Bosa, in Sardegna, ha origini antichissime, addirittura preistoriche.
 
Diventa partner
CERCA PER ZONA

Bosa

L’antica foce
Leggi di più

Borgo di Bosa
Comune di Bosa
Provincia di Oristano
Regione Sardegna

Abitanti: 7.936
Altitudine centro: 2 m s.l.m.

il Comune fa parte di:
I Borghi più belli d'Italia
Unione Planargia e del Montiferru Occidentale

Comune di Bosa
Corso Garibaldi - Bosa (OR)
Tel. +39 0785 368000

Bosa, in Sardegna, ha origini antichissime, addirittura preistoriche, come dimostrano le domus de janas, le grotte funerarie scavate nella roccia. Gli Aragonesi, che la conquistarono nel 1317, credevano che la sua fondazione avesse addirittura origini leggendarie (come colonia araba). Sita in una piana alluvionale nella storica regione di Planargia, Bosa si sviluppa lungo l'estuario del fiume Temo e deve a questa favorevole posizione la ricchezza e la popolarità che raggiunse già in epoca fenicio-punica e successivamente in quella romana. Da qui le differenti interpretazioni etimologiche del suo nome: da un lato bosa indicherebbe un contenitore a forma di catino (assimilabile alla morfologia del territorio su cui sorge); dall’altro ‘Osa, in sardo antico, che significherebbe ‘foce’.

Il nucleo storico cosi come lo si può visitare oggi risale ad un periodo che va dal I al XII secolo d.c., secoli entro i quali venne terminata la costruzione della chiesa romanica di San Pietro e del Castello di Serravalle, edificato dai Conti di Malaspina, che dall’alto dell’omonimo colle domina l’abitato. All’interno delle mura del castello, affacciata sulla piazza d’armi, si trova la Chiesa di Nostra Signora de Sos Regnos Altos, una cappella palatina che colpisce per le sue linee essenziali. La struttura medioevale di Bosa mantiene ancora intatto il suggestivo fascino dell’epoca, con i singolari viottoli che seguono le curve altimetriche del colle, con le scalinate che interrompono asimmetricamente il percorso orizzontale e con le sue strutture urbanistiche, arcaiche e sorprendenti.

Ulteriori suggestioni derivano dalle Concerie (Sas Conzas) che si trovano lungo la riva sinistra del Temo, in prossimità del Ponte Vecchio che collega le due sponde del fiume. Questo enorme complesso industriale occupa 4000 mq. e si estende attraverso strutture modulari affiancate le une alle altre. Il restauro e la valorizzazione delle Conzas ha permesso di far arrivare fino a noi questa rara testimonianza di archeologia aziendale, prova di come nel XIX secolo Bosa diventò il maggior centro conciario della Sardegna.   

Video di NicoItaly

Altre destinazioni nelle vicinanze

Alghero
Alghero
Alghero è un grande borgo marinaro sulle coste della Sardegna.
Sassari - 33.36 KM da Bosa

NOTA: le distanze espresse sono in linea d'aria.

Piú letti del mese

Genga, natura da record
Genga, natura da record
Per gli appassionati di arte e cultura il borgo marchigiano di Genga racconta la sua storia attraverso i suoi edifici storici, le sue chiese e i musei
By Luca Sartori
L’altra Toscana: viaggio nei borghi dell’immediato entroterra e sulle isole
L’altra Toscana: viaggio nei borghi dell’immediato entroterra e sulle isole
La Toscana è una regione ricca di infiniti tesori storico-architettonici e naturali, dove si incontrano borghi di rara bellezza
By Simona PK Daviddi
Ricetta: I Tozzetti alle nocciole
Ricetta: I Tozzetti alle nocciole
Un dolce tipico della tradizione viterbese che ricorda i famosi “cantucci” ma che si differenziano per l’uso delle nocciole tostate
By Redazione
Itinerario tra 5 dei più suggestivi borghi della Sardegna settentrionale
Itinerario tra 5 dei più suggestivi borghi della Sardegna settentrionale
Da Olbia a Porto Torres, un itinerario che ci porterà alla scoperta di cinque fantastici borghi sardi tra mare ed entroterra
By Redazione
Itinerario tra borghi e paesaggi lungo le coste dell'Isola d'Elba
Itinerario tra borghi e paesaggi lungo le coste dell'Isola d'Elba
Da Cavo a Cavo, un itinerario lungo le coste e i centri abitati della più importante isola della Toscana
By Redazione
Ricetta: Is Arrubiolus
Ricetta: Is Arrubiolus
Tra i dolci di Carnevale più amati in Sardegna, gli arrubiolus ogliastrini si aggiudicano il podio. Si tratta di dolcetti fritti molto deliziosi, realizzati con un goloso impasto a base di ricotta fresca
By Redazione
e-borghi travel - la rivista per chi ama viaggiare tra borghi e turismo slow

Sfoglia gratuitamente e-borghi travel, la tua nuova rivista di viaggi

Con il patrocinio di