epoca nella quale si hanno le prime notizie sulla sua esistenza (metà del XII secolo). Un dedalo di stradine, viottoli e vicoli stretti e tortuosi, che prendono avvio dalla chiesa principale, si snodano verso la periferia del borgo, dando vita a un percorso lungo il quale si incontrano i famosi archi (lo cunnùtte), le suggestive porte del paese. Famose in questo territorio sono le sorgenti spontanee di acqua minerale, con qualità organolettiche che la rendono curativa e diuretiche. In corrispondenza delle fonti sono state costruite numerose fontane che spesso portano il nome della fonte dalla quale attingono. Il solo andare alla loro scoperta può essere magico: alcune si trovano fuori e dentro l’abitato, altre immerse nel bosco, dentro il quale si possono scoprire anche i resti di antichi mulini ad acqua.

Altra rinomata eccellenza di Faeto è il suo prosciutto DOP e tutti gli altri derivati dal maiale nero, razza autoctona, lavorato con metodi antichi: una vera e propria tradizione culinaria. A questo prodotto ogni anno vengono dedicate due sagre importanti: la sagra del Prosciutto si svolge ogni anno in Agosto, nel Bosco di Faeto; quella del maiale, invece, la prima domenica di Febbraio. Qui si possono scoprire i sapori e i piaceri più intensi e rappresentativi di Faeto, che non si limitano al prosciutto, ma anche alla salsiccia, la soppressata, il capocollo, il filetto e la pancetta; tutti di grandissima qualità, prodotti dagli allevatori locali.

Video di Sixballone

Altre destinazioni nelle vicinanze

Roseto Valfortore
Roseto Valfortore
Il borgo di Roseto Valfortore si trova in Puglia, all'interno della regione storica della Daunia.
Foggia - 7.76 KM da Faeto
Biccari
Biccari
Il borgo autentico di Biccari, in Puglia, situa su colline dolci e tranquille.
Foggia - 8.67 KM da Faeto
Alberona
Alberona
Alberona sorge nel Subappennino dauno sulle pendici del monte Stilo, che domina il Tavoliere delle Puglie.
Foggia - 12.58 KM da Faeto
Troia
Troia
Il borgo di Troia, in Puglia, venne fondato per divenire roccaforte dell’impero bizantino.
Foggia - 12.86 KM da Faeto
Bovino
Bovino
Bovino si trova in Puglia nella regione storica della Daunia.
Foggia - 16.96 KM da Faeto
Zungoli
Zungoli
Tipico borgo irpino, in Campania, il cui centro storico è attraversato da viuzze acciottolate. Zungoli riconosciuto con la Bandiera Arancione dal TCI, fa parte anche dell'associazione I Borghi più belli d'Italia
Avellino - 22.52 KM da Faeto

NOTA: le distanze espresse sono in linea d'aria.

Piú letti del mese

Fontanellato tra storia, giri
Fontanellato tra storia, giri "in gondola" e street food
Vi portiamo nel bellissimo borgo medievale in provincia di Parma alla scoperta della maestosa Rocca Sanvitale, circondata da un fossato navigabile, e delle prelibatezze culinarie provenienti da tutta Italia e dal mondo: un vero e proprio assedio gastronomico!
By Joni Scarpolini
Il campanile del Lago di Resia e l'antico borgo sommerso
Il campanile del Lago di Resia e l'antico borgo sommerso
Vi raccontiamo la storia di un antico villaggio altoatesino che negli anni Cinquanta fu sommerso dalle acque della diga. E ciò che resta è uno spettacolo surreale, da film fantasy...
By Joni Scarpolini
Cerenzia e la leggenda del drago a sette teste
Cerenzia e la leggenda del drago a sette teste
Gli abitanti dell’antico borgo calabrese sono devoti a San Teodoro di Amasea, che nel 1528 sconfisse il terribile mostro: al loro condottiero hanno dedicato una giornata dell’anno per celebrare la sua impresa
By Redazione
Ricetta: Tagliolini con la Bomba di Gradara
Ricetta: Tagliolini con la Bomba di Gradara
E' il primo piatto tipico del borgo medievale marchigiano e il suo nome può trarre in inganno...
By Redazione
Dentro le anguste prigioni del Forte di Bard
Dentro le anguste prigioni del Forte di Bard
Vi portiamo nelle segreta della grande fortezza sabauda, che solo Napoleone riuscì a espugnare
By Stefano De Bernardi
Castello di Vogogna, la roccaforte che domina la Val d'Ossola
Castello di Vogogna, la roccaforte che domina la Val d'Ossola
A pochi chilometri da Domodossola, immerso nella natura alpina, sorge un suggestivo maniero medievale che, dopo secoli di invasioni, oggi vigila sull'antico borgo in pietra e attira i turisti anche della vicina Svizzera
By Joni Scarpolini
e-borghi travel - la rivista per chi ama viaggiare tra borghi e turisimo slow

Sfoglia gratuitamente e-borghi travel, la tua nuova rivista di viaggi

Con il patrocinio di