A metà strada tra i monti Sibilini e l'Adriatico, il borgo montano di Smerillo si erge su uno sperone roccioso.
 
CERCA PER ZONA

Smerillo

Monete romane al limitare del bosco
Leggi di più

Borgo di Smerillo
Comune di Smerillo

Provincia di Fermo
Regione Marche

Abitanti: 355
Altitudine centro: 806 m s.l.m.

il Comune fa parte di:
Unione montana dei Sibillini

Comune di Smerillo
Via Dante Alighieri 14 - Smerillo (FM)
Tel. +39 0734 79124

La memoria popolare degli anziani ricorda il ritrovamento negli stessi boschi di monete d’oro, probabilmente di età romana repubblicana o imperiale. Al periodo dell’alto medioevo risalgono le prime notizie riguardo alla costruzione del Castrum Smerilli, mentr nel 1192 fece la sua comparsa il nome del comes Albertus de Smerillo. Nel 1299 la storia del Castrum Smerilli si lega inevitabilmente con le sorti del Comune di Fermo. Dal secolo XIII al secolo XIV Smerillo visse un discreto periodo di tranquillità e di pace.

Il Castrum Smerilli si divise in due nuclei abitativi quali il cassero, struttura fortificata e il borgo. La prima cinta muraria venne costruita solo nel 1300 lungo le pendici del monte ed ampliata nel corso dei secoli. Nel 1409 il castello fu invaso dalle milizie del Conte di Carrara del Regno di Napoli, distruggendo parte del castello, così che la comunità smerillese non aiutata dal Comune di Fermo si sottomise al Signore di Camerino Rodolfo. Durante la Restaurazione, nel 1815, Smerillo passò sotto il controllo della Chiesa fino all’Unità di Italia e tornò ad essere definitivamente comune autonomo nel 1919.

Di particolare interesse è l’ambiente naturale che circonda il borgo. Numerosi sono i sentieri segnalati nel bosco, attraverso i quali scoprire pareti rocciose, scorci suggestivi e una ricca vegetazione. Singolare è la “Fessa”, una spaccatura nella roccia arenaria ricca di fossili pliocenici, meta di turisti e studiosi di paleontologia. A Smerillo hanno sede il CEA Bosco di Smerillo, che propone attività di vario genere e la cui sede è il museo delle Scienze Naturali, che ospita anche il museo di Arte Contemporanea e quello dedicato all'Arte dei Bambini.

Il borgo fortificato di Smerillo merita una visita per gli affreschi custoditi nella chiesa romanica di Santa Caterina (XIII secolo), i resti delle mura castellane e della rocca Medievale dell’antico Castrum Smerilli, la chiesa Parrocchiale dei Santi Pietro e Paolo, nonché il mulino ad acqua del 1700 sul fiume Tenna, sito in località Val di Tenna. Dalla frazione di Durano si accede al “Fosso delle Anguille”, caratterizzato da una suggestiva successione di laghetti e piccole cascate. A San Martino al Faggio si trova, infine, la chiesa di San Vincenzo Ferreri, presso la quale ci si può inoltrare nella rara faggeta “depressa” tra il corso d'acqua Rebuscano e le sorgenti d'acqua solfurea.

Video di Marca Fermana

Altre destinazioni nelle vicinanze

Montefortino
Montefortino
Situato alle pendici dei Monti Sibillini, il borgo di Montefortino è un pugno di antiche case in pietra e cotto, dal suggestivo carattere medievale.
Fermo - 10.87 KM da Smerillo
Montalto delle Marche
Montalto delle Marche
Il borgo di Montalto delle Marche si trova sulle colline poste tra i Sibillini e l'Adriatico.
Ascoli Piceno - 13.28 KM da Smerillo
Monte Vidon Corrado
Monte Vidon Corrado
Il piccolo borgo di Monte Vidon Corrado, luogo natale di Osvaldo Licini, si trova sulla dorsale collinare che domina la Valle del Tenna, a metà strada tra i monti Sibillini e l'Adriatico.
Fermo - 13.41 KM da Smerillo
Offida
Offida
Il borgo di Offida nelle Marche è famoso per il suo Carnevale e per l'arte del Merletto a Tombolo.
Ascoli Piceno - 21.43 KM da Smerillo
Moresco
Moresco
Il castello di Moresco sorge in posizione strategica sulla sommità di un colle che controlla la sottostante valle dell'Aso, nelle Marche.
Fermo - 25 KM da Smerillo
Montefiore dell’Aso
Montefiore dell’Aso
Montefiore dell'Aso è posto a strapiombo sulla cresta che divide le valli dell'Aso e del Menocchia, nelle Marche.
Ascoli Piceno - 25.39 KM da Smerillo

NOTA: le distanze espresse sono in linea d'aria.

Piú letti del mese

Ricetta: i Chneffléné di Gressoney
Ricetta: i Chneffléné di Gressoney
Piccoli gnocchetti tipici della cucina valdostana che possono essere conditi in modi differenti.
By Redazione
Ricetta: le Ferratelle abruzzesi
Ricetta: le Ferratelle abruzzesi
Le Ferratelle o pizzelle abruzzesi sono un dolce simile ai noti “waffles”.
By Redazione
Sauris, passaggio a nord-est
Sauris, passaggio a nord-est
Incorniciato dai suggestivi paesaggi della Carnia, il borgo alpino di Sauris è noto per il suo Lago, il Prosciutto IGP, lo speck e la birra artigianale, la Zahre Beer.
By Redazione E-borghi Travel
A Modena va in scena il meglio della musica lirica
A Modena va in scena il meglio della musica lirica
E' iniziata la stagione concertistica 2019-20 presso il Teatro Comunale Luciano Pavarotti. Un'occasione per ascoltare artisti di livello mondiale e visitare gli incantevoli borghi del modenese
By Redazione
I borghi del tartufo: il profumo della buona terra
I borghi del tartufo: il profumo della buona terra
Gioiello delle nostre tavole, il tartufo è uno dei prodotti più buoni e pregiati che ci siano.
By Antonella Andretta
AgrieTour e il circuito e-borghi: il volto dell’Italia più vera, all’insegna dell’ospitalità rurale
AgrieTour e il circuito e-borghi: il volto dell’Italia più vera, all’insegna dell’ospitalità rurale
Il 15 e il 16 novembre AgrieTour sarà in grado di offrire un panorama completo del mercato e della cultura dell'ospitalità rurale.
By Luciana Francesca Rebonato
e-borghi travel - la rivista per chi ama viaggiare tra borghi e turismo slow

Sfoglia gratuitamente e-borghi travel, la tua nuova rivista di viaggi

Con il patrocinio di