Nel cuore della Daunia, un'isola linguistica, una cultura viva e ricca, difesa da un bosco dove sgorgano sorgenti di acqua curativa. E il profumo del prosciutto di Faeto che corrobora il corpo e lo spirito.
 
Diventa partner
CERCA PER ZONA

Faeto

Il bosco vivo
Leggi di più

Borgo di Faeto
Comune di Faeto
Provincia di Foggia
Regione Puglia

Abitanti: 621 
Altitudine centro: 820 m s.l.m.

il Comune fa parte di:
Borghi Autentici d’Italia

Comune di Faeto
Via Cappella 1 - Faeto (FG)
Tel. +39 0881 973290

Il piccolo borgo di Faeto (meno di 700 abitanti) sorge sulle magnifiche alture della Daunia, su una collina dal quale si possono ammirare con un solo sguardo tutto il tavoliere delle puglie, il Gargano e il Golfo di Manfredonia. Due sono le principali peculiarità di questo piccolo gioiello. La prima è quella di essere, insieme al contiguo paese di Celle San Vito, l’unica isola linguistica francoprovenzale della Puglia (il termine Faeto deriva proprio dal corrispondente Faìte). L’altro simbolo del borgo è il bosco che lo circonda (Faeto significa proprio ‘faggeto’, bosco di faggi). Il Bosco Difesa di Faeto è uno dei boschi più importanti di tutta la Daunia ed è costituito prevalentemente da querce e (per l’appunto) faggi. Questi due elementi rendono Faeto un luogo unico, dove cultura, natura, storia e tradizione si fondono per creare un’armonia unica, assolutamente da scoprire.

Il borgo mantiene intatto tutto il suo fascino medioevale, epoca nella quale si hanno le prime notizie sulla sua esistenza (metà del XII secolo). Un dedalo di stradine, viottoli e vicoli stretti e tortuosi, che prendono avvio dalla chiesa principale, si snodano verso la periferia del borgo, dando vita a un percorso lungo il quale si incontrano i famosi archi (lo cunnùtte), le suggestive porte del paese. Famose in questo territorio sono le sorgenti spontanee di acqua minerale, con qualità organolettiche che la rendono curativa e diuretiche. In corrispondenza delle fonti sono state costruite numerose fontane che spesso portano il nome della fonte dalla quale attingono. Il solo andare alla loro scoperta può essere magico: alcune si trovano fuori e dentro l’abitato, altre immerse nel bosco, dentro il quale si possono scoprire anche i resti di antichi mulini ad acqua.

Altra rinomata eccellenza di Faeto è il suo prosciutto DOP e tutti gli altri derivati dal maiale nero, razza autoctona, lavorato con metodi antichi: una vera e propria tradizione culinaria. A questo prodotto ogni anno vengono dedicate due sagre importanti: la sagra del Prosciutto si svolge ogni anno in Agosto, nel Bosco di Faeto; quella del maiale, invece, la prima domenica di Febbraio. Qui si possono scoprire i sapori e i piaceri più intensi e rappresentativi di Faeto, che non si limitano al prosciutto, ma anche alla salsiccia, la soppressata, il capocollo, il filetto e la pancetta; tutti di grandissima qualità, prodotti dagli allevatori locali.

Video di Sixballone

Altre destinazioni nelle vicinanze

Roseto Valfortore
Roseto Valfortore
Il borgo di Roseto Valfortore si trova in Puglia, all'interno della regione storica della Daunia.
Foggia - 7.76 KM da Faeto
Biccari
Biccari
Il borgo autentico di Biccari, in Puglia, situa su colline dolci e tranquille.
Foggia - 8.67 KM da Faeto
Alberona
Alberona
Alberona sorge nel Subappennino dauno sulle pendici del monte Stilo, che domina il Tavoliere delle Puglie.
Foggia - 12.58 KM da Faeto
Troia
Troia
Il borgo di Troia, in Puglia, venne fondato per divenire roccaforte dell’impero bizantino.
Foggia - 12.86 KM da Faeto
Bovino
Bovino
Bovino si trova in Puglia nella regione storica della Daunia.
Foggia - 16.96 KM da Faeto
Zungoli
Zungoli
Tipico borgo irpino, in Campania, il cui centro storico è attraversato da viuzze acciottolate, che spesso si arrampicano lungo il crinale della collina sotto forma di scale di pietra.
Avellino - 22.52 KM da Faeto

NOTA: le distanze espresse sono in linea d'aria.

Piú letti del mese

Ricetta: il Panficato gigliese
Ricetta: il Panficato gigliese
Discepolo del panforte senese, il panficato è il dolce tipico di Giglio Castello che viene preparato con fichi secchi e noci e tanti altri prodotti tipici dell'isola
By Redazione
Ricetta: Pitta di patate
Ricetta: Pitta di patate
La pitta di patate alla pizzaiola è un piatto tipico salentino adatto sia per una cena o per un antipasto, da gustare sia caldo che freddo
By Redazione
Ricetta: le Melanzane Ripiene
Ricetta: le Melanzane Ripiene
Un piatto tipico, semplice e gustoso della cucina calabrese che non può mancare durante il pranzo domenicale o durante i giorni di festa
By Redazione
Civitas Medievale a Dozza: un viaggio nel tempo a due passi da Bologna
Civitas Medievale a Dozza: un viaggio nel tempo a due passi da Bologna
Da non perdere, all'inizio di marzo il borgo di Dozza ospiterà il pittoresco evento Civitas Medievale.
By Redazione
Bolgherirun2020: l'evento che ti permette di scoprire gli angoli più belli della Toscana
Bolgherirun2020: l'evento che ti permette di scoprire gli angoli più belli della Toscana
Torna Bolgherirun, l'evento sportivo che permette di scoprire, attraverso il divertimento, il fantastico paesaggio della Toscana.
By Redazione
Lombardia da gustare: alcuni dei piatti tipici della tradizione nei borghi più belli
Lombardia da gustare: alcuni dei piatti tipici della tradizione nei borghi più belli
I borghi storici della Lombardia conservano perfettamente le tradizioni enogastronomiche del territorio, grazie alle mani esperte delle massaie che hanno saputo tramandare i segreti della cucina più antica di questa regione.
By Redazione
e-borghi travel - la rivista per chi ama viaggiare tra borghi e turismo slow

Sfoglia gratuitamente e-borghi travel, la tua nuova rivista di viaggi

Con il patrocinio di