Nella vasta conca alla confluenza dei valloni di Rochemolles, della Rho, della Valle Stretta e del Frejus si estende Bardonecchia.
 
Diventa partner
CERCA PER ZONA

Bardonecchia

Sulle spalle dei giganti
Leggi di più

Borgo di Bardonecchia
Comune di Bardonecchia

Città Metropolitana di Torino
Regione Piemonte

Abitanti: 3.173
Altitudine centro: 1312 m s.l.m.

il Comune fa parte di:
Unione Montana dell'Alta Valle Susa

Comune di Bardonecchia
Piazza De Gasperi 1 - Bardonecchia (TO)
Tel. +39 0122 909921

Bardonecchia è suddivisa in due borghi: il Borgo Vecchio e il Borgo Nuovo, ma il suo territorio comprende anche alcune frazioni che un tempo erano comuni autonomi: Les Arnauds, Melezet, Millaures e Rochemolles. L’antico nucleo abitato di Bardonecchia è costituito dal Borgo Vecchio, raccolto attorno alla Chiesa Parrocchiale di Sant'Ippolito caratterizzata dalla particolarità di avere due campanili. L’interno conserva arredi lignei di pregio come l’antico coro quattrocentesco acquistato dall’Abbazia di Novalesa mentre il seicentesco retable dell’altare maggiore è nello stile della bottega di Jacques Jesse di Embrun. Sulla piazza della Chiesa si affaccia il Museo Civico, antica sede della Casa Comunale, che ospita su due piani la raccolta di testimonianze della cultura materiale locale: arredi, attrezzi, costumi tradizionali, antichità di carattere religioso.

A dominare la conca di Bardonecchia è la Tur d’Amun (XIV sec.), uno dei più significativi complessi archeologici alto medioevali della Valle di Susa. A questo luogo si àncora la figura storico leggendaria di François De Bardonnèche, feudatario locale che ha ispirato leggende e libri. Dal Borgovecchio attraverso il Ponte delle Tre Croci si può raggiungere direttamente le frazioni di Les Arnauds e Melezet con la passeggiata del canale, la cui acqua un tempo servì ad alimentare i macchinari per i lavori del Traforo del Frejus e oggi è arricchito di installazioni lignee d’arte contemporanea. La conca di Bardonecchia è nota anche per gli straordinari cicli di affreschi e i retàble lignei che decorano le cappelle delle sue frazioni: il retable (XVII sec.) di San Lorenzo a Les Arnauds, gli affreschi (XV-XVI sec.) della Cappella di Notre Dame du Coignet, le ghirlande dei maestri intagliatori del Melezet (XVII-XVIII) della parrocchiale di Sant’Antonio Abate, gli affreschi (XV sec.) della cappella di San Sisto al Pian del Colle, il retable della parrocchiale di Sant’Andrea apostolo a Millaures e gli affreschi (XV sec.) della cappella di SS.Andrea e Giacomo ad Horres, gli affreschi (XV e XVI sec.) del pilone di Pra Lavin e la parrocchiale di San Pietro a Rochemolles.

Dal centro storico si accede altresì alle due Valli della Rho e del Frejus, alle omonime grange e alle borgate mentre i colli omonimi, percorribili a piedi o in mountain bike o a cavallo, collegano Bardonecchia alla cittadina di Modane, primo centro francese allo sbocco del tunnel del Frejus. I lavori per la costruzione e l’inaugurazione del 1871 della Traforo Ferroviario del Frejus cambiarono il paesaggio e decretarono la nascita del Borgo Nuovo e del turismo. Con l’alpinismo e lo sci Bardonecchia (impresa nel 1901 di Adolfo Kind al monte Tabor) divenne uno dei cuori turistici più importanti delle Alpi: meta turistica e di villeggiatura, vide una forte espansione edilizia con la costruzione di grandi alberghi, i villini in stile liberty e il Palazzo delle Feste, quale frutto di grandi protagonisti della cultura architettonica internazionale come Carlo Mollino, Gino Levi-Montalcini, Mario Cappuccio e Carlo e Paolo Ceresa. Oggi è una cittadina turistica di montagna che si anima sia in estate sia in inverno con le piste da sci del Colomion e Campo Smith o lo Jafferau, ma anche con calendari ricchi di eventi di respiro internazionale.

Video di Drone Flying over different points of view

Altre destinazioni nelle vicinanze

Oulx
Oulx
Il borgo di Oulx si trova in Alta Valle Susa, in Piemonte.
Torino - 11.82 KM da Bardonecchia
Salbertrand
Salbertrand
Il borgo di Salbertrand, famoso per il suo Bosco protetto, si trova in Alta Valle Susa, in Piemonte.
Torino - 14.27 KM da Bardonecchia
Exilles
Exilles
Il borgo di Exilles, nel cuore dell’alta Valle di Susa, è dominato dalla presenza del Forte.
Torino - 18.43 KM da Bardonecchia
Usseaux
Usseaux
Il borgo di Usseaux, in Piemonte, conta meno di 200 abitanti.
Torino - 26.07 KM da Bardonecchia
Moncenisio
Moncenisio
Moncenisio, anche noto come Ferrera, è uno dei comuni più piccoli d'Italia e della Valle Susa.
Torino - 26.2 KM da Bardonecchia
Novalesa
Novalesa
La storia di Novalesa, posta a capo della Val Cenischia, è legata a doppio filo con quella della millenaria abbazia dei SS. Pietro e Andrea e a quella del valico del Moncenisio.
Torino - 27.42 KM da Bardonecchia

NOTA: le distanze espresse sono in linea d'aria.

Piú letti del mese

Quattro passi… in 4 borghi fortificati
Quattro passi… in 4 borghi fortificati
Poker d’assi di borghi fortificati per andare alla scoperta della storia e delle curiosità. Leggende intrecciate ad arte e architettura, epopee medievali o rinascimentali che rivelano al visitatore tutta l’unicità di questi gioielli italiani
By Luciana Francesca Rebonato
4 borghi da non perdere per l’artigianato d’autore
4 borghi da non perdere per l’artigianato d’autore
Quattro borghi italiani che si distinguono per il loro artigianato, essenza di un’arte antica tramandata nei secoli. Un viaggio nella tipicità, itinerari emozionali che puntano i riflettori sull’unicità
By Luciana Francesca Rebonato
Sperlonga, l’antica perla dell’Impero
Sperlonga, l’antica perla dell’Impero
Sperlonga, piccolo centro della Riviera di Ulisse, è una continua sorpresa tra panorami e scorci caratteristici dove ci si deve far guidare esclusivamente dalla curiosità
By Luca Sartori
Ricetta: spaghetti alla colatura di alici, un piatto tipico della Costiera Amalfitana
Ricetta: spaghetti alla colatura di alici, un piatto tipico della Costiera Amalfitana
La Colatura di Alici è un prodotto tradizionale che negli anni ha caratterizzato gastronomicamente il piccolo borgo di pescatori di Cetara
By Redazione
Aci Trezza, Ciclopi e Acireale
Aci Trezza, Ciclopi e Acireale
La Riviera dei Ciclopi, che prende il nome dalle isole antistanti, è quel tratto di costa siciliana che va da Aci Castello ad Acireale
By Redazione
La leggenda dell'amore di Bora
La leggenda dell'amore di Bora
La storia della nascita di Trieste è legata alla leggenda di Bora, figlia del dio Vento.
By Ivan Pisoni
e-borghi travel - la rivista per chi ama viaggiare tra borghi e turismo slow

Sfoglia gratuitamente e-borghi travel, la tua nuova rivista di viaggi

Con il patrocinio di