Il borgo di Pescocostanzo, in Abruzzo, è un gioiello prezioso tra gli insediamenti minori italiani.
 
Diventa partner
CERCA PER ZONA

Pescocostanzo

Il borgo e il bosco sacro
Leggi di più

Borgo di Pescocostanzo
Comune di Pescocostanzo

Provincia di L'Aquila
Regione Abruzzo

Abitanti: 1.113
Altitudine centro: 1395 m s.l.m.

il Comune fa parte di:
I Borghi più belli d'Italia
Comuni fioriti

Aree naturali protette:
Parco Nazionale della Majella

Comune di Pescocostanzo
Piazza Municipio 1 - Pescocostanzo (AQ)
Tel. +39 0864 640003

Pro Loco Pescocostanzo
Via delle Carceri 16 - Pescocostanzo (AQ)

L'antico borgo di Pescocostanzo, esempio eccellente di conservazione di architettura civile e religiosa, è un luogo magico e suggestivo. Risalgono al X secolo le origini del primo nucleo abitativo del borgo, che se ne sta sospeso, a 1400 metri di altezza, nel territorio del Parco della Majella.
Sorge al centro di un sistema di altipiani carsici, conosciuto come la Regione degli Altipiani Maggiori d’Abruzzo.
Difficile immaginare un centro di così piccole dimensioni e in posizione così elevata che raccolga in sé tanti elementi di importanza storica, artistica e culturale, un eccezionale patrimonio di monumenti che si affianca alla indubbia bellezza naturale dei luoghi e alla ricchezza floro-faunistica e boschiva dell’ambiente.

Il centro del borgo è un concentrato di opere d’arte: dai monumenti rinascimentali, barocchi e neoclassici perfettamente conservati, fino a quei gioielli dell’architettura popolare, le case con “vignale”(con le gradinate e il pianerottolo esterno, da cui si accede all’abitazione ), l’intatto assetto urbanistico del passato, una fisionomia sociale, che rendono un carattere di eccezionalità a quest’area, e ne fanno da tempo un oggetto di studio da parte di università, storici dell’arte, urbanisti.
Il monumento di maggiore interesse è la Basilica di Santa Maria del Colle (sec. XIV-XV), una delle chiese più interessanti d’Abruzzo per le magnifiche opere d’arte che conserva al suo interno. 

Da non perdere il portale del Rinascimento, i soffitti a cassettoni in legno scolpito, il monumentale organo con palco - anch’esso in legno scolpito, dorato e dipinto – il fonte battesimale del ‘700 in marmo intarsiato e scolpito.
Riscendendo giù verso il “Largo” da non perdere è il Palazzo comunale cinquecentesco in pietra, con le ringhiere dei balconi ‘panciute’ in ferro battuto.
Passando per la bottega dell’antica farmacia e per il macello cinquecentesco si arriva poi alla fontana maggiore, rinascimentale anch’essa, con fini bassorilievi.

Da visitare perché piccola e raccolta, la Chiesa di Santa Maria del Carmine (1645), nell’omonima piazza, il Palazzetto Mosca che dal XVI secolo al 1860 ha ospitato una scuola di filosofia, teologia e diritto canonico. Sono questi, solo alcuni dei monumenti del paese che offre molti altri Palazzi nobiliari (Sabatini di San Venditto, Trozzi, De Capite – con torrette difensive - , Mansi, Grillo, Colecchi, Colabrese, Ricciardelli, Pitasso, Mosca), chiesette e case natali di uomini di cultura ed artisti di ogni epoca.

Centro di antica tradizione artigiana, propone al visitatore una varietà di rinomati prodotti dell’artigianato artistico (oreficeria in filigrana, merletti a tombolo, ferro battuto, legno intagliato, ecc.), ma anche l’abbondanza dei prodotti zootecnici e una attrezzatura turistico estivo ed invernale, la stazione sciistica di Vallefura, offre la possibilità di belle piste.

Il Bosco di Sant'Antonio, nei pressi di Pescocostanzo, punto di partenza per escursioni e passeggiate a cavallo e in inverno è luogo ideale per la pratica dello sci di fondo ed itinerari escursionistici un "pascolo alberato" dove faggi plurisecolari dal tronco monumentale a forma di candelabro, formano una trama di luci e ombre è ricco di radure e prati, salvaguardato nelle sua forma dai cittadini e dalle istituzioni locali, che tutelandolo permettono di trasmettere il suo valore di bosco “sacro”. Vincitore nel 2012 del premio internazionale Carlo Scarpa per il Giardino, che per la prima volta viene assegnato a questo tipo di paesaggio.

Video di appunti qua e là

Altre destinazioni nelle vicinanze

Scanno
Scanno
Il borgo di Scanno si trova in Abruzzo ed è conosciuto come il borgo dei fotografi.
L'Aquila - 15.54 KM da Pescocostanzo
Civitella Alfedena
Civitella Alfedena
Civitella Alfedena, nel cuore del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise, è un attivo centro turistico.
L'Aquila - 17.09 KM da Pescocostanzo
Pacentro
Pacentro
Il borgo di Pacentro, all'interno del Parco Nazionale della Majella, è uno dei centri medievali meglio conservati d’Abruzzo.
L'Aquila - 19 KM da Pescocostanzo
Villalago
Villalago
Il borgo di Villalago sorge nei pressi del Lago di Scanno, in Abruzzo.
L'Aquila - 19.75 KM da Pescocostanzo
Lama dei Peligni
Lama dei Peligni
Il borgo di Lama dei Peligni si trova in Abruzzo, all'interno del Parco Nazionale della Majella.
Chieti - 19.87 KM da Pescocostanzo
Anversa degli Abruzzi
Anversa degli Abruzzi
Anversa è un piccolo borgo situato nella Valle del fiume Sagittario, in Abruzzo.
L'Aquila - 24.64 KM da Pescocostanzo

NOTA: le distanze espresse sono in linea d'aria.

Piú letti del mese

Quattro passi… in 4 borghi fortificati
Quattro passi… in 4 borghi fortificati
Poker d’assi di borghi fortificati per andare alla scoperta della storia e delle curiosità. Leggende intrecciate ad arte e architettura, epopee medievali o rinascimentali che rivelano al visitatore tutta l’unicità di questi gioielli italiani
By Luciana Francesca Rebonato
4 borghi da non perdere per l’artigianato d’autore
4 borghi da non perdere per l’artigianato d’autore
Quattro borghi italiani che si distinguono per il loro artigianato, essenza di un’arte antica tramandata nei secoli. Un viaggio nella tipicità, itinerari emozionali che puntano i riflettori sull’unicità
By Luciana Francesca Rebonato
Sperlonga, l’antica perla dell’Impero
Sperlonga, l’antica perla dell’Impero
Sperlonga, piccolo centro della Riviera di Ulisse, è una continua sorpresa tra panorami e scorci caratteristici dove ci si deve far guidare esclusivamente dalla curiosità
By Luca Sartori
Ricetta: spaghetti alla colatura di alici, un piatto tipico della Costiera Amalfitana
Ricetta: spaghetti alla colatura di alici, un piatto tipico della Costiera Amalfitana
La Colatura di Alici è un prodotto tradizionale che negli anni ha caratterizzato gastronomicamente il piccolo borgo di pescatori di Cetara
By Redazione
Aci Trezza, Ciclopi e Acireale
Aci Trezza, Ciclopi e Acireale
La Riviera dei Ciclopi, che prende il nome dalle isole antistanti, è quel tratto di costa siciliana che va da Aci Castello ad Acireale
By Redazione
Genga, natura da record
Genga, natura da record
Per gli appassionati di arte e cultura il borgo marchigiano di Genga racconta la sua storia attraverso i suoi edifici storici, le sue chiese e i musei
By Luca Sartori
e-borghi travel - la rivista per chi ama viaggiare tra borghi e turismo slow

Sfoglia gratuitamente e-borghi travel, la tua nuova rivista di viaggi

Con il patrocinio di