Il borgo rurale di Gradella si trova in Lombardia.
 
Diventa partner
CERCA PER ZONA

Gradella

Tra filari d'alberi e vecchie cascine
Leggi di più

Borgo di Gradella
Comune di Pandino
Provincia di Cremona
Regione Lombardia

Abitanti: 9.015 (205 nel borgo)
Altitudine centro: 85 m s.l.m.

il Comune fa parte di:
I Borghi più belli d'Italia

Comune di Pandino
Via Castello 15 - Pandino (CR)
Tel. +39 0373 973300

Il borgo rurale di Gradella, in Lombardia, probabilmente esisteva già a partire dal VIII-IX sec. come presidio longobardo, ma il primo riferimento scritto in cui compare il nome di Gradella è del 1186, quando Federico Barbarossa concede a Milano vari possedimenti, tra i quali figurano Gradella, Pandino, Agnadello e Rivolta. La storia del borgo di Gradella è strettamente legata alla famiglia Maggi, nobile famiglia bresciana. Infatti, a partire dal 1558 Onofrio Maggi, cancelliere e capitano di giustizia, iniziò ad acquistare terreni nella zona di Gardella diventando in breve tempo proprietario del borgo dove fa erigere anche la villa padronale. Girolamo, discendente di Onofrio, ottenne l'investitura da parte del re Carlo II di Spagna (sotto la cui giurisdizione ricadeva anche il Ducato di Milano) del Feudo di Gradella con il relativo titolo di conte. Negli anni trenta la proprietà di Gradella passo al conte Aymo Maggi, celebre per essere stato uno dei creatori e organizzatori della Mille Miglia, il quale dedicò molte attenzioni al borgo e ai suoi abitanti facendo costruire le scuole, l'asilo, l'acquedotto, i bagni pubblici e il campo sportivo. Nel corso dei secoli i signori di Milano scelsero questo piccolo borgo per le loro dimore di villeggiatura, perché circondato da boschi e quindi ideale per le battute di caccia.

Il borgo di Gradella merita una passeggiata fatta in tutta calma, per godersi l'abitato rurale, con le caratteristiche case dipinte in giallo e profilate di mattoni rossi e le corti comunicanti. Girovagando tra le vie di Gradella, è possibile inoltre imbattersi in un gruppo di daini, portati qui dall'ultima contessa, Camilla Maggi, poiché questi animali erano una sua passione. I principali luoghi d'interesse all'interno del piccolo borgo sono Villa Maggi e la Chiesa Parrocchiale, dedicata alla S.S. Trinità e a S. Bassiano.

Nei pressi del borgo di Gradella, a Pandino, si trova uno dei castelli viscontei meglio conservati della Lombardia. Al suo interno è ospitata una mostra permanente dal titolo “Marius Genio e Macchina”, dedicata a Marius Stroppa, poliedrico artista pandinese che fu grafico, illustratore, urbanista ed inventore.

Prodotti Tipici
I prodotti caseari, dai formaggi al burro, in questo angolo di Lombardia sono di alta qualità, piccoli caseifici che producono prodotti d’eccellenza. Il “panarone” è il formaggio tipico nato a Pandino, dal sapore agro amarognolo. Anche i salumi, principalmente il salame nostrano, sono specialità del territorio. La gastronomia vede i tortelli cremaschi come protagonisti, una pasta ripiena preparata principalmente con amaretti e il “Mostaccino”, un biscotto speziato.

Video di Umby Casucci

Altre destinazioni nelle vicinanze

Crespi d'Adda
Crespi d'Adda
Il borgo di Crespi d'Adda, sito unesco, è un villaggio operaio perfettamente conservato in Lombardia.
Bergamo - 20.32 KM da Gradella
Strozza
Strozza
Strozza si trova in Lombardia, sul versante orientale della Valle Imagna.
Bergamo - 40.18 KM da Gradella
Costa Valle Imagna
Costa Valle Imagna
Il borgo di Costa Valle Imagna si trova in Lombardia.
Bergamo - 43.26 KM da Gradella
Sant'Omobono Terme
Sant'Omobono Terme
Il borgo di Sant'Omobono Terme si trova in Valle Imagna, in Lombardia.
Bergamo - 44.24 KM da Gradella
Morimondo
Morimondo
La storia del borgo di Morimondo, in Lombardia, ruota intorno alle vicende dell'abbazia.
Milano - 46.11 KM da Gradella
Corna Imagna
Corna Imagna
Corna Imagna è un piccolo borgo montano in Lombardia
Bergamo - 46.44 KM da Gradella

NOTA: le distanze espresse sono in linea d'aria.

Piú letti del mese

Quattro passi… in 4 borghi fortificati
Quattro passi… in 4 borghi fortificati
Poker d’assi di borghi fortificati per andare alla scoperta della storia e delle curiosità. Leggende intrecciate ad arte e architettura, epopee medievali o rinascimentali che rivelano al visitatore tutta l’unicità di questi gioielli italiani
By Luciana Francesca Rebonato
4 borghi da non perdere per l’artigianato d’autore
4 borghi da non perdere per l’artigianato d’autore
Quattro borghi italiani che si distinguono per il loro artigianato, essenza di un’arte antica tramandata nei secoli. Un viaggio nella tipicità, itinerari emozionali che puntano i riflettori sull’unicità
By Luciana Francesca Rebonato
Sperlonga, l’antica perla dell’Impero
Sperlonga, l’antica perla dell’Impero
Sperlonga, piccolo centro della Riviera di Ulisse, è una continua sorpresa tra panorami e scorci caratteristici dove ci si deve far guidare esclusivamente dalla curiosità
By Luca Sartori
Ricetta: spaghetti alla colatura di alici, un piatto tipico della Costiera Amalfitana
Ricetta: spaghetti alla colatura di alici, un piatto tipico della Costiera Amalfitana
La Colatura di Alici è un prodotto tradizionale che negli anni ha caratterizzato gastronomicamente il piccolo borgo di pescatori di Cetara
By Redazione
Aci Trezza, Ciclopi e Acireale
Aci Trezza, Ciclopi e Acireale
La Riviera dei Ciclopi, che prende il nome dalle isole antistanti, è quel tratto di costa siciliana che va da Aci Castello ad Acireale
By Redazione
La leggenda dell'amore di Bora
La leggenda dell'amore di Bora
La storia della nascita di Trieste è legata alla leggenda di Bora, figlia del dio Vento.
By Ivan Pisoni
e-borghi travel - la rivista per chi ama viaggiare tra borghi e turismo slow

Sfoglia gratuitamente e-borghi travel, la tua nuova rivista di viaggi

Con il patrocinio di