Cittadina d'origine medievale legata alla dominazione longobarda, oggi Correggio è uno dei comuni più estesi e popolati della provincia, nonchè culla d'artisti.
 
Diventa partner
CERCA PER ZONA

Correggio

La signoria della pianura padana
Leggi di più

Borgo di Correggio
Comune di Correggio

Provincia di Reggio Emilia
Regione Emilia Romagna

Abitanti: 25.694 (21.848 nel borgo)
Altitudine centro: 31 m s.l.m.

il Comune fa parte di:
Unione Pianura Reggiana

Comune di Correggio
Corso Mazzini 33 - Correggio (RE)
Tel. +39 0522 630711

Già abitata in epoca romana e longobarda, Correggio fu feudo dal XI secolo della famiglia da cui prese il nome: i Da Correggio, che tra XVI e XV secolo rivaleggiarono con Visconti ed Este, divenendo anche signori di Parma per un breve periodo.

Il nome Correggio, secondo la leggenda deriverebbe dal capostipite dei Da Correggio, il quale durante una battaglia fu ferito gravemente vicino alla "corrigia" (cintura) e fu salvato grazie all'intervento della Madonna.
Da qui il termine latino corrigia o corrigium, che significa "striscia di cuoio".

Il centro storico di Correggio tutt’oggi appare ancora ben conservato ed è possibile ammirare la Basilica di San Quirino, eretta tra la prima e la seconda metà del ‘500.
Corso Mazzini è la via principale del centro storico, fiancheggiato su entrambi lati dai portici lastricati in marmo di Verona.
Tra i principali monumenti di Correggio vi è Palazzo Principi, iniziato nel 1507 sotto Francesca di Brandeburgo, vedova del conte Borso,ed eretto su disegno di Biagio Rossetti.

Di fianco al palazzo è presente il neo-classico Teatro intitolato al musicista Correggese Beato Asioli, recentemente restaurato. Poco distante dal centro, in via Roma, vi è la Chiesa di S.Francesco costruita nel 1470 e attualmente non visitabile internamente.
Non molto distante la chiesa di S.Chiara (1666) e la chiesa di S.Sebastiano, anch’essa non visitabile al suo interno, costruita accanto al complesso del Convitto.

La storia

Dal 1009 al 1635 si sviluppò la Signoria di Correggio. Nel 1452, quando ormai i suoi Signori avevano dovuto rassegnarsi a ripiegare nei territori aviti ed erano quindi interessati in primo luogo a rafforzarsi giuridicamente e diplomaticamente in essi, l'imperatore Federico III riconobbe ai da Correggio il titolo di Conti, delimitò inoltre le terre e i confini del Comitato sottoponendolo direttamente all'Impero.
Cominciò allora il periodo, durato circa un secolo, di maggiore fortuna della città e dei suoi Signori. Il polo di attrazione della vita politica e sociale della Contea era rappresentato dalla Corte, che fu sede di attività diplomatica e culturale di tutto rilievo.

Vi furono ospiti Ludovico il Moro, l'Ariosto, il Bembo, il Molza, Bernardo Tasso, e molti altri fra i più importanti artisti e signori dell'epoca. Gli stessi esponenti locali della politica e della cultura furono di altissimo livello: Nicolò il Postumo, Veronica Gambara, Rinaldo Corso, Claudio Merulo e, sopra tutti, Antonio Allegri.

Il 16 maggio 1559 l'imperatore Ferdinando I d'Asburgo elevò Correggio al rango di Città conferendo, al contempo, il privilegio di battere moneta e di mantenere un Catalogo della nobiltà cittadina. Nel 1616 fu eretta a Principato. Nel 1635 il principe Siro da Correggio venne accusato di battere moneta falsa e pertanto venne privato dei suoi territori, che finirono annessi, alcuni anni dopo (1641, confermata nel 1659), nel Ducato di Modena e Reggio.

Video di PiccolaGrandeItalia.Tv

Altre destinazioni nelle vicinanze

Gualtieri
Gualtieri
Gualtieri, considerata una delle piccole capitali padane, è un borgo ricco di testimonianze storiche racchiuse nella magnifica Piazza Bentivoglio considerata tra le più belle d’Italia
Reggio Emilia - 19.05 KM da Correggio
Castelnuovo Rangone
Castelnuovo Rangone
Una delle principali attività economiche del borgo è la lavorazione delle carni di maiale, tanto che Castelnuovo è noto come “il paese del Maiale”.
Modena - 27.32 KM da Correggio
San Benedetto Po
San Benedetto Po
San Benedetto Po è noto per il complesso monastico di Polirone, cuore pulsante del paese. Oggi il borgo è un importante centro turistico, per la visita del monastero, l'imponente basilica giuliesca,
Mantova - 32.25 KM da Correggio
Castelvetro di Modena
Castelvetro di Modena
Castelvetro di Modena vanta una serie di impareggiabili prodotti tipici tra cui il Lambrusco Grasparossa DOP, l'aceto balsamico IGP, il Parmigiano Reggiano, il Nocino e il Prosciutto di Modena DOP.
Modena - 32.45 KM da Correggio
Spilamberto
Spilamberto
Spilamberto è noto per il nocino, gli amaretti di Spilamberto e soprattutto per l'aceto balsamico tradizionale di cui vanta la sede dell'omonima Consorteria.
Modena - 32.72 KM da Correggio
Sabbioneta
Sabbioneta
Sabbioneta è uno dei massimi esempi dello stile architettonico rinascimentale lombardo e uno dei più belli in Lombardia,
Mantova - 34.01 KM da Correggio

NOTA: le distanze espresse sono in linea d'aria.

Piú letti del mese

Ricetta: le Melanzane Ripiene
Ricetta: le Melanzane Ripiene
Un piatto tipico, semplice e gustoso della cucina calabrese che non può mancare durante il pranzo domenicale o durante i giorni di festa
By Redazione
Ricetta: Pitta di patate
Ricetta: Pitta di patate
La pitta di patate alla pizzaiola è un piatto tipico salentino adatto sia per una cena o per un antipasto, da gustare sia caldo che freddo
By Redazione
Il panettone pasquale: La Pasimata della Garfagnana
Il panettone pasquale: La Pasimata della Garfagnana
Un dolce pasquale tipico della città di Lucca e i suoi dintorni. La pasimata della Garfagnana si contraddistingue per la presenza dell'uvetta
By Redazione
Bolgherirun2020: l'evento che ti permette di scoprire gli angoli più belli della Toscana
Bolgherirun2020: l'evento che ti permette di scoprire gli angoli più belli della Toscana
Torna Bolgherirun, l'evento sportivo che permette di scoprire, attraverso il divertimento, il fantastico paesaggio della Toscana.
By Redazione
Lombardia da gustare: alcuni dei piatti tipici della tradizione nei borghi più belli
Lombardia da gustare: alcuni dei piatti tipici della tradizione nei borghi più belli
I borghi storici della Lombardia conservano perfettamente le tradizioni enogastronomiche del territorio, grazie alle mani esperte delle massaie che hanno saputo tramandare i segreti della cucina più antica di questa regione.
By Redazione
Paesaggi, scorci e sentieri tra i borghi dell'amore
Paesaggi, scorci e sentieri tra i borghi dell'amore
Per chi ama un viaggio sensoriale con note romantiche, la costa ligure e i borghi di Lucignano e Varenna sono ricchi di paesaggi, scorci e sentieri.
By Redazione
e-borghi travel - la rivista per chi ama viaggiare tra borghi e turismo slow

Sfoglia gratuitamente e-borghi travel, la tua nuova rivista di viaggi

Con il patrocinio di