Il borgo di Fiè allo Sciliar si trova in Alto Adige, nel cuore delle Dolomiti.
 
Diventa partner
CERCA PER ZONA

Fiè allo Sciliar - Völs am Schlern

Energia Alpina
Leggi di più

Comune di Fiè allo Sciliar/Völs am Schlern
Provincia di Bolzano/Bozen
Regione Trentino Alto Adige

Abitanti: 3.571
Altitudine centro: 880 m s.l.m.

Sito Unesco: Le Dolomiti

il Comune fa parte di:
Città e siti patrimonio mondiale Unesco
Comunità Montana Salto-Sciliar

Aree naturali protette:
Parco Naturale dello Sciliar-Catinaccio

Comune di Fiè allo Sciliar/Völs am Schlern
Via del Paese 14 - Fiè allo Sciliar/Völs am Schlern (BZ)
Tel. +39 0471 725010

Fiè allo Sciliar (Völs am Schlern in tedesco) è attestato nell'888 come Fellis, nel 982-987 come Vellis, nel 1050-1065 come Velles, nel 1218 come Velse e nel 1255 come Vels e probabilmente è di origine preromana. Il luogo entra nella piena luce della storia con un'importante donazione nell'888 da parte del re franco Arnolfo di Carinzia.

Il borgo principale è Fiè di Sotto, un villaggio idilliaco ai piedi dello Sciliar. Nel XIX secolo Fiè era una località famosa per le cure di fieno che fu visitata dai cittadini di Bolzano per le loro vacanze estive. Il villaggio offre numerose attrazioni e infiniti modi per trascorrere il tempo libero con attività sportive e ricreative durante ogni stagione.

Uno dei più famosi e popolari monumenti della zona dello Sciliar è il Castello di Presule, che sovrasta il villaggio di montagna. Ancora oggi, il castello dei Signori di Fiè, è un luogo d’incontro per eventi culturali, concerti di musica classica, mostre d'arte e spettacoli teatrali. Il high light annuale è il torneo di equitazione "Oswald von Wolkenstein", che si tiene nel parco del castello.

Già da generazioni a Fiè allo Sciliar esistono tradizioni antiche e vecchie usanze. Durante il tradizionale "Ostereierpecken" sulla piazza del paese, i locali e gli ospiti s’incontrano e socializzano l’uno con l'altro mangiando il pane di Pasqua e bevendo del vino.

Una tradizione molto speciale a Fiè allo Sciliar è il bagno di fieno. Questo bagno, anche chiamato "Alpenbadl", ha un effetto benefico e salutare sul corpo, conosciuto da oltre 100 anni. A quel tempo i contadini dormivano sul fieno del prato alpino appena essiccato e si svegliavano riposati e pieno di energia per continuare il loro duro lavoro. Dal 1890 Fiè allo Sciliar propone i bagni di fieno come trattamento di benessere eccezionale.

Nell'ambito delle settimane naturali del cibo e della "Dispensa di Fiè", le imprese locali servono specialità altoatesine. Anche durante l'annuale "Törggelen", nei mesi autunnali, diverse aziende invitano a gustare le specialità culinarie altoatesine.

Video di AltoAdigeVideo

Altre destinazioni nelle vicinanze

Tires - Tiers
Tires - Tiers
Il borgo di Tires-Tiers si trova in Alto Adige all'interno del Parco Naturale dello Sciliar.
Bolzano - 5.62 KM da Fiè allo Sciliar - Völs am Schlern
Castelrotto - Kastelruth
Castelrotto - Kastelruth
Il borgo di Castelrotto - Kastelruth si trova in Trentino Alto Adige.
Bolzano - 7.11 KM da Fiè allo Sciliar - Völs am Schlern
Chiusa - Klausen
Chiusa - Klausen
Il territorio del borgo di Chiusa, in Alto Adige, sovrastato dal monastero di Sabiona, era già abitato prima di Cristo.
Bolzano - 14.69 KM da Fiè allo Sciliar - Völs am Schlern
Vigo di Fassa
Vigo di Fassa
Come quasi tutti gli altri borghi della Val di Fassa, risale al Medioevo, anche se le prime tracce umane nella zona risalgono al Paleolitico, quando cacciatori nomadi risalirono il torrente Avisio.
Trento - 17.05 KM da Fiè allo Sciliar - Völs am Schlern
Tesero
Tesero
Il borgo di Tesero è il centro dell'artigianato della Val di Fiemme, in Trentino.
Trento - 22.73 KM da Fiè allo Sciliar - Völs am Schlern
Varena
Varena
Varena, in Val di Fiemme, è uno dei borghi più antichi di tutto il Trentino.
Trento - 23.99 KM da Fiè allo Sciliar - Völs am Schlern

NOTA: le distanze espresse sono in linea d'aria.

Piú letti del mese

Quattro passi… in 4 borghi fortificati
Quattro passi… in 4 borghi fortificati
Poker d’assi di borghi fortificati per andare alla scoperta della storia e delle curiosità. Leggende intrecciate ad arte e architettura, epopee medievali o rinascimentali che rivelano al visitatore tutta l’unicità di questi gioielli italiani
By Luciana Francesca Rebonato
4 borghi da non perdere per l’artigianato d’autore
4 borghi da non perdere per l’artigianato d’autore
Quattro borghi italiani che si distinguono per il loro artigianato, essenza di un’arte antica tramandata nei secoli. Un viaggio nella tipicità, itinerari emozionali che puntano i riflettori sull’unicità
By Luciana Francesca Rebonato
Sperlonga, l’antica perla dell’Impero
Sperlonga, l’antica perla dell’Impero
Sperlonga, piccolo centro della Riviera di Ulisse, è una continua sorpresa tra panorami e scorci caratteristici dove ci si deve far guidare esclusivamente dalla curiosità
By Luca Sartori
Ricetta: spaghetti alla colatura di alici, un piatto tipico della Costiera Amalfitana
Ricetta: spaghetti alla colatura di alici, un piatto tipico della Costiera Amalfitana
La Colatura di Alici è un prodotto tradizionale che negli anni ha caratterizzato gastronomicamente il piccolo borgo di pescatori di Cetara
By Redazione
Aci Trezza, Ciclopi e Acireale
Aci Trezza, Ciclopi e Acireale
La Riviera dei Ciclopi, che prende il nome dalle isole antistanti, è quel tratto di costa siciliana che va da Aci Castello ad Acireale
By Redazione
Genga, natura da record
Genga, natura da record
Per gli appassionati di arte e cultura il borgo marchigiano di Genga racconta la sua storia attraverso i suoi edifici storici, le sue chiese e i musei
By Luca Sartori
e-borghi travel - la rivista per chi ama viaggiare tra borghi e turismo slow

Sfoglia gratuitamente e-borghi travel, la tua nuova rivista di viaggi

Con il patrocinio di