Sortino è un pregevole esempio di barocco siciliano, noto per la produzione di miele e situato in prossimità della Necropoli Rupestre di Pantalica
 
Diventa partner
CERCA PER ZONA

Sortino

Miele Ibleo
Leggi di più

Comune di Sortino
Provincia di Siracusa
Regione Sicilia

Abitanti: 8.657
Altitudine centro: 438 m s.l.m.

Sito Unesco:
Siracusa e le necropoli rupestri di Pantalica

il Comune fa parte di:
Città del miele
Città e siti patrimonio mondiale Unesco
Unione Valle degli Iblei

Aree naturali protette:
Riserva naturale orientata Pantalica e Valle Anapo

Comune di Sortino
Viale Mario Giardino - Sortino (SR)
Tel. +39 0931 917000

Sortino (Sciurtinu in siciliano) è un pregevole esempio di barocco siciliano, conosciuta per la produzione di miele e situata in prossimità della Necropoli Rupestre di Pantalica e del fiume Anapo.

La necropoli di Pantalica (Buntarigah = grotte) è una delle più conosciute testimonianze storiche della città, composta da cinquemila grotticelle che furono scavate da diverse generazioni di ominidi, forse dai primi uomini di Neanderthal, sicuramente dai primi Sapiens Sapiens del Paleolitico e del Neolitico. L'opera è stata, infine, completata in epoca protostorica dalla gente della Civiltà di Pantalica che le ha ri-utilizzate come tombe.

Le vicende che hanno accompagnato il borgo di Sortino in età medioevale sono legate alla famiglia nobile dei Moncada e successivamente agli eredi di Modica (1477). Il feudo di Sortino fu concesso dalla imperatrice Costanza ad Arnaldo Conte di Modica ai cui successori sostanzialmente rimase fino al 1477, anno in cui fu acquistato dalla famiglia Gaetani Baroni, originari della Toscana, il cui capostipite, Guidone Gaetani, si era trasferito a Palermo in cerca di gloria e fortuna.

I Gaetani saranno, per più di tre secoli, i protagonisti della storia, non solo di Sortino ma della intera provincia di Siracusa. Emblematico è stato l'aiuto che Pietro Gaetani diede alla ricostruzione del paese nella collina Aita, dove tuttora si trova, dopo il devastante terremoto del 1693 che colpì l'intera costa orientale sicula.

Della cultura sortinese, fa parte da ormai tantissimi anni l'Opira di li Pupi (in lingua siciliana), in cui vengono narrate le eroiche gesta dei paladini francesi. Tra le storie più rappresentate abbiamo l'Orlando furioso; altre rappresentazioni messe in scena sono le famose "farse", scene comiche narrate prevalentemente in siciliano. Sicuramente i più importanti "pupari" sortinesi restano i "Puglisi", che da più generazioni ci tramandano quest'arte.

Video di PiccolaGrandeItalia.Tv

Altre destinazioni nelle vicinanze

Ferla
Ferla
Ferla è un piccolo borgo medievale, considerata una splendida perla della Val di Noto. Un borgo antico e ricco di luoghi di culto pieni di storia
Siracusa - 8.77 KM da Sortino
Palazzolo Acreide
Palazzolo Acreide
Palazzolo Acreide è inserito nella lista dei Patrimoni Mondiali dell’Umanità UNESCO, meta ideale per gite fuori porta e ricco di testimonianze di epoche diverse
Siracusa - 15.2 KM da Sortino
Giarratana
Giarratana
Giarratana è uno dei più piccoli centri della provincia di Ragusa. Di origini antiche, è denominata la “Perla degli Iblei”
Ragusa - 23.93 KM da Sortino
Ortigia
Ortigia
Ortigia è l'isola che costituisce la parte più antica della città di Siracusa, in Sicilia.
Siracusa - 25.9 KM da Sortino
Ispica
Ispica
Ispica, nella Val di Noto, è meta di un turismo balneare di qualità. Il suo centro è un susseguirsi di eleganti opere tardo-barocche e liberty
Ragusa - 42.57 KM da Sortino
Aci Trezza
Aci Trezza
Aci Trezza, frazione di Aci Castello, è un piccolo borgo peschereccio assai ammaliante, dominato dagli 8 faraglioni
Catania - 46.78 KM da Sortino

NOTA: le distanze espresse sono in linea d'aria.

Piú letti del mese

Ricetta: Pitta di patate
Ricetta: Pitta di patate
La pitta di patate alla pizzaiola è un piatto tipico salentino adatto sia per una cena o per un antipasto, da gustare sia caldo che freddo
By Redazione
Il panettone pasquale: La Pasimata della Garfagnana
Il panettone pasquale: La Pasimata della Garfagnana
Un dolce pasquale tipico della città di Lucca e i suoi dintorni. La pasimata della Garfagnana si contraddistingue per la presenza dell'uvetta
By Redazione
Lombardia da gustare: alcuni dei piatti tipici della tradizione nei borghi più belli
Lombardia da gustare: alcuni dei piatti tipici della tradizione nei borghi più belli
I borghi storici della Lombardia conservano perfettamente le tradizioni enogastronomiche del territorio, grazie alle mani esperte delle massaie che hanno saputo tramandare i segreti della cucina più antica di questa regione.
By Redazione
Ricetta: Torta al formaggio umbra
Ricetta: Torta al formaggio umbra
Un soffice rustico umbro da preparare durante la Settimana Santa e da gustare il giorno di Pasqua, anticamente portato in chiesa per farlo benedire
By Redazione
Paesaggi, scorci e sentieri tra i borghi dell'amore
Paesaggi, scorci e sentieri tra i borghi dell'amore
Per chi ama un viaggio sensoriale con note romantiche, la costa ligure e i borghi di Lucignano e Varenna sono ricchi di paesaggi, scorci e sentieri.
By Redazione
Nonantola: Storia del Duca diventato Monaco e dell’Abbazia da lui fondata
Nonantola: Storia del Duca diventato Monaco e dell’Abbazia da lui fondata
Il borgo di Nonantola, in Emilia, ospita la celebre Abbazia carica di storia e tesori. Il suo fondatore fu un personaggio coraggioso e carismatico che svestì i panni della nobiltà per abbracciare quelli più umili del monachesimo.
By Roberto Giarrusso
e-borghi travel - la rivista per chi ama viaggiare tra borghi e turismo slow

Sfoglia gratuitamente e-borghi travel, la tua nuova rivista di viaggi

Con il patrocinio di