Il borgo di Usseaux, in Piemonte, conta meno di 200 abitanti.
 
Diventa partner
CERCA PER ZONA

Usseaux

Il borgo dove il tempo si è fermato
Leggi di più

Borgo di Usseaux
Comune di Usseaux
Città Metropolitana di Torino
Regione Piemonte

Abitanti: 186
Altitudine centro: 1416 m s.l.m.

il Comune fa parte di:
I Borghi più belli d'Italia
Borghi Sostenibili del Piemonte
Unione montana Valli Chisone e Germanasca  
Comuni fioriti
Paesi bandiera arancione

Aree naturali protette:
Parco naturale del Gran Bosco di Salbertrand
Parco naturale Orsiera - Rocciavrè

Comune di Usseaux
Via Conte Eugenio Brunette 53 - Usseaux (TO)
Tel. +39 0121 83909

Il borgo di Usseaux (anche Usseauso in italiano; Usseaus in occitano, noto anche come Useaou; Ussò in piemontese), in Piemonte, conta meno di 200 abitanti. Il nome Usseaux ha probabilmente origini celtiche “uxellos = alto”. Il paese fu attraversato nei tempi antichi da Giulio Cesare, il quale cita, nel ”De Bello Gallico”, il villaggio di nome “Occellum”. Si trova in Val Chisone ed è interessato dal Parco naturale Orsiera - Rocciavrè e dal Parco naturale del Gran Bosco di Salbertrand. Il comune, oltre al capoluogo Usseaux (Usseauso), comprende anche le seguenti frazioni: Balboutet (Finale), Fraisse (Fragoleto), Laux (Lauso), Pourrieres (Purrieri). 

La presenza umana in alta Val Chisone è molto antica. Le prime testimonianze di arte rupestre risalgono a 12.000 anni a.C. Le origini delle borgate di Usseaux sono legate ai popoli (Liguri-Celti-Romani-Barbari-Bizantini-Provenzali-Longobardi-Saraceni) che nel tempo hanno abitato l’Alta Val Chisone (nel medioevo chiamata Val Pragelato), lasciando sul territorio una marcata impronta della loro cultura, della loro lingua e delle loro tradizioni come monete, strade, toponimi. Le prime notizie documentate sull’esistenza di Usseaux risalgono al 1064, quando la Contessa Adelaide fondò l’Abbazia di Santa Maria di Pinerolo donando ad essa i territori dell’Alta Val Chisone. Nei secoli di storia Usseaux visse le esperienze e le vicende delle altre comunità dell’Alta Valle: il Delfinato (1091-1349), il Regno di Francia (1349-1713), il Ducato dei Savoia, le guerre tra Francesi e Savoia (battaglia dell’Assietta 1747), nuovamente il dominio francese, l’impero napoleonico e le guerre di indipendenza che portarono nel 1861 all’unità d’Italia. Fece parte degli Escartons (1343-1713) e per secoli condivise la presenza di due comunità di fede diversa, quella cattolica e quella valdese. Con l’unità d’Italia gli abitanti dell’alta Val Chisone e quindi anche di Usseaux si allontanarono progressivamente dalle abitudini francesi; la lingua degli atti pubblici divenne quella italiana e venne insegnata nelle scuole elementari. La prima guerra mondiale venne vissuta e subita dalla valle. Il dopoguerra vide il fenomeno dell’emigrazione stagionale (persone impegnate nel settore alberghiero in Francia o nell’industria del Pinerolese). Il secondo conflitto mondiale e la guerra di liberazione colpì anche l’alta Val Chisone con diversi episodi di sangue e di distruzione. Negli anni seguenti la valle rivisse il fenomeno dell’emigrazione (stagionale in Francia e verso le industrie della pianura). Molti emigranti non sono più ritornati in patria.

Nell'abitato di Usseaux spiccano alcuni edifici, in gran parte ristrutturati, che risalgono al 1700, come il forno, il lavatoio ed il mulino. Numerose e caratteristiche sono le fontane. Si incontrano anche in ogni angolo del borgo di Balboutet originali meridiane dipinte, una diversa dall'altra, unitamente a graziosi dipinti illustrativi. Particolarmente imponente e pregevole è la chiesa parrocchiale dedicata a San Pietro. 

Video di UMB21VIDEO50

Altre destinazioni nelle vicinanze

Fenestrelle
Fenestrelle
Fenestrelle è posto a metà della Val Chisone, in Piemonte.
Torino - 2.51 KM da Usseaux
Bourcet
Bourcet
Bourcet è un piccolo borgo montano situato a 1594 metri nell’omonimo Vallone di Bourcet, alla destra orografica della Val Chisone, in Piemonte.
Torino - 9.08 KM da Usseaux
Exilles
Exilles
Il borgo di Exilles, nel cuore dell’alta Valle di Susa, è dominato dalla presenza del Forte.
Torino - 9.29 KM da Usseaux
Susa
Susa
Susa, l’antica Segusio, è una città millenaria sorta in una posizione strategica per il controllo della Valle Susa.
Torino - 9.71 KM da Usseaux
Salbertrand
Salbertrand
Il borgo di Salbertrand, famoso per il suo Bosco protetto, si trova in Alta Valle Susa, in Piemonte.
Torino - 11.84 KM da Usseaux
San Giorio di Susa
San Giorio di Susa
Adagiato sulla sponda destra della Dora Riparia, San Giorio fu nel Medioevo un importante feudo dei Bertrandi di Montmelian in Moriana.
Torino - 14.7 KM da Usseaux

NOTA: le distanze espresse sono in linea d'aria.

Piú letti del mese

Quattro passi… in 4 borghi fortificati
Quattro passi… in 4 borghi fortificati
Poker d’assi di borghi fortificati per andare alla scoperta della storia e delle curiosità. Leggende intrecciate ad arte e architettura, epopee medievali o rinascimentali che rivelano al visitatore tutta l’unicità di questi gioielli italiani
By Luciana Francesca Rebonato
4 borghi da non perdere per l’artigianato d’autore
4 borghi da non perdere per l’artigianato d’autore
Quattro borghi italiani che si distinguono per il loro artigianato, essenza di un’arte antica tramandata nei secoli. Un viaggio nella tipicità, itinerari emozionali che puntano i riflettori sull’unicità
By Luciana Francesca Rebonato
Sperlonga, l’antica perla dell’Impero
Sperlonga, l’antica perla dell’Impero
Sperlonga, piccolo centro della Riviera di Ulisse, è una continua sorpresa tra panorami e scorci caratteristici dove ci si deve far guidare esclusivamente dalla curiosità
By Luca Sartori
Ricetta: spaghetti alla colatura di alici, un piatto tipico della Costiera Amalfitana
Ricetta: spaghetti alla colatura di alici, un piatto tipico della Costiera Amalfitana
La Colatura di Alici è un prodotto tradizionale che negli anni ha caratterizzato gastronomicamente il piccolo borgo di pescatori di Cetara
By Redazione
Aci Trezza, Ciclopi e Acireale
Aci Trezza, Ciclopi e Acireale
La Riviera dei Ciclopi, che prende il nome dalle isole antistanti, è quel tratto di costa siciliana che va da Aci Castello ad Acireale
By Redazione
La leggenda dell'amore di Bora
La leggenda dell'amore di Bora
La storia della nascita di Trieste è legata alla leggenda di Bora, figlia del dio Vento.
By Ivan Pisoni
e-borghi travel - la rivista per chi ama viaggiare tra borghi e turismo slow

Sfoglia gratuitamente e-borghi travel, la tua nuova rivista di viaggi

Con il patrocinio di