Anticamente nota forse come Siberene, il borgo di Santa Severina fino al 1076 appartenne ai Bizantini.
 
CERCA PER ZONA

Santa Severina

La Grecia necessaria

Comune di Santa Severina
Provincia di Crotone
Regione Calabria

Abitanti: 2.131
Altitudine centro: 326 m s.l.m.

il Comune fa parte di:
I Borghi più belli d'Italia

Comune di Santa Severina
Piazza Campo - 88832 Santa Severina
tel. 0962 51062

Il territorio di Santa Severina durante le età del bronzo e del ferro, era abitato da popolazioni indigene appartenenti forse al ceppo degli Enotri. Anticamente nota forse come Siberene, dopo essere stata presumibilmente un abitato greco-italico e poi romano, fino al 1076 appartenne ai Bizantini. Fu successivamente governata dai Normanni e poi dagli Svevi. Infatti, in base allo Statutum de reparatione castrorum, Federico II condusse un'inchiesta nel 1228 per identificare istituzioni, enti o persone che fossero obbligati a contribuire alla riparazione del castello di Santa Severina. La costruzione del castello risale all'epoca della dominazione normanna (XI secolo) su una fortificazione preesistente di epoca bizantina. La costruzione bizantina è nota come "oppidum beatae Severinae". Nel periodo svevo, il castellano di Santa Severina si chiamava Johannes de Ladda. Di notevole interesse sono i resti di una chiesa bizantina (con pareti affrescate) e di una necropoli dello stesso periodo storico. Nel Castello ha sede il Museo Archeologico e sono visitabili alcune aree archeologiche (grotte, necropoli, chiesa bizantina, fondazione torre normanna etc.). Il battistero costituisce l'unico pervenuto ai nostri giorni ancora sostanzialmente integro. L'architettura di questo gioiello deriva dagli edifici a pianta centrale che trovano riferimento nel mausoleo di Santa Costanza a Roma. Il battistero bizantino ha, infatti, una forma circolare con quattro appendici, con affreschi risalenti al X-XII secolo La cattedrale ha un impianto a croce latina a tre navate. Risalente al XIII secolo, anch'essa ha subito vari cambiamenti nel corso della sua storia, tant'è che dell'antica struttura è rimasto solo il portale, ma la più sostanziale è stata quella del XVII secolo. Dopo il 1100 sorse nella frazione di Altilia il santuario mariano di riferimento dell'intera Calabria. Sostenuto originariamente dai Normanni, era posto sotto la diretta tutela dell'imperatore Federico II di Svevia. 

Video di LR video art studio

Altre destinazioni nelle vicinanze

Caccuri
Caccuri
Il borgo di Caccuri si trova in Calabria nella Presila Crotonese.
Crotone - 14.75 KM da Santa Severina
Cerenzia
Cerenzia
Il borgo di Cerenzia, in Calabria, sorge a poca distanza dall'antica Acherontia.
Crotone - 15.67 KM da Santa Severina
Melissa
Melissa
Il borgo di Melissa sorge su un costone roccioso tra il Mar Ionio e il versante orientale della Sila Grande, in Calabria.
Crotone - 19.99 KM da Santa Severina
San Giovanni in Fiore
San Giovanni in Fiore
Gran parte del territorio di San Giovanni in Fiore rientra nel Parco Nazionale della Sila.
Cosenza - 22.16 KM da Santa Severina
Isola di Capo Rizzuto
Isola di Capo Rizzuto
Capo Rizzuto è situato sul versante jonico della Calabria.
Crotone - 26.12 KM da Santa Severina
Camigliatello Silano
Camigliatello Silano
Camigliatello Silano, situato nel Parco Nazionale della Sila, è la più nota località turistica della Calabria.
Cosenza - 45.7 KM da Santa Severina

NOTA: le distanze espresse sono in linea d'aria.

Piú letti del mese

Fontanellato tra storia, giri
Fontanellato tra storia, giri "in gondola" e street food
Vi portiamo nel bellissimo borgo medievale in provincia di Parma alla scoperta della maestosa Rocca Sanvitale, circondata da un fossato navigabile, e delle prelibatezze culinarie provenienti da tutta Italia e dal mondo: un vero e proprio assedio gastronomico!
By Joni Scarpolini
Il campanile del Lago di Resia e l'antico borgo sommerso
Il campanile del Lago di Resia e l'antico borgo sommerso
Vi raccontiamo la storia di un antico villaggio altoatesino che negli anni Cinquanta fu sommerso dalle acque della diga. E ciò che resta è uno spettacolo surreale, da film fantasy...
By Joni Scarpolini
Cerenzia e la leggenda del drago a sette teste
Cerenzia e la leggenda del drago a sette teste
Gli abitanti dell’antico borgo calabrese sono devoti a San Teodoro di Amasea, che nel 1528 sconfisse il terribile mostro: al loro condottiero hanno dedicato una giornata dell’anno per celebrare la sua impresa
By Redazione
Ricetta: Tagliolini con la Bomba di Gradara
Ricetta: Tagliolini con la Bomba di Gradara
E' il primo piatto tipico del borgo medievale marchigiano e il suo nome può trarre in inganno...
By Redazione
Dentro le anguste prigioni del Forte di Bard
Dentro le anguste prigioni del Forte di Bard
Vi portiamo nelle segreta della grande fortezza sabauda, che solo Napoleone riuscì a espugnare
By Stefano De Bernardi
Castello di Vogogna, la roccaforte che domina la Val d'Ossola
Castello di Vogogna, la roccaforte che domina la Val d'Ossola
A pochi chilometri da Domodossola, immerso nella natura alpina, sorge un suggestivo maniero medievale che, dopo secoli di invasioni, oggi vigila sull'antico borgo in pietra e attira i turisti anche della vicina Svizzera
By Joni Scarpolini
e-borghi travel - la rivista per chi ama viaggiare tra borghi e turisimo slow

Sfoglia gratuitamente e-borghi travel, la tua nuova rivista di viaggi

Con il patrocinio di