Il castello di Moresco sorge in posizione strategica sulla sommità di un colle che controlla la sottostante valle dell'Aso, nelle Marche
 
Diventa partner
CERCA PER ZONA

Moresco

Otto volte Aso
Leggi di più

Borgo di Moresco
Comune di Moresco

Provincia di Fermo
Regione Marche

Abitanti: 576
Altitudine centro: 405 m s.l.m.

il Comune fa parte di:
I Borghi più belli d'Italia
Unione Valdaso

Comune di Moresco
Piazza Castello 15 - Moresco (FM)
Tel. +39 0734 259983

Le origini del borgo di Moresco non sono state ancora accertate. L'area sulla quale sorge cadde sicuramente sotto il controllo dei Romani e successivamente, quegli insediamenti e centri fortificati (curtes e castra) si ampliarono in età longobarda. L'origine del nome, invece, non è certo se derivi da un signore, di nome Morico o della famiglia dei Mori, oppure dal toponimo morro, morrecine, che sta per luogo sassoso. La prima notizia certa del castello risale però al 1083, mentre nel XII è testimoniata la reggenza di Tebaldo, conte di Moresco. Nel XIII secolo il castello passò alla città di Fermo. Con l'unità d'Italia, liberati gli abitanti dai vincoli feudali, Moresco divenne comune, retto da un consiglio di Massari e da un Vicario nominato da Fermo. Nel 1868 perse l'autonomia comunale, riacquistata solo nel 1910. Per questo motivo, nel 2010 Moresco ha festeggiato il centenario della sua definitiva autonomia.

Moresco si può riconoscere da lontano, grazie alla duecentesca torre Optagonale, alta 25 metri, che svetta sulle case del borgo. Nel periodo estivo, la torre è sede di mostre fotografiche e di opere d'arte. Dalla sua sommità è possibile dominare tutta la valle dell'Aso, fino al mare. Poste sulla stessa via, le fa da contraltare la torre dell'Orologio (XIV secolo), che sovrasta la porta d'accesso al paese. Nel Cinquecento, periodo di massimo splendore del borgo, Moresco si arricchisce di molte chiese (soprattutto extraurbane) e di opere d'arte.

Meritano di essere citate la chiesa parrocchiale di San Lorenzo, che conserva tele dei secoli XVII e XVIII, la chiesa della Madonna dell'Olmo, con un grande affresco di Vincenzo Pagani, la ex chiesetta di Santa Sofia e la chiesa della Madonna della Salute. Il centro storico a struttura ellissoidale, con le sue strette vie, la piazza triangolare con il portico (già navata sinistra della Chiesa di Santa Maria di Castro, demolita agli inizi del XIX secolo) e gli affreschi. Nel Palazzo comunale è conservata una grande pala d'altare, opera anch'essa del Pagani.

Video di Marca Fermana

Altre destinazioni nelle vicinanze

Montefiore dell’Aso
Montefiore dell’Aso
Montefiore dell'Aso è posto a strapiombo sulla cresta che divide le valli dell'Aso e del Menocchia, nelle Marche.
Ascoli Piceno - 4.06 KM da Moresco
Altidona
Altidona
Il borgo di Altidona, nelle Marche, è posto su una collina che dall'alto domina la porta d'ingresso della Val d'Aso
Fermo - 6.09 KM da Moresco
Torre di Palme
Torre di Palme
In posizione sopraelevata e a ridosso del mare, il borgo marchigiano di Torre di Palme gode di un notevole panorama sul litorale adriatico.
Fermo - 8.89 KM da Moresco
Montalto delle Marche
Montalto delle Marche
Il borgo di Montalto delle Marche si trova sulle colline poste tra i Sibillini e l'Adriatico.
Ascoli Piceno - 14.96 KM da Moresco
Grottammare
Grottammare
Il borgo di Grottammare, facente parte dei Borghi più belli d'Italia, è una località turistica della Riviera delle Palme.
Ascoli Piceno - 15.15 KM da Moresco
Acquaviva Picena
Acquaviva Picena
Acquaviva Picena è un panoramico borgo medievale a pochi chilometri da San Benedetto del Tronto
Ascoli Piceno - 17.03 KM da Moresco

NOTA: le distanze espresse sono in linea d'aria.

Piú letti del mese

Quattro passi… in 4 borghi fortificati
Quattro passi… in 4 borghi fortificati
Poker d’assi di borghi fortificati per andare alla scoperta della storia e delle curiosità. Leggende intrecciate ad arte e architettura, epopee medievali o rinascimentali che rivelano al visitatore tutta l’unicità di questi gioielli italiani
By Luciana Francesca Rebonato
4 borghi da non perdere per l’artigianato d’autore
4 borghi da non perdere per l’artigianato d’autore
Quattro borghi italiani che si distinguono per il loro artigianato, essenza di un’arte antica tramandata nei secoli. Un viaggio nella tipicità, itinerari emozionali che puntano i riflettori sull’unicità
By Luciana Francesca Rebonato
Sperlonga, l’antica perla dell’Impero
Sperlonga, l’antica perla dell’Impero
Sperlonga, piccolo centro della Riviera di Ulisse, è una continua sorpresa tra panorami e scorci caratteristici dove ci si deve far guidare esclusivamente dalla curiosità
By Luca Sartori
Ricetta: spaghetti alla colatura di alici, un piatto tipico della Costiera Amalfitana
Ricetta: spaghetti alla colatura di alici, un piatto tipico della Costiera Amalfitana
La Colatura di Alici è un prodotto tradizionale che negli anni ha caratterizzato gastronomicamente il piccolo borgo di pescatori di Cetara
By Redazione
Aci Trezza, Ciclopi e Acireale
Aci Trezza, Ciclopi e Acireale
La Riviera dei Ciclopi, che prende il nome dalle isole antistanti, è quel tratto di costa siciliana che va da Aci Castello ad Acireale
By Redazione
Genga, natura da record
Genga, natura da record
Per gli appassionati di arte e cultura il borgo marchigiano di Genga racconta la sua storia attraverso i suoi edifici storici, le sue chiese e i musei
By Luca Sartori
e-borghi travel - la rivista per chi ama viaggiare tra borghi e turismo slow

Sfoglia gratuitamente e-borghi travel, la tua nuova rivista di viaggi

Con il patrocinio di