Il borgo di Cerenzia, in Calabria, sorge a poca distanza dall'antica Acherontia. Sul suo nome e sulle sue origini storia e leggenda si confondono, conferendole un particolare fascino di mistero.
 
Diventa partner
CERCA PER ZONA

Cerenzia

L'antica Acherontia
Leggi di più

Borgo di Cerenzia
Comune di Cerenzia

Provincia di Crotone
Regione Calabria

Abitanti: 1.147
Altitudine centro: 664 m s.l.m.

il Comune fa parte di:
Città dell'olio

Comune di Cerenzia
Piazza Municipio 16 - Cerenzia (KR)
Tel. +39 0984 995035

L'odierno centro abitato di Cerenzia sorse nella seconda metà dell'Ottocento, quando i cerentinesi si spostarono per la malaria più a ovest rispetto alla vecchia rocca, Akerentia (detta anche Acheronthia o Acerenthia), un tempo sede diocesana, con chiaro riferimento al fiume Acheronte (o Akeronte), antico nome del Lese, che scorre ai piedi della rupe.

Quando molti paesi del comprensorio erano semplici «casali», Acerenthia fu un’importante e gloriosa città bizantina.
Sul pianoro dove sorgeva l’antico centro, sono ancora evidenti le tracce di un consistente agglomerato urbano, tra cui spiccano, in particolare, un edificio sacro in gran parte conservato e, in posizione eminente, i corposi resti di una struttura più elaborata identificata come il Vescovato.

Acerenthia, Acherontia o Geruntia. Sul suo nome e sulle sue origini storia e leggenda si confondono, conferendole un particolare fascino di mistero. Fondata secondo alcuni dagli Enotri, secondo altri dal mitico Filottete, l’urbe era cinta da altissime mura naturali e dominava, così come domina tuttora, la vallata del fiume Lese, un tempo forse chiamato Acheronte, da cui ne deriverebbe l’etimologia.

Cedimenti continui delle strutture murarie, difficoltà di approvvigionamento di acqua potabile, malaria e terremoti, costrinsero gli abitanti ad un esodo progressivo, che intorno alla metà del 1800 culminò con l’abbandono definitivo ed il trasferimento nel sito attuale. Nonostante l’abbandono, il rapporto degli abitanti con la loro antica città non si è mai interrotto. La visita ai resti della città morta è un continuo pellegrinaggio, che in occasione della festa dell’Ecce Homo, diventa una vera e propria processione di tutto il borgo.

Video di Giovanni Marasco

Altre destinazioni nelle vicinanze

Caccuri
Caccuri
Arroccato su uno sperone, il cuore pulsante del borgo di Caccuri è il noto Castello. Il borgo si presenta con un intreccio di strade, ripide salite e discese, tra viuzze e costoni rocciosi.
Crotone - 2.02 KM da Cerenzia
San Giovanni in Fiore
San Giovanni in Fiore
Posto all'interno del Parco Nazionale della Sila, San Giovanni in Fiore offre ai turisti un centro storico affascinante, ricco di scorci e notevoli edifici
Cosenza - 7.53 KM da Cerenzia
Santa Severina
Santa Severina
Situato tra lo Ionio e la Sila, Santa Severina è un antico borgo medievale. Governato anticamente dai Normanni e successivamente dagli Svevi
Crotone - 15.67 KM da Cerenzia
Melissa
Melissa
Il centro storico di Melissa, tipico borgo feudale di origini antiche, si presenta con vicoli stretti e raggiungibili solo a piedi. Melissa sorge su un costone roccioso tra il Mar Ionio e il versante orientale della Sila Grande, in Calabria.
Crotone - 21.78 KM da Cerenzia
Camigliatello Silano
Camigliatello Silano
Camigliatello Silano, situato nel Parco Nazionale della Sila, è la più nota località turistica della Calabria.
Cosenza - 30.9 KM da Cerenzia
Isola di Capo Rizzuto
Isola di Capo Rizzuto
Capo Rizzuto è una delle principali località balneari dell'isola con un offerta di itinerari di rara bellezza. Il borgo sorge su un promontorio che si stende sul mare caratterizzato dall'affascinante alternarsi di scogliere scoscese e selvagge, piccole
Crotone - 41.64 KM da Cerenzia

NOTA: le distanze espresse sono in linea d'aria.

Piú letti del mese

Ricetta: Pitta di patate
Ricetta: Pitta di patate
La pitta di patate alla pizzaiola è un piatto tipico salentino adatto sia per una cena o per un antipasto, da gustare sia caldo che freddo
By Redazione
Il panettone pasquale: La Pasimata della Garfagnana
Il panettone pasquale: La Pasimata della Garfagnana
Un dolce pasquale tipico della città di Lucca e i suoi dintorni. La pasimata della Garfagnana si contraddistingue per la presenza dell'uvetta
By Redazione
Lombardia da gustare: alcuni dei piatti tipici della tradizione nei borghi più belli
Lombardia da gustare: alcuni dei piatti tipici della tradizione nei borghi più belli
I borghi storici della Lombardia conservano perfettamente le tradizioni enogastronomiche del territorio, grazie alle mani esperte delle massaie che hanno saputo tramandare i segreti della cucina più antica di questa regione.
By Redazione
Ricetta: Torta al formaggio umbra
Ricetta: Torta al formaggio umbra
Un soffice rustico umbro da preparare durante la Settimana Santa e da gustare il giorno di Pasqua, anticamente portato in chiesa per farlo benedire
By Redazione
Paesaggi, scorci e sentieri tra i borghi dell'amore
Paesaggi, scorci e sentieri tra i borghi dell'amore
Per chi ama un viaggio sensoriale con note romantiche, la costa ligure e i borghi di Lucignano e Varenna sono ricchi di paesaggi, scorci e sentieri.
By Redazione
Nonantola: Storia del Duca diventato Monaco e dell’Abbazia da lui fondata
Nonantola: Storia del Duca diventato Monaco e dell’Abbazia da lui fondata
Il borgo di Nonantola, in Emilia, ospita la celebre Abbazia carica di storia e tesori. Il suo fondatore fu un personaggio coraggioso e carismatico che svestì i panni della nobiltà per abbracciare quelli più umili del monachesimo.
By Roberto Giarrusso
e-borghi travel - la rivista per chi ama viaggiare tra borghi e turismo slow

Sfoglia gratuitamente e-borghi travel, la tua nuova rivista di viaggi

Con il patrocinio di