Gradisca d’Isonzo, poco distante dal confine sloveno da cui ne deriva il nome, è considerato uno dei borghi più belli d’Italia.
 
Diventa partner
CERCA PER ZONA

Gradisca d’Isonzo

Origini slovene
Leggi di più
Borgo di Gradisca d'Isonzo
Comune di Gradisca d'Isonzo
Provincia di Gorizia
Regione Friuli-Venezia Giulia
Abitanti: 6.468
Altitudine centro: 32 m s.l.m.

il Comune fa parte di:
Borghi più belli d'Italia

Festa patronale
SS. Pietro e Paolo - 29 giugno

Comune di Gradisca d'Isonzo
Via M.ciotti, 49 - Gradisca d'Isonzo (GO)
tel: 0481967911
Gradisca d’Isonzo, nella pianura friulana, è considerato uno dei borghi più belli d’Italia. Poco distante dal confine sloveno, da cui ne deriva il nome, Gradisca è una fortezza quattrocentesca costruita dai veneziani posta sulla sponda di destra dell'Isonzo.
Il toponimo di Gradisca derivante appunto dallo sloveno gradišče, ovvero "luogo fortificato", col tempo si è trasformato col significato di paese, forte o castello.

Disposto di un centro storico fortificato, racchiuso da una cinta muraria e sei bastioni in pietra per proteggere il Castello (Torrione della Calcina, Torrione della Marcella, Torrione della Spiritata, Torrione del Portello, Torrione di San Giorgio, Torrione della Campana) e le facciate dei palazzi barocchi del centro, Gradisca rivela il suo passato nobile e combattente, a cui contribuì Leonardo Da Vinci per fronteggiare le invasioni dei Turchi.
Passeggiando per il borgo, partendo da Piazza dell’Unità, si vedranno palazzi storici e monumenti da scoprire tranquillamente a piedi.
Proprio al centro della Piazza si trova il Monumento alla Redenzione, di fronte al teatro comunale denominato dopo la sua riapertura "Nuovo teatro comunale". Il monumento è costituito da un'alta colonna con bassorilievi dedicati a varie fasi della storia gradiscana, su cui poggia un leone di San Marco in bronzo, simbolo della Repubblica di Venezia.
Proseguendo per le vie del borgo si incontrano gli edifici religiosi più importanti: il Duomo e la Chiesa dell’Addolorata.

Il borgo di Gradisca si distingue dagli altri borghi, poiché è formato da strade larghe che si incrociano ad angolo retto tra loro e questo perché i movimenti dei soldati a difesa del borgo dovevano essere rapidi.
Tra i palazzi nobiliari che si affacciano sul reticolato è possibile ammirare il Palazzo de Fin–Patuna in stile rococò, la cui facciata si presenta in color ocra, noto per aver ospitato nel 1797 Napoleone durante l’occupazione francese.
Di fronte ad esso vi è Palazzo Strassoldo, dall’aspetto sobrio, severo e massiccio, costruito per ospitare il capitano Riccardo di Strassoldo, che guidò le truppe nel 1615 contro i Veneti.
Lungo via Ciotti si trova Palazzo Torriani, che ospita il museo Documentario della Città e la Galleria d'Arte Contemporanea Luigi Spazzapan. Infine, in Via Bergamas, è possibile ammirare il palazzo de Comelli–Stuckenfeld.

Essendo stato un paese di passaggio per diversi popoli, diverse sono le ricette tipiche del borgo. Tra le più note: il gulasch e gli gnocchi di susine. Non possono mancare sulle tavole gradiscane i vini doc del Collio Isontino: in particolare, il Refosco e il Merlot. Tra i bianchi meritano in assaggio il Pinot e il delizioso Picolit.

Gradisca d’Isonzo è sul numero 8 della nostra rivista digitale e-borghi travel.
Sfogliala ora gratis!

Video di PiccolaGrandeItalia.Tv

Altre destinazioni nelle vicinanze

Palmanova
Palmanova
Palmanova, in Friuli, facente parte del Patrimonio Unesco, si caratterizza per la sua forma a stella a 9 punte. Tante sono le occasioni che portano i turisti in questa splendida città, tra cui la Rievocazione storica A.D. 1615 Palma alle Armi
Udine - 13.65 KM da Gradisca d’Isonzo
Duino-Devin
Duino-Devin
Compongono lo splendido borgo di Duino le romantiche rovine del castello vecchio, l’imponente mole del castello nuovo con le sue sale, il parco, il bunker e il panorama mozzafiato.
Trieste - 16.63 KM da Gradisca d’Isonzo
Cividale del Friuli
Cividale del Friuli
Il borgo di Cividale del Friuli fu fondato da Giulio Cesare con il nome Forum Iulii, da cui poi ha preso il nome tutta la regione Friuli Venezia Giulia.
Udine - 22.1 KM da Gradisca d’Isonzo
Grado
Grado
Sospesa tra la terra e il mare, Grado sorge in mezzo alla più settentrionale delle lagune dell’Adriatico, in Friuli Venezia Giulia. La laguna di Grado comprende circa 30 isole e due riserve naturali, che ne custodiscono la biodiversità
Gorizia - 25.5 KM da Gradisca d’Isonzo
Marano Lagunare
Marano Lagunare
Il borgo storico marinaro di Marano Lagunare assegna alla pesca un ruolo di fondamentale importanza, nella gastronomia tipicamente marinara.
Udine - 28.94 KM da Gradisca d’Isonzo
Fagagna
Fagagna
Fagagna, il borgo degli asini, sorge su un colle a nord-ovest di Udine, in una posizione da cui si aprono bellissimi scorci sulle colline circostanti e sulla pianura.
Udine - 39.21 KM da Gradisca d’Isonzo

NOTA: le distanze espresse sono in linea d'aria.

Piú letti del mese

Ricetta: il Panficato gigliese
Ricetta: il Panficato gigliese
Discepolo del panforte senese, il panficato è il dolce tipico di Giglio Castello che viene preparato con fichi secchi e noci e tanti altri prodotti tipici dell'isola
By Redazione
Ricetta: Pitta di patate
Ricetta: Pitta di patate
La pitta di patate alla pizzaiola è un piatto tipico salentino adatto sia per una cena o per un antipasto, da gustare sia caldo che freddo
By Redazione
Ricetta: le Melanzane Ripiene
Ricetta: le Melanzane Ripiene
Un piatto tipico, semplice e gustoso della cucina calabrese che non può mancare durante il pranzo domenicale o durante i giorni di festa
By Redazione
Civitas Medievale a Dozza: un viaggio nel tempo a due passi da Bologna
Civitas Medievale a Dozza: un viaggio nel tempo a due passi da Bologna
Da non perdere, all'inizio di marzo il borgo di Dozza ospiterà il pittoresco evento Civitas Medievale.
By Redazione
Bolgherirun2020: l'evento che ti permette di scoprire gli angoli più belli della Toscana
Bolgherirun2020: l'evento che ti permette di scoprire gli angoli più belli della Toscana
Torna Bolgherirun, l'evento sportivo che permette di scoprire, attraverso il divertimento, il fantastico paesaggio della Toscana.
By Redazione
Lombardia da gustare: alcuni dei piatti tipici della tradizione nei borghi più belli
Lombardia da gustare: alcuni dei piatti tipici della tradizione nei borghi più belli
I borghi storici della Lombardia conservano perfettamente le tradizioni enogastronomiche del territorio, grazie alle mani esperte delle massaie che hanno saputo tramandare i segreti della cucina più antica di questa regione.
By Redazione
e-borghi travel - la rivista per chi ama viaggiare tra borghi e turismo slow

Sfoglia gratuitamente e-borghi travel, la tua nuova rivista di viaggi

Con il patrocinio di