Il borgo di Alcara li Fusi si trova in Sicilia all’interno del Parco dei Nebrodi.
 
Diventa partner
CERCA PER ZONA

Alcara li Fusi

Il sorriso di un borgo sconosciuto
Leggi di più

Borgo di Alcara li Fusi
Comune di Alcara li Fusi

Città Metropolitana di Messina
Regione Sicilia

Abitanti: 1.947
Altitudine centro: 400 m s.l.m.

Aree naturali protette:
Parco dei Nebrodi

Comune di Alcara li Fusi
Via della Rinascita 16 - Alcara li Fusi (ME)
Tel. +39 0941 793010

Alcara li Fusi (Larcara in siciliano) si trova sulle pendici dei Nebrodi. Secondo la vulgata locale l'attuale borgo nacque dal progressivo abbandono di insediamenti posti più a monte. Il primo vero riferimento storico dell'esistenza di Alcara è dato da un documento del 1096. Da notare che il quartiere più vecchio del paese, sorto ai piedi del castel Turio (oggi una torre su di uno sperone roccioso, malamente ricostruita di recente su un rudere preesistente) prende il nome di Motta che è da riferirsi al modello tipico delle fortificazioni normanne e francesi che prevedevano una torre detta donjon (mastio) circondato da una cinta muraria detta motte.

Nel XV secolo è attestata una comunità ebraica, probabilmente più antica e particolarmente consistente in questa zona dei Nebrodi, confermando che ad Alcara erano centro di scambi commerciali ed economici. La comunità sarà scomparsa o quasi nel XVII secolo con l'espulsione dalla Sicilia di tutti gli ebrei non convertiti. Nel 1812 prese il nome di Alcara "Li Fusi" in quanto centro di produzione dei fusi adoperati per la filatura. Sono attestate nell'Ottocento delle varianti come "Alcara de fusa", "Alcara dei fusi", "Alcara de li fusi" e "Alcara delle Fusa". Tale denominazione fu dovuta alla necessità di distinguere questo centro abitato da un'altra "Alcara" o "L'Alcara" che per gli stessi motivi prese il nome di Lercara Friddi.

Il 17 maggio 1860, Alcara fu interessata da una rivolta contadina che ha anticipato quella simile e più famosa di Bronte. I braccianti esasperati da condizioni di vita disperate, nutrendo aspettative di riscatto e giustizia sociale per la notizia dell'imminente arrivo dei garibaldini, assaltarono il "casino dei nobili" trucidando con falci e coltelli numerose persone tra cui un bambino. I garibaldini, sopraggiunti, imprigionarono alcuni dei rivoltosi che, dopo un rapido processo, furono giustiziati. L'episodio è al centro del capolavoro dello scrittore Vincenzo Consolo ‘Il sorriso dell'ignoto marinaio’.

Il vasto territorio di Alcara, ora abbastanza disabitato, ma in passato interessato da un insediamento sparso legato all'agricoltura ed alla pastorizia presenta un gran numero di toponimi riferite a contrade agricole o specifici luoghi, interessanti per la loro difficile etimologia, come ad esempio Mangalavite, Papaleo, Calanna, Calamoni, Ciraseri, Vignazza e Lemina.

Ad Alcara li Fusi è sopravvissuta, fino a pochi anni, una delle ultime tradizioni di musica polivocale della Sicilia con un repertorio di canti tradizionali eseguiti senza l'accompagnamento strumentale ma semplicemente accordando tra di loro le diverse voci dei vari cantori che si accavallano nell'esecuzione. Tali canti coprivano un vasto repertorio ed erano eseguiti in vari occasioni durante l'anno, anche se una rilevanza particolare assumevano quelli eseguiti durante la Settimana Santa.

Meritano sicuramente una visita il Convento dei Cappuccini, fondato nel 1574, il Monastero di Santa Maria del Rogato, di San Barbaro di Demenna, il ponte in Pietra sulla fiumara Rosmarino, la Fontana Abate nel centro del borgo ed infine la Grotta del Lauro e le Rocche del Crasto.

Alcara li Fusi è sul numero 3 della nostra rivista digitale e-borghi travel.
Sfogliala ora gratis!

Video di playvideopatti

Altre destinazioni nelle vicinanze

San Marco d'Alunzio
San Marco d'Alunzio
San Marco d'Alunzio si trova in Sicilia, all'interno del Parco dei Nebrodi.
Messina - 5.71 KM da Alcara li Fusi
Brolo
Brolo
Il borgo di Brolo è situato lungo la costa tirrenica, in Sicilia, e circondato dalla catena montuosa dei Nebrodi.
Messina - 18.73 KM da Alcara li Fusi
Floresta
Floresta
Floresta, nel Parco dei Monti Nebrodi è famosa per la sua Provola, tra le eccellenze delle sue tradizioni. Con i suoi 1275 metri s.l.m. è il comune più alto della Sicilia.
Messina - 18.76 KM da Alcara li Fusi
Cesarò
Cesarò
Il territorio del borgo di Cesarò, in Sicilia, si estende sulla dorsale dei Monti Nebrodi.
Messina - 19.8 KM da Alcara li Fusi
Montalbano Elicona
Montalbano Elicona
Il borgo di Montalbano Elicona in provincia di Messina, nel 2015 è stato proclamato il Borgo dei borghi, nota trasmissione della Rai.
Messina - 27.46 KM da Alcara li Fusi
Novara di Sicilia
Novara di Sicilia
Il borgo di Novara di Sicilia si trova al confine tra i monti nebrodi e i peloritani.
Messina - 37.69 KM da Alcara li Fusi

NOTA: le distanze espresse sono in linea d'aria.

Piú letti del mese

Viaggio nella Valle dei Mocheni, la valle incantata del Trentino Alto Adige
Viaggio nella Valle dei Mocheni, la valle incantata del Trentino Alto Adige
Andiamo alla scoperta della Valle dei Mocheni, anche definita la Valle incantata. Un luogo dal fascino unico, nel cuore del Trentino Alto Adige.
By Redazione
Quattro passi… in 4 borghi fortificati
Quattro passi… in 4 borghi fortificati
Poker d’assi di borghi fortificati per andare alla scoperta della storia e delle curiosità. Leggende intrecciate ad arte e architettura, epopee medievali o rinascimentali che rivelano al visitatore tutta l’unicità di questi gioielli italiani
By Luciana Francesca Rebonato
4 borghi da non perdere per l’artigianato d’autore
4 borghi da non perdere per l’artigianato d’autore
Quattro borghi italiani che si distinguono per il loro artigianato, essenza di un’arte antica tramandata nei secoli. Un viaggio nella tipicità, itinerari emozionali che puntano i riflettori sull’unicità
By Luciana Francesca Rebonato
Sperlonga, l’antica perla dell’Impero
Sperlonga, l’antica perla dell’Impero
Sperlonga, piccolo centro della Riviera di Ulisse, è una continua sorpresa tra panorami e scorci caratteristici dove ci si deve far guidare esclusivamente dalla curiosità
By Luca Sartori
Ricetta: spaghetti alla colatura di alici, un piatto tipico della Costiera Amalfitana
Ricetta: spaghetti alla colatura di alici, un piatto tipico della Costiera Amalfitana
La Colatura di Alici è un prodotto tradizionale che negli anni ha caratterizzato gastronomicamente il piccolo borgo di pescatori di Cetara
By Redazione
Aci Trezza, Ciclopi e Acireale
Aci Trezza, Ciclopi e Acireale
La Riviera dei Ciclopi, che prende il nome dalle isole antistanti, è quel tratto di costa siciliana che va da Aci Castello ad Acireale
By Redazione
e-borghi travel - la rivista per chi ama viaggiare tra borghi e turismo slow

Sfoglia gratuitamente e-borghi travel, la tua nuova rivista di viaggi

Con il patrocinio di