Luserna è una delle principali località dell’Alpe Cimbra, ricca di storia e tradizioni. alpe cimbra

 
CERCA PER ZONA

Luserna
Un richiamo al passato

Comune di Luserna
Provincia di Trento
Regione Trentino-Alto Adige

Abitanti: 263 
Altitudine centro: 1333 m s.l.m.

il Comune fa parte di:
Comunità montana degli Altipiani Cimbri

Festa patronale
Sant'Antonio da Padova - 13 giugno

Comune di Luserna
Piazza Marconi 2 - Luserna (TN)
tel: 0464789714

Luserna/Lusérn è un piccolo paesino di montagna, situato a Sud Est di Trento, ed è uno dei più ricchi di storia e tradizioni, infatti rappresenta ormai l’ultima isola dove la lingua cimbra, un antico Bavarese, viene ancora parlata.
Il territorio è caratterizzato da terrazzamenti naturali e si protrae sulla sottostante Valle dell'Astico creando profonde valli e strapiombi, con dislivelli anche di seicento metri.
In epoca preistorica, il monte di Luserna risultò già abitato ma sulla sua origine e la consistenza dei primi coloni si sa ben poco.
Nel medioevo, il Principe Vescovo di Trento, Federico Venga condusse genti di origine tedesca su questi monti, la cui zona venne colonizzata. Il territorio montano, compreso tra i fiumi Adige e Brenta, che fino a quel momento fu prevalentemente disabitato, vide la nascita di piccole comunità rurali impegnate al taglio del legno e alla pastorizia.
Gli antichi coloni portarono con sé la propria lingua e le proprie tradizioni, e ancora oggi si tramandano di generazione in generazione alcune leggende cimbre, riguardanti specialmente la lingua.
La leggenda fa risalire l’origine del nome di questa popolazione germanofona al popolo di uguale nome, proveniente dal territorio dello Jutland, in Danimarca, che tentò di invadere l’Italia ma senza successo, poiché venne sconfitto dall’esercito romano sotto la guida di Gaio Mario. Secondo diverse leggende, parte di questa popolazione combattente si sarebbe ritirata sulle montagne dell’Altopiano di Asiago, originando così la stirpe dei moderni Cimbri.
Una seconda ipotesi sull’origine dei cimbri è dovuta alla discesa della Germania meridionale, intorno all’anno mille, probabilmente per fini nazionalistici, con gruppi di famiglie provenienti soprattutto dall’area linguistica bavaro-tirolese.
Molti indizi fanno vacillare però questa seconda tesi a causa dei resti del villaggio celtico, rinvenuto nel Bostel, presso Rotzo e l’origine dell’Altipiano dei Sette Comuni che ha riferimenti precisi con la mitologia nordica.

Diversamente da altri territori, la lingua cimbra si è mantenuta ancora viva a Luserna, anche se il cimbro di Luserna è considerato meno originale a causa dell’influenza del tedesco moderno.

A caratterizzare il paesaggio sono le antiche testimonianze della Prima Guerra mondiale che ha lasciato in eredità fortificazioni, trincee e camminamenti.

ENOGASTRONOMIA

Sull’Alpe Cimbra i prodotti del territorio hanno veramente “il sapore di una volta”, dato che ancora oggi vengono utilizzati prodotti, ricette e tecniche di coltivazione di un tempo.
A Luserna si mantiene viva ancora oggi la ricetta delle Kaiserschmarren, grosse crêpes fritte nel burro e servite caldissime, sormontate talvolta da qualche cucchiaio di marmellata, quasi sempre di mirtilli, o semplicemente con dello zucchero.

Video di G.News Soc. Coop. Sociale

Altre destinazioni nelle vicinanze

Borgo Sacco
Trento - 25.42 KM da Luserna
Ala
Trento - 32.1 KM da Luserna
Valfloriana
Trento - 35.23 KM da Luserna
Salorno - Salurn
Bolzano - 36.27 KM da Luserna
Capriana
Trento - 37.51 KM da Luserna
Castello-Molina di Fiemme
Trento - 39.73 KM da Luserna

NOTA: le distanze espresse sono in linea d'aria.

Piú letti del mese

5 tra i borghi più belli e caratteristici incastonati nella roccia
Un viaggio alla scoperta di cinque località incantevoli arroccate nell’austerità della roccia del Belpaese
By Pier Volpato
Ricetta: Strangozzi al tartufo nero, eccellenza di Norcia
Una pasta artigianale, tipica dei borghi umbri e con il blasonato tartufo nero: uno dei fiori all’occhiello della gustosa gastronomia di Norcia, nel cuore della Valnerina
By Luciana Francesca Rebonato
5 borghi imperdibili dell’appennino tosco-emiliano
Fiumalbo, Compiano, Bagnone, Castelnuovo di Garfagnana e Coreglia Antelminelli, gioielli dell’appennino.
By Luca Sartori
Ricetta: Génépy, il liquore forte e deciso e dei borghi valdostani
Artemisia weber e artemisia glacialis. Sono le piantine di montagna d’alta quota che, insieme, danno origine al Génépy: un liquore dal sapore alpino, una prelibatezza da conoscere e saper preparare
By Luciana Francesca Rebonato
Un itinerario lungo la Strada Romantica delle Langhe e del Roero tra borghi, castelli e vigneti piemontesi
La Strada Romantica delle Langhe e del Roero, un incantevole viaggio per vigne, borghi e castelli del Piemonte
By Pier Volpato
Salpa alla scoperta dei borghi più belli custoditi nel cuore della Sardegna
Un itinerario nel cuore del Mediterraneo, un viaggio alla scoperta di cinque tra i borghi più belli della Sardegna
By Redazione
e-borghi travel - la rivista per chi ama viaggiare tra borghi e turisimo slow

Sfoglia gratuitamente e-borghi travel, la tua nuova rivista di viaggi