Capriana è il borgo più piccolo e decentrato della Val di Fiemme, in Trentino Alto Adige.
 
Diventa partner
CERCA PER ZONA

Capriana

Il borgo della Beata Meneghina
Leggi di più

Borgo di Capriana
Comune di Capriana

Provincia di Trento
Regione Trentino Alto Adige

Abitanti: 586
Altitudine centro: 1007 m s.l.m.

il Comune fa parte di:
Strada del Vino e dei Sapori Colline Avesiane, Faedo, Valle di Cembra
Comunità Montana Val di Fiemme

Comune di Capriana
Piazza Roma 2 - Capriana (TN)
Tel. 0462 816013

La storia di Capriana (Caoriana in dialetto valer) inizia verso il VI secolo, quando tutta la Val di Fiemme venne sottomessa dai Longobardi (giunti da est), e dai Bajuvari (giunti da nord-ovest). In seguito, Caverlana, cioè Capriana, come Castello di Fiemme, passò in possesso dei conti di Appiano, che tra il X ed il XII secolo, chiamarono in questi territori i roncadores, gente di origine germanica, che si occuparono del dissodamento e della messa in coltura del terreno, in modo da renderlo coltivabile e redditizio. Vennero distribuiti anche fra le famiglie dei roncadores, pascoli e boschi, in modo che ogni famiglia potesse garantire il suo sostentamento, ma non solo, che consentisse di pagare ai Signorotti un congruo affitto.

Il primo insediamento fu quello di Rover-Carbonare, chiamato così per lo sviluppo in quella zona di carbonaie, per la produzione di carbone, fatto appunto con la legna di rovere. Ma già prima dell’anno 1216, (anno di consacrazione della prima chiesa) ci fu l’insediamento di Cauriana, la zona venne abitata da una libera comunità di persone con un certo benessere economico e uno sviluppo culturale e sociale notevole. (vista la costruzione di una chiesa). Un documento del 1231 indica l’esistenza a Cauriana di 28 masi, che si chiamavano Hube.

Nel 1796, la pace e la tranquillità vennero turbati e sconvolti da Napoleone Buonaparte, che tentò la prima conquista della valle, ma venne respinto. Nel 1797 riuscì a sfondare l’ultima linea difensiva della vallata e conquistò la Val di Fiemme. Il principato venne secolarizzato ed aggregato al Tirolo e governato dall’Austria, e poi dalla Baviera, venne abolito il governo diretto del popolo ed introdussero le leggi esistenti in Francia. Dopo lo sfaldamento del regno di Napoleone, l’Austria riprese il dominio di Fiemme.

Situato all’estremità Sud-occidentale della valle, adagiata su un pendio da cui si gode un suggestivo panorama, include anche i due nuclei abitati di Bait e Carbonare. Meta privilegiata per gli amanti della natura e della tranquillità, il borgo è vicino ai vigneti della Val di Cembra, i più antichi del Trentino, ed è immerso nel Parco Naturale del Monte Corno. Capriana dista solo 15 chilometri da Cavalese, capoluogo della Val di Fiemme, e quindi dagli impianti dell’Alpe Cermis.

A Capriana nacque, visse e morì, Maria Domenica Lazzeri “l’Addolorata”, per la quale è in corso un processo di beatificazione. Il suo antico mulino, ancora funzionante, oggi si è trasformato in un piccolo museo. Da visitare in paese anche la chiesa parrocchiale dedicata ai SS. Bartolomeo e Lazzaro del 1216 e la graziosa chiesa della frazione di Carbonare.

Altre destinazioni nelle vicinanze

Valfloriana
Valfloriana
Il Carnevale dei Matòci di Valfloriana, in Val di Fiemme, è uno dei pochi carnevali arcaici rimasti nell’Arco Alpino.
Trento - 2.6 KM da Capriana
Castello-Molina di Fiemme
Castello-Molina di Fiemme
Castello e Molina di Fiemme costituiscono un comune sparso e sono situati nella parte medio-bassa della Val di Fiemme.
Trento - 7.01 KM da Capriana
Carano
Carano
Il piccolo borgo di Carano si trova in Val di Fiemme, in Trentino.
Trento - 8.3 KM da Capriana
Daiano
Daiano
Daiano è il borgo della Val di Fiemme, in Trentino, che può contare sul maggior numero di ore di sole.
Trento - 9.36 KM da Capriana
Cavalese
Cavalese
Il borgo di Cavalese è il capoluogo storico e amministrativo della Val di Fiemme, in Trentino Alto Adige.
Trento - 9.83 KM da Capriana
Salorno - Salurn
Salorno - Salurn
Il borgo di Salorno, in Trentino Alto Adige, si trova in Bassa Atesina.
Bolzano - 10.12 KM da Capriana

NOTA: le distanze espresse sono in linea d'aria.

Piú letti del mese

Quattro passi… in 4 borghi fortificati
Quattro passi… in 4 borghi fortificati
Poker d’assi di borghi fortificati per andare alla scoperta della storia e delle curiosità. Leggende intrecciate ad arte e architettura, epopee medievali o rinascimentali che rivelano al visitatore tutta l’unicità di questi gioielli italiani
By Luciana Francesca Rebonato
4 borghi da non perdere per l’artigianato d’autore
4 borghi da non perdere per l’artigianato d’autore
Quattro borghi italiani che si distinguono per il loro artigianato, essenza di un’arte antica tramandata nei secoli. Un viaggio nella tipicità, itinerari emozionali che puntano i riflettori sull’unicità
By Luciana Francesca Rebonato
Sperlonga, l’antica perla dell’Impero
Sperlonga, l’antica perla dell’Impero
Sperlonga, piccolo centro della Riviera di Ulisse, è una continua sorpresa tra panorami e scorci caratteristici dove ci si deve far guidare esclusivamente dalla curiosità
By Luca Sartori
Ricetta: spaghetti alla colatura di alici, un piatto tipico della Costiera Amalfitana
Ricetta: spaghetti alla colatura di alici, un piatto tipico della Costiera Amalfitana
La Colatura di Alici è un prodotto tradizionale che negli anni ha caratterizzato gastronomicamente il piccolo borgo di pescatori di Cetara
By Redazione
Aci Trezza, Ciclopi e Acireale
Aci Trezza, Ciclopi e Acireale
La Riviera dei Ciclopi, che prende il nome dalle isole antistanti, è quel tratto di costa siciliana che va da Aci Castello ad Acireale
By Redazione
Genga, natura da record
Genga, natura da record
Per gli appassionati di arte e cultura il borgo marchigiano di Genga racconta la sua storia attraverso i suoi edifici storici, le sue chiese e i musei
By Luca Sartori
e-borghi travel - la rivista per chi ama viaggiare tra borghi e turismo slow

Sfoglia gratuitamente e-borghi travel, la tua nuova rivista di viaggi

Con il patrocinio di