Greccio, nel Lazio, è sicuramente uno dei luoghi più belli e pittoreschi della Valle Reatina. Nel 1223 San Francesco scelse il borgo di Greccio, per far rivivere la nascita di Gesù.
 
Diventa partner
CERCA PER ZONA

Greccio

Mille anni ancora
Leggi di più

Borgo di Greccio
Comune di Greccio

Provincia di Rieti
Regione Lazio

Abitanti: 1.554
Altitudine centro: 388 m s.l.m.

il Comune fa parte di:
I Borghi più belli d'Italia
Comunità Montana Montepiano Reatino

Comune di Greccio
Via Limiti Nord 17 - Greccio (RI)
Tel. +39 0746 750591

Greccio si erge su un colle ai margini occidentali della Piana Reatina, ai confini con l'Umbria, nell'Alto Lazio, a circa 300 metri di altitudine rispetto al fondovalle. Greccio fu fondato, secondo la tradizione, da una colonia o famiglia greca, fuggita o esiliata dalla patria in seguito a guerre e distruzioni che innamoratasi della amenità del luogo e della comodità di difesa naturale che offriva, ci si stabilì. Da qui il nome Grecia, Grece, Grecce ed infine Greccio.

Le prime notizie certe risalgono al X- XI secolo. quando i frammentari possedimenti dell'Abbazia di Farfa vennero riuniti e si procedette all'incastellamento delle curtis. Dai resti degli antichi fabbricati si rileva che Greccio divenne un castello medievale fortificato circondato da muraglie e protetto da sei torri fortilizie. Il borgo è circondato da stupendi boschi di querce ed elci che offrono al visitatore l'opportunità di lunghe passeggiate su sentieri sicuri e suggestivi, fino alla cima del Monte Lacerone a 1.204 m s.l.m.. Qui San Francesco d'Assisi, era solito ritirarsi in preghiera e meditazione in una capanna protetta da due piante di carpino. In questo stesso luogo, nel 1792, per volontà popolare, venne costruita una cappellina commemorativa a Lui dedicata, "la Cappelletta".

L'antico Borgo Medievale che gode di un ottimo panorama, conserva parte della pavimentazione del vecchio castello (XI secolo circa) e tre delle sei torri di cui la maggiore trasformata nel XVII secolo in Torre Campanaria. La chiesa parrocchiale dedicata a San Michele Arcangelo sorge a fianco della torre campanaria sulla sommità di una scenografica scalinata e risale al XIV secolo.

Greccio è famosa soprattutto per aver ospitato più volte Francesco d'Assisi che qui, nel 1223, rievocò per la prima volta la rappresentazione del Presepio. A perenne ricordo di questo evento fu costruito il santuario Eremo di Greccio, uno dei quattro santuari eretti da San Francesco nella Valle Santa, insieme al santuario di Fonte Colombo, al santuario della Foresta, e il santuario di Poggio Bustone.

Video di federico giovannelli

Altre destinazioni nelle vicinanze

Labro
Labro
Labro è un piccolo borgo medievale definito “il paese di pietra”. Un borgo unico per la sua storia millenaria di rocca a guardia degli antichi confini fra le terre umbre e reatine.
Rieti - 9.87 KM da Greccio
Arrone
Arrone
Sul finire del IX secolo un nobile romano di nome Arrone si stabilì nella Valnerina, in Umbria, e s'impossessò di uno dei promontori rocciosi che vi si ergevano.
Terni - 15.51 KM da Greccio
Narni
Narni
Il borgo di Narni si trova in Umbria, sulle ultime propaggini dei Monti Sabini.
Terni - 20.88 KM da Greccio
Corchiano
Corchiano
Il borgo di Corchiano si caratterizza per la sua struttura medievale, composto da vicoletti e piazzette. Oltre ai suoi monumenti storici, da non perdere è la suggestiva processione che si svolge l’ultima domenica di Maggio.
Viterbo - 33.85 KM da Greccio
Vallo di Nera
Vallo di Nera
I pastori di Vallo di Nera sono gli antichi, ed ormai celebri, depositari della tradizione orale della Valnerina.
Perugia - 35.68 KM da Greccio
Cascia
Cascia
Il borgo di Cascia, dove nacque Santa Rita, si trova in Umbria, al confine con il Lazio.
Perugia - 37.24 KM da Greccio

NOTA: le distanze espresse sono in linea d'aria.

Piú letti del mese

Ricetta: le Melanzane Ripiene
Ricetta: le Melanzane Ripiene
Un piatto tipico, semplice e gustoso della cucina calabrese che non può mancare durante il pranzo domenicale o durante i giorni di festa
By Redazione
Ricetta: Pitta di patate
Ricetta: Pitta di patate
La pitta di patate alla pizzaiola è un piatto tipico salentino adatto sia per una cena o per un antipasto, da gustare sia caldo che freddo
By Redazione
Il panettone pasquale: La Pasimata della Garfagnana
Il panettone pasquale: La Pasimata della Garfagnana
Un dolce pasquale tipico della città di Lucca e i suoi dintorni. La pasimata della Garfagnana si contraddistingue per la presenza dell'uvetta
By Redazione
Lombardia da gustare: alcuni dei piatti tipici della tradizione nei borghi più belli
Lombardia da gustare: alcuni dei piatti tipici della tradizione nei borghi più belli
I borghi storici della Lombardia conservano perfettamente le tradizioni enogastronomiche del territorio, grazie alle mani esperte delle massaie che hanno saputo tramandare i segreti della cucina più antica di questa regione.
By Redazione
Bolgherirun2020: l'evento che ti permette di scoprire gli angoli più belli della Toscana
Bolgherirun2020: l'evento che ti permette di scoprire gli angoli più belli della Toscana
Torna Bolgherirun, l'evento sportivo che permette di scoprire, attraverso il divertimento, il fantastico paesaggio della Toscana.
By Redazione
Paesaggi, scorci e sentieri tra i borghi dell'amore
Paesaggi, scorci e sentieri tra i borghi dell'amore
Per chi ama un viaggio sensoriale con note romantiche, la costa ligure e i borghi di Lucignano e Varenna sono ricchi di paesaggi, scorci e sentieri.
By Redazione
e-borghi travel - la rivista per chi ama viaggiare tra borghi e turismo slow

Sfoglia gratuitamente e-borghi travel, la tua nuova rivista di viaggi

Con il patrocinio di